Squadra e compasso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Squadra e Compasso)
Squadra e Compasso sovrapposti, con la lettera G nel mezzo.

Il simbolo squadra e compasso è uno dei più noti emblemi della massoneria. Insieme con il Libro della legge sacra, la squadra e il compasso compongono le grandi luci della libera muratorìa.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Composto da due utensili da lavoro dell'architetto, e dei muratori, tale simbolo si lega direttamente alla massoneria cosiddetta operativa, legata alla figura di Hiram Abif. I simboli vennero congiuntamente utilizzati insieme già a partire dal XVII secolo, ma è solamente nel secolo successivo che essi vengono effettivamente codificati, insieme agli altri simboli massonici.

Utilizzo simbolico[modifica | modifica wikitesto]

Nel complesso simbolismo massonico, essendo la massoneria non dogmatica, non v'è interpretazione data come legge per alcuno di questi simboli. La squadra è talora detta rappresentare la materia, ed il compasso lo spirito o la mente. Ancora, la squadra può esser detta rappresentare il mondo del concreto, o la misura della realtà oggettiva, mentre il compasso rappresenta l'astrazione, o giudizio soggettivo o possono anche simboleggiare l' opera creativa di Dio.

Il compasso può essere sottoposto, sovrapposto o intrecciato alla squadra, a voler significare l'interdipendenza fra i due, posizioni diverse indicano anche gradi differenti. Squadra e Compasso vengono spesso accompagnati dalla lettera G, simbolo anch'esso non unanimemente interpretato: in Italia, ad esempio, è spesso intesa come lettera iniziale dell'acronimo G.A.D.U. (Grande Architetto dell'Universo); nel mondo anglosassone il riferimento è alla parola inglese God (in italiano: Dio) ma la lettera G può essere interpretata anche come geometria.

Galleria[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Angelo Sebastiani, Simbolismo e linguaggio segreto nella tradizione massonica, Hermes Edizioni, 2000, ISBN 978-88-7938-177-2.
  • Umberto Gorel Porciatti, Simbologia massonica: massoneria azzurra, Atanòr, 2009, ISBN 978-88-7169-089-6.
  • Domenico V. Ripa Montesano Vademecum di Loggia, 2009, Roma, Edizione Gran Loggia Phoenix, ISBN 978-88-905059-0-4.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]