Sgian dubh

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Lo Sgian Dubh (pronunciato «schin du», prononcia inglese ˌskiːənˈduː, pronuncia gaelica s̪kʲɪnˈt̪uh) è un pugnale cerimoniale (in gaelico sgian) indossato come parte del moderno abito delle Highland scozzesi, assieme al kilt. Viene indossato infilato nei calzettoni, con visibile solo il pomello.

Uno Sgian Dubh senza fodero

Etimologia[modifica | modifica sorgente]

Il nome deriva dal gaelico per "coltello nero", dove "nero" può riferirsi al tipico colore dell'impugnatura. È stato suggerito anche che "nero" significhi segreto o nascosto. Questa ipotesi di basa su storie e teorie che circondano le origini del coltello e il significato di "Dubh" in gaelico.

Origini[modifica | modifica sorgente]

Ritratto eseguito da Henry Raeburn che raffigura Alasdair Ranaldson MacDonell di Glengarry in 1812

Lo sgian dubh potrebbe essersi evoluto dallo sgian achlais, un pugnale che poteva essere nascosto sotto l'ascella. Usato dagli scozzesi del XVII e XVIII secolo, questo coltello era leggermente più largo dello sgian dubh moderno e veniva portato nella parte superiore della manica o nella fodera della giacca.

Cortesia ed etichetta richiedevano che entrando nella casa di un amico, ogni arma nascosta venisse svelata. Ne segue che gli sgian achlais venivano rimossi dal loro nascondiglio e messi in mostra nella parte superiore delle calze, tenuti fermi dal reggicalze.

Lo sgian dubh è visibile nei ritratti di uomini in kilt della meta del XIX secolo. Un ritratto seguito da Henry Raeburn che raffigura Alasdair Ranaldson MacDonell of Glengarry è visibile nella National Gallery of Scotland.

Costruzione[modifica | modifica sorgente]

Le prime lame variavano nella loro fattura.

Controversie[modifica | modifica sorgente]

Nel Regno Unito, in base al Criminal Justice Act 1988 (sezione 139) [1] e all'Offensive Weapons Act 1996 (sezioni 3 e 4) [2] è legale, per qualcuno che indossa il costume nazionale scozzese, portare uno Sgian Dubh.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

guerra Portale Guerra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di guerra