Agapanthus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Agapanthus
Agapanthus africanus.jpg
Agapanthus africanus
Classificazione APG IV
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Ordine Asparagales
Famiglia Amaryllidaceae
Sottofamiglia Agapanthoideae
Endl., 1836
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Liliopsida
Ordine Liliales
Famiglia Liliaceae
Genere Agapanthus
L'Hér.
Specie

vedi testo

Agapanthus L'Hér. è un genere di piante erbacee perenni angiosperme dicotiledoni, originarie del Sudafrica; la classificazione tradizionale (Sistema Cronquist) assegna il genere alla famiglia delle Liliacee mentre la classificazione APG III lo colloca tra le Amarillidacee come unico genere della sottofamiglia Agapanthoideae.[1][2].

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome deriva dal greco agàpe (amore) e ànthos (fiore).[senza fonte]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il fiore dell'agapantus è di colore blu cielo ed è raccolto come a formare un grande ombrello: può raggiungere fino a 60 cm di altezza.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Il genere comprende le seguenti specie:[3]

Coltivazione[modifica | modifica wikitesto]

Agapanthus in fiore

La pianta si sviluppa da radici rizomatose che vanno interrate in primavera in modo da far emergere il fusto dal terreno. Il terreno potrà essere composto da torba, terriccio di foglie, sabbia e da una parte di concime. Di solito viene consigliato un concime a lenta cessione da distribuire nel momento della ripresa vegetativa in primavera.

Gli Agapanthus si dividono in due grandi gruppi: quelli a foglia decidua (più resistenti al freddo circa -5 °C) e quelli sempreverdi (meno resistenti al freddo). I primi hanno uno sviluppo più limitato mentre i secondi sono molto più vigorosi.

Se coltivati in vaso, le radici rizomatose andranno poste in vasi larghi in modo da evitare la rottura degli stessi dall'espansione delle robuste radici della pianta.

Per la coltivazione in piena terra si dovrà avere cura, nel periodo invernale, di ricoprire il piede della pianta con una coltre di foglie o di paglia in modo da proteggerla dal gelo. Per la coltivazione in vaso invece si dovrà porre al riparo la pianta in serra fredda o in luogo riparato, in modo che non sia esposta ad una temperatura al di sotto dello zero.

Le annaffiature dovranno essere molto frequenti subito dopo l'interramento del tubero e fino all'autunno, mentre dovranno essere sospese in inverno. La moltiplicazione avviene per divisione preferibilmente durante il periodo primaverile, mentre la moltiplicazione per seme di solito viene sconsigliata in quanto occorrerebbero diversi anni prima che la pianta raggiunga la fioritura.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Angiosperm Phylogeny Group, An update of the Angiosperm Phylogeny Group classification for the orders and families of flowering plants: APG III, in Botanical Journal of the Linnean Society, 161(2), 2009, pp. 105–121, DOI:10.1111/j.1095-8339.2009.00996.x. URL consultato il 9/1/2020.
  2. ^ (EN) Chase M.W., Reveal J.L., Fay M.F, A subfamilial classification for the expanded asparagalean families Amaryllidaceae, Asparagaceae and Xanthorrhoeaceae, in Botanical Journal of the Linnean Society, 2009 volume=161(2), pp. 132–136, DOI:10.1111/j.1095-8339.2009.00999.x. URL consultato il 9/1/2020.
  3. ^ (EN) Agapanthus, in The Plant List. URL consultato il 10 agosto 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica