Henry Raeburn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Autoritratto di Raeburn del 1820 circa.

Henry Raeburn (Edimburgo, 4 marzo 1756Edimburgo, 8 luglio 1823) è stato un pittore scozzese.

Vita[modifica | modifica wikitesto]

Henry Reaburn nacque, figlio di un artigiano, nel villaggio di Stockbridge, non distante da Edimburgo (oggi parte della città). Rimasto orfano, venne affidato alle cure di un fratello maggiore che lo mandò a studiare nella George Heriot's School di Edimbrugo, dove il giovane Henry ricevette una discreta educazione. All'età di quindici anni entrò a lavorare nella bottega di un orafo, dove dimostrò di essere molto versato per la decorazione di gioielli e la lavorazione dell'avorio. In poco tempo gli venne affidata la realizzazione di ritratti miniati, dei quali si dimostrò un buon realizzatore, ed in seguito si dedicò ai dipinti su olio. L'orafo presso cui lavorava Henry Raeburn si accorse delle doti del giovane allievo e lo presentò a David Martin, uno dei più stretti collaboratori del pittore scozzese Allan Ramsay. Dopo essersi agli inizi dedicato a copiare altri dipinti, in seguito cominciò ad eseguirne di propria mano.

Verso i trentanni si sposò con una signora della quale aveva precedentemente realizzato un ritratto. Dopo aver conosciuto di persona a Londra Joshua Reynolds si trasferì come di consueto per i pittori europei, in Italia. Qui conobbe numerosi artisti, come Pompeo Batoni.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 24874387 LCCN: n83013586

pittura Portale Pittura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pittura