Tattva

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Tattva, termine sanscrito (in scrittura devanāgarī, तत्त्व) che significa "stato vero o reale", "verità", "realtà" "principio reale"[1], o anche "verità".[2] In accordo con varie scuole di filosofia indiane, un tattva è un elemento o aspetto della realtà concepito come una emanazione della realtà assoluta nel processo di manifestazione dal sottile al grossolano[3]. Sebbene il numero dei tattva vari a seconda della scuola filosofica essi, nel loro insieme, sono supposti formare la base di ogni nostra esperienza.

La filosofia Samkhya usa un sistema di 25 tattva mentre lo Shivaismo ne riconosce 36[4][5].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ - Monier Williams Sanskrit-English Dictionary (2008 revision) alla voce Tattva.
  2. ^ BG 2.16 - Bhagavad-gita As It Is 2.16: Tattva - of the truth.
  3. ^ Aa, Vv., 2007. p.380
  4. ^ Subramuniyaswami, S., 2004, p.156 e p. 158
  5. ^ "Il Sankhya parla di 25 tattva. Lo shivaismo riconosce i 25 ma ne aggiunge altri 11 arrivando così a 36 in tutto distinguendoli in tre gruppi.." (traduzione dall'originale in lingua inglese), Aa, Vv., 2007. p.380

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Subramuniyaswami, Sivaya. Yogas Forgotten Foundation. New York: Himalayan Academy Publications, 2004. 0945497911.
  • (EN) Aa, Vv. What Is Hinduism?. New York: Himalayan Academy Publications, 2007. 978-1-934145-00-5.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

India Portale India: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di India