École Centrale de Paris

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
École Centrale de Paris
Ubicazione
StatoFrancia Francia
CittàChâtenay-Malabry
Dati generali
MottoLeader, entrepreneur, innovateur
Fondazione1829
Tipopubblica, grande école
RettoreHervé Biausser
Studenti2 000
AffiliazioniUniversità Parigi-Saclay
Conférence des grandes écoles
Mappa di localizzazione
Sito web

La École Centrale de Paris (ECP, Scuola centrale delle arti e manifatture) è un'università francese, grande école d'Ingegneria istituita nel 1829, situata a Châtenay-Malabry[1].

Didattica[modifica | modifica wikitesto]

Si possono conseguire i seguenti diplomi:

Doppie lauree École Centrale de Paris[modifica | modifica wikitesto]

Il programma T.I.M.E. (Top Industrial Managers for Europe) è un progetto di doppia laurea dedicato a tutti gli studenti di ingegneria.

Si può sostituire il terzo anno di Ingegneria con due anni di permanenza nella École Centrale de Paris. Al ritorno in Italia, gli studenti, ottenuta la Laurea, si iscrivono a un corso di Laurea Magistrale in Ingegneria presso la Facoltà di Ingegneria. Al conseguimento della Laurea Magistrale, lo studente ottiene anche il titolo Master rilasciato dalla École Centrale de Paris.

Progetti famosi[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel 1996, da un progetto accademico, nacque il progetto di VLC media player
  • Nel 2005, a seguito della richiesta avanzata dal Governo cinese[3], la rappresentanza delle École Centrale francesi (Lille, Lione, Marsiglia, Nantes, Parigi) hanno sottoscritto un protocollo di intesa con l'Università di Beijing, centro di formazione e ricerca di riferimento per il settore aeronautico e astronautico sinico, per l'apertura di un'Ecole centrale nella città omonima, nel quadro di una cooperazione politica[4] e scientifica nell'area della meccanica, della scienza dei materiali, dell'automatica e delle scienze informatiche.[5] Attiva dal 2005, sette anni più tardi la struttura ha ospitato le lauree della prima generazione di studenti.[6] Gli insegnamenti sono erogati in tre lingue (cinese, francese e inglese) sia da docenti delle École Centrale che di Beijing, e riservati a cittadini cinesi, ai quali è offerta la possibilità di effettuare scambi culturali nei cinque atenei europei. Le spese sono finanziate da imprese private, dal Ministero dell'Educazione e dal Ministero egli Esteri d'Oltralpe.[7], oltreché da partner cinesi.[senza fonte]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) Centrale Paris
  2. ^ (EN) Financer son entreprise
  3. ^ (FR) Centrale Pékin, su École Centrale di Lione.
  4. ^ (FR) Cina: l'Ecole centrale de Pékin, "fiore" dela cooperazione franco-cinese, su rfi.fr, 26 novembre 2017. URL consultato il 23 settembre 2019 (archiviato il 23 settembre 2019).
  5. ^ (FR) Ecole Centrale de Pékin : Création d'un Laboratoire International Associé franco-chinois, su dimension-ingenieur.com. URL consultato il 23 settembre 2019 (archiviato il 23 settembre 2019).
    «...autour de trois champs disciplinaires principaux : mécanique, matériaux, contrôle et science de l'information».
  6. ^ (FR) Centrale Pékin: un modello da ripetere, su letudiant.fr, Pechino, 13 gennaio 2012. URL consultato il 23 settembre 2019 (archiviato il 5 maggio 2013).
  7. ^ (FR) La lunga marcia della Centrale Pékin, Le Monde, 2 settembre 2014. URL consultato il 23 settembre 2019 (archiviato il 23 settembre 2019).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN127109770 · ISNI (EN0000 0001 2153 2362 · LCCN (ENn50055320 · GND (DE5056085-2 · BNF (FRcb11989073w (data) · NLA (EN35657920 · WorldCat Identities (ENn50-055320