Adriaan van den Spieghel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Adriaan van den Spieghel

Adriaan van den Spieghel, noto anche come Adriaan van den Spiegel, Adrianus Spigelius o Adriano Spigelio (Bruxelles, 1578Padova, 7 aprile 1625), è stato un medico, chirurgo e botanico fiammingo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

La sua formazione avvenne dapprima all'Università di Lovanio e poi a Padova, dove si laureò in medicina nel 1603.

Allievo di Girolamo Fabrici d'Acquapendente e di Giulio Casseri, dal 1605 divenne professore di anatomia all'Università di Padova.

Abile anche come chirurgo, eseguì molteplici trapanazioni craniche, descrisse l'ernia che porta il suo nome e ideò una tecnica operatoria per le fistole anali.

I suoi contributi scientifici più importanti riguardano l'embriologia, la neuroanatomia e l'anatomia addominale ed epatica, in cui descrisse, tra l'altro, il lobo epatico che porta il suo nome.

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

  • De formatu foetu, 1626.
  • De humani corporis fabrica, 1627.
  • Opera quae extant omnia, Amsterdam, Johannes Blaeu, 1645.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Castiglioni A.,: Storia della Medicina, II, Mondadori, Milano, 1948.
  • Pazzini A.,: Storia della Medicina, II, Società Editrice Libraria, Milano, 1947.
  • Zen Benetti F., Rossetti L.,: Nuove ricerche sull'anatomico fiammingo Adriaan van den Spieghel (1578-1625), Quad Stor Univ Padova, 1972, 5:45 – 89.
  • Adriaan van der Spiegel, in Enciclopedia biografica universale, XVIII, pp. 236–237 Istituto della Enciclopedia Italiana, Roma, 2007.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN41955960 · ISNI (EN0000 0001 0891 6919 · LCCN (ENn79065079 · GND (DE121909859 · BNF (FRcb12557240t (data) · CERL cnp01352353