Aelia rostrata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Aelia rostrata
Aelia rostrata.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Phylum Arthropoda
Subphylum Hexapoda
Classe Insecta
Sottoclasse Pterygota
Coorte Exopterygota
Subcoorte Neoptera
Superordine Paraneoptera
Sezione Rhynchotoidea
Ordine Rhynchota
Sottordine Heteroptera
Infraordine Pentatomomorpha
Superfamiglia Pentatomoidea
Famiglia Pentatomidae
Sottofamiglia Pentatominae
Genere Aelia
Specie A. rostrata
Nomenclatura binomiale
Aelia rostrata
Boheman, 1852

L'Aelia rostrata Boheman, 1852, è un insetto appartenente all'ordine dei Rincoti e al sottordine Heteroptera.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

L'adulto si presenta di colore giallastro con linee longitudinali di colore bruno, con apparato boccale a forma di rostro.

L'Aelia rostrata compie una sola generazione annua. Sverna in primavera (aprile) sotto piante aromatiche e in seguito si trasferisce nelle piantagioni di grano, dove inizia ad nutrirsi di ogni sua parte ad eccezione delle radici, Successivamente si accoppiano e le femmine ovidepongono (su due file, circa 12 uova) nella pagina inferiore delle foglie. Dopo circa 15 giorni nascono le neanidi e verso la metà di giugno si avranno le prime forme adulte. Le forme adulte provocano dei grappoli sulle spighe ed insieme agli stadi giovanili attaccano le foglie ed i culmi; provocando il raggrinzimento della cariosside con conseguente inutilizzabilità della farina dovuta all'alterazione chimica causata dalla saliva, che conferisce alla cariosside un sapore sgradevole.

Lotta[modifica | modifica wikitesto]

Il controllo chimico può essere effettuato in aprile con l'arrivo degli adulti nei campi di grano, prima che avvenga l'ovodeposizione, attraverso l'utilizzo di fosforganici o del Trichorphon

Tra i nemici parassitoidi ricordiamo: Imenotteri e Ditteri ed un fungo del genere Botrytis.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi