Abdulah Sidran

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Abdulah Sidran (Sarajevo, 2 ottobre 1944) è un poeta e sceneggiatore bosniaco.

Conosciuto anche con il sopranome di Avdo, è uno scrittore e poeta bosniaco. Ha scritto alcuni drammi e sceneggiature, tra cui spiccano quelle per i film candidati all' Oscar Ti ricordi di Dolly Bell? e Papà... è in viaggio d'affari.

Infanzia[modifica | modifica wikitesto]

Abdulah Sidran, secondo di quattro figli, è nato a Sarajevo, Bosnia Erzegovina il 2 ottobre 1944, anche se alcune fonti riportano erroneamente che sia nato il 29 settembre 1944. I suoi genitori erano musulmani e dal punto di vista etnico si definivano bosgnacchi. Il padre Mehmed (1915–1965) nacque a Kiseljak e lavorò come fabbro per le ferrovie jugoslave, mentre la madre Behija (nata Jukić) era casalinga.[1][2] Sidran ebbe tre fratelli: Ekrem (nato nel 1942; deceduto), Nedim (nato nel 4 febbraio 1947) ed Edina (nata nel 1953).[3] Sidran prese il nome dello zio paterno, un tipografo e compositore morto nel 1943 nel campo di concentramento di Jasenovac. Le radici della famiglia Sidran risalgono al paese di Biograd vicino a Nevesinje. Abdulah Hasan, il nonno paterno di Abdulah si trasferì a Sarajevo nel 1903.[4]

Studi[modifica | modifica wikitesto]

Sidran si laureò presso l'Università di Sarajevo. Sidran rimase a Sarajevo per tutta la durata della guerra in Bosnia. Dopo aver speso quasi tutta la sua vita a Sarajevo, si spostò prima a Goražde e poi nel piccolo villaggio di Tešanj dove vive attualmente.[5]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Sidran fu sceneggiatore dei film che hanno reso noto al mondo Emir Kusturica[6] "Ti ricordi di Dolly Bell?" e "Papà?... , è in viaggio d'affari". Le storie raccontate nei due film sono a leggero sfondo autobiografico. Infatti, nei due periodi storici narrati, l'età dei due protagonisti corrisponde sempre con quella che aveva Sidran allora. La "Palma d'Oro" a Cannes nel 1985, con "Papa?...è in viaggio d'affari", aumenta l'attenzione internazionale anche su Sidran. Nel 1988 è stato invitato al Festival internazionale "Milano Poesia", e per la prima volta i suoi versi, tradotti dal poeta Massimo Luna, sono stati letti in un evento pubblico in Italia. È intervenuto poeticamente nel testo de “Il cerchio perfetto” (1997) di Ademir Kenovic.[7]

Tra i lavori più riusciti: Šahbaza, Bone and meat, The Sarajevo tomb (Sarajevski tabut),[8] Why is Venice sinking (Zašto tone Venecija)[9] e diversi testi di poesia.
Tema dominante di alcuni suoi versi è stato il travaglio della sua città durante l'assedio.

« Quante volte piangendo abbiamo detto
le nostre ardenti preghiere per la pace?
Se ne infischia la Morte della lacrima della ragazza,
se ne infischia la Morte delle preghiere dell’uomo »
(Abdulah Sidran, Pianeta Sarajevo[10])

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ OTKUP SIROVE KOŽE: Godina u kojoj je zapečaćena sudbina braće Sidran, lupiga.com.
  2. ^ Pokatkad mi se činilo da Kusturica nije ni pročitao to što sam mu nudio, sutra.ba.
  3. ^ OTKUP SIROVE KOŽE: U njegovoj duši nikad nije prestao posmrtni plač, lupiga.com.
  4. ^ Abdulah Sidran: Kako su nastala sjećanja na Doli Bel, nezavisne.com.
  5. ^ [www.jutarnji.hr/vijesti/abdulah-sidran-zanima-me-podrijetlo.-ne-moj-pradjed-ili-sukundjed-nego-podrijetlo-moje-patnje/2042361/ Abdulah Sidran: Zanima me podrijetlo. Ne moj pradjed ili šukundjed, nego podrijetlo moje patnje] .
  6. ^ Goulding, Daniel J., Post new wave cinema in the Soviet Union and eastern Europe, Indiana University Press., 1989, p. 277, ISBN 978-0-253-34559-2.
  7. ^ Chansel, Dominique, Europe on-screen: cinema and the teaching of history., Council of Europe, 2001, p. 69, ISBN 978-92-871-4531-4.
  8. ^ Segel, Harold B., The Columbia literary history of Eastern Europe since 1945., Columbia University Press., 2008, p. 268, ISBN 978-0-231-13306-7..
  9. ^ Agee, Chris, Scar on the stone: contemporary poetry from Bosnia, Bloodaxe Books, 1998, p. 17, ISBN 978-1-85224-415-6.
  10. ^ Pianeta Sarajevo su casadellapoesia.org
Controllo di autorità VIAF: (EN117661917 · LCCN: (ENn84069445 · ISNI: (EN0000 0000 8414 2217 · BNF: (FRcb12044277c (data)