20 Aquarii

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
20 Aquarii
20 Aquarii
Aquarius IAU.svg
Classificazione gigante bianco-gialla
Classe spettrale F0V[1]
Distanza dal Sole 207 anni luce
Costellazione Aquario
Coordinate
(all'epoca J2000.0)
Ascensione retta 21h 24m 51,6750s
Declinazione -03° 23′ 54,086″
Lat. galattica 049,2858°
Long. galattica -35,3335°
Dati fisici
Raggio medio 2 R
Massa
Acceleraz. di gravità in superficie 4,03 logg
Temperatura
superficiale
7024 K (media)
Luminosità
Età stimata 1 miliardo di anni[2]
Dati osservativi
Magnitudine app. 6,38
Magnitudine ass. 2,37
Parallasse 14,03 ± 0,89 mas
Moto proprio AR: -6,156 mas/anno
Dec: -9,774 mas/anno
Velocità radiale -23,2 ± 2 km/s
Nomenclature alternative
GSC 05199-01458, 2MASS J21245167-0323542, TYC 5199-1458-1, BD -04 5444, HD 203843, PPM 205165, UBV 18467, GC 29976, HIC 105729, SAO 145376, UBV M 25675, GCRV 13466, HIP 105729

Coordinate: Carta celeste 21h 24m 51.675s, -03° 23′ 54.086″

20 Aquarii è una stella di magnitudine 6,38 situata nella costellazione dell'Aquario. Dista 207 anni luce dal sistema solare.[1]

Osservazione[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di una stella situata nell'emisfero celeste australe, ma molto in prossimità dell'equatore celeste; ciò comporta che possa essere osservata da tutte le regioni abitate della Terra senza alcuna difficoltà e che sia invisibile soltanto molto oltre il circolo polare artico. Nell'emisfero sud invece appare circumpolare solo nelle aree più interne del continente antartico. Essendo di magnitudine pari a 6,4, non è osservabile ad occhio nudo; per poterla scorgere è sufficiente comunque anche un binocolo di piccole dimensioni, a patto di avere a disposizione un cielo buio.

Il periodo migliore per la sua osservazione nel cielo serale ricade nei mesi compresi fra fine agosto e dicembre; da entrambi gli emisferi il periodo di visibilità rimane indicativamente lo stesso, grazie alla posizione della stella non lontana dall'equatore celeste.

Caratteristiche fisiche[modifica | modifica wikitesto]

La stella è una nana bianco-gialla di [[tipo spettrale F0V; possiede una magnitudine assoluta di 2,13 e la sua velocità radiale negativa indica che la stella si sta avvicinando al sistema solare.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Erik Anderson, Charles Francis, XHIP: An Extended Hipparcos Compilation, in Astronomy Letters, 23 marzo 2012.arΧiv:1108.4971
  2. ^ a b Atmospheric parameters for nearby B-F stars (David+, 2015)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Stelle Portale Stelle: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di stelle e costellazioni