Acque silenziose

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Acque silenziose
Titolo originaleKkamosh pani
Lingua originaleHindi
Paese di produzioneIndia
Anno2003
Durata99 min
Generedrammatico
RegiaSabiha Sumar
SoggettoParomita Vohra
SceneggiaturaSabiha Sumar
Interpreti e personaggi

Acque silenziose (Kkamosh pani) è una pellicola pakistana del 2003 diretta da Sabiha Sumar.

Il film ha vinto il Pardo d'Oro al festival di Locarno, dove Kirron Kher ha ricevuto il premio di miglior attrice.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola narra le vicende della vedova quarantenne Aisha e di suo figlio diciottenne Salim in un piccolo villaggio pakistano del Punjab all'indomani del colpo di Stato del generale Muhammad Zia-ul-Haq nel 1974. La donna, dopo essere rimasta vedova, concentra tutte le sue energie all'educazione di suo figlio Salim, il quale tuttavia, dopo la istituzione delle leggi islamiche, diventa parte di un gruppo di attivisti integralisti islamici. A complicare le cose c'è l'avvento di un gruppo di pellegrini indiani sikh che riportano alla luce alcuni ricordi orribili vissuti durante l'infanzia dalla povera donna ormai priva di punti di riferimento.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

(EN) Acque silenziose, su Internet Movie Database, IMDb.com. Modifica su Wikidata

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema