Adrian Lamo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Adrián Alfonso Lamo Atwood

Adrián Alfonso Lamo Atwood (Malden (Massachusetts), 20 febbraio 1981Wichita, 16 marzo 2018) è stato un informatico statunitense, esperto di sicurezza informatica e hacker grey hat.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Di origini colombiane, ricevette l'attenzione dei media per essere penetrato nei sistemi di molti aziende tra le quali il The New York Times, Yahoo!, e Microsoft. Per queste azioni fu arrestato nel 2004[1].

Nel 2010 Lamo rimase coinvolto in qualità di delatore nello scandalo WikiLeaks, riguardante la divulgazione del video Collateral Murder e di centinaia di migliaia di documenti del governo statunitense[2][3]ː egli infatti fece la soffiata alle autorità, portando all'imputazione di Bradley Manning per diffusione non autorizzata di materiali coperti da segreto.

È stato trovato senza vita in un appartamento di Wichita nel 2018 all'età di 37 anni. Le cause della morte non sono state rese note ma il suo decesso è stato definito dalla Polizia come "non sospetto"[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN237145542522496640951
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie