Aaron Allston

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Aaron Allston nel 2005

Aaron Allston (Corsicana, 8 dicembre 1960[1]Springfield, 27 febbraio 2014) è stato uno scrittore e autore di giochi statunitense, noto principalmente per i suoi lavori nell'ambientazione Mystara del gioco di ruolo Dungeons & Dragons e per suoi romanzi ambientati nell'universo narrativo di Guerre stellari[2].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato Corsicana, nello Stato del Texas[1], Allston ha passato i primi anni della sua vita spostandosi lungo lo Stato, per poi diplomarsi a Denton[3]. Allston si è successivamente trasferito ad Austin nel 1979 per frequentare l'Università del Texas.[3]

Allston cominciò a lavorare come tuttofare per la Steve Jackson Games, acquisendo sempre più responsabilità ed in breve divenne il curatore editoriale di The Space Gamer[4][5] dal numero 52 (giugno 1982) al 65 (settembre/ottobre 1983), periodo in cui la rivista vinse il H.G. Wells Award for Best Professional Role-Playing Magazine[5], oltre che curatore delle prime due uscite di Fantasy Gamer (agosto/settembre 1983 e dicembre/gennaio 1984)[4]. A partire dal 1983 ha iniziato la professione di autore di giochi freelance.[6]

Alston curò il manuale Autoduel Champions del 1983, un cross-over tra Champions della Hero Games e Car Wars della Steve Jackson Games.[7]. È stato il coautore del videogioco Savage Empire[4], che fu dichiarato il miglior RPG Fantasy per PC dalla rivista Game Player nel 1990.[5]

È stato poi il curatore della Rules Cyclopedia (1991), la pubblicazione che raccoglieva e razionalizzava le regole del D&D Basico.[8] Sempre per Dungeons & Dragons fu l'autore e/o il curatore di diversi supplementi relativi all'ambientazione Mystara, sia per il regolamento basico, sia per la sua incarnazione con il regolamento avanzato.

Ha iniziato a scrivere per la serie Star Wars: X-wing (ambientata nell'Universo espanso di Guerre stellari nel 1997, quando Michael A. Stackpole, che aveva scritto i primi quattro libri della serie, non fu più in grado di proseguire la serie perché impegnato con il romanzo Io, Jedi. Stackpole e Allstone si conoscevano ed avevano già collaborato ad alcuni progetti, così Allstone fu tra i sostituti suggeriti da Stackpole alla Bantam Books.[3][9] Nel 2002 Allston ha prodotto una nuova versione del regolamento di Champions della Hero Games.[10] Nel 2006 Allston inaugurò la serie The Legacy of the Force con il romanzo Betrayal.[3]

Allston ha vissuto gli ultimi anni della sua vita a Round Rock, sempre in Texas.[11]

Per un breve periodo ha lavorato per il quotidiano locale Austin American-Statesman.[6]

Nell'aprile 2009, durante una sessione di firme per il suo libro Outcast, appartenente alla saga Fate of the Jedi, Allston ha avuto un infarto, venendo operato d'urgenza per realizzare un quadruplo bypass aorto-coronarico.[12]- Nel febbraio 2014 un secondo attacco cardiaco, avvenuto mentre si trovava alla Visioncon di Springfield (nel Missouri), gli è stato fatale.[11]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

  • (1988). Web of Danger. Romanzo per l'ambientazione del gioco di ruolo Top Secret [6]
  • (1993). Galatea In 2-D[6]
  • (1994). Double Jeopardy[6]
  • Ambientati nell'universo del videogioco The Bard's Tale
    • con Holly Lisle (1996). Thunder of the Captains[6]
    • con Holly Lisle (1997). Wrath of the Princes[6]
  • Ciclo di Doc Sidhe
  • Ambientati nell'universo di Guerre stellari
    • Star Wars: X-wing
      • (1998). Wraith Squadron[6]
      • (1998). Iron Fist[6]
      • (1999). Solo Command
      • (1999). Starfighters of Adumar
      • (2012). Mercy Kill[13]
    • The New Jedi Order
      • (2002). Enemy Lines I: Rebel Dream
      • (2002). Enemy Lines II: Rebel Stand
    • Legacy of the Force
      • (2006). Betrayal
      • (2007). Exile
      • (2007). Fury
    • Fate of the Jedi
      • (2009). Outcast
      • (2010). Backlash
      • (2011). Conviction
  • Ambientati nell'universo di Terminator
    • Terminator 3 Terminator Dreams (2003)
    • Terminator Hunt (2004)

Giochi di ruolo[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Aaron Allston (1960-2014), su Locus Online News, 28 febbraio 2014. URL consultato il 1º marzo 2014.
  2. ^ Edward Nawotka, Nebula Awards puts Austin and Texas writers at center of science fiction world, in Dallas Morning News, 24 aprile 2008 (archiviato dall'url originale il 2 maggio 2009).
  3. ^ a b c d (EN) Jeff Salamon, So a guy walks into the Mos Eisley cantina..., in Austin American-Statesman, 19 maggio 2005, p. E1.
  4. ^ a b c (EN) Steve Jackson, February 28, 2014: Aaron Allston, su Daily Illuminator, Steve Jackson Games, 28 febbraio 2014. URL consultato il 1º marzo 2014.
  5. ^ a b c Peter F. Panzeri Jr., 32nd Hall of Fame Inductees Announced (PDF), Talsorian, 1º luglio 2006. URL consultato il 4 dicembre 2008 (archiviato dall'url originale il 12 febbraio 2012).
  6. ^ a b c d e f g h i j k Allston, Aaron, in Writers Directory 2005, 2004. URL consultato il 27 giugno 2013.
  7. ^ Appelcline 2011, p. 146
  8. ^ Appelcline 2011, p. 27
  9. ^ (EN) Matt Staggs, Interview with Aaron Allston, Author, "Star Wars: "Fate of the Jedi: Conviction, su Suvudu, 1º giugno 2011. URL consultato il 1º marzo 2014.
  10. ^ Appelcline 2011, p. 152
  11. ^ a b Aaron Allston: il papà di Dungeons and Dragons, in La Repubblica, 28 febbraio 2014. URL consultato il 1º marzo 2014.
  12. ^ (EN) Aaron Allston in the Hospital, su starwarsblog.starwars.com. URL consultato il 4 giugno 2009 (archiviato dall'url originale il 10 giugno 2009).
  13. ^ Richard Gawel, A short time from now in a library not too far away..., in Suburban Trends, 19 settembre 2012, p. D1.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN48443164 · ISNI (EN0000 0001 0897 8810 · LCCN (ENn93085674 · GND (DE121279685 · BNF (FRcb13549470q (data) · NLA (EN41841765