Settembre (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Settembre
Titolo originale September
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 1987
Durata 82 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Woody Allen
Soggetto Woody Allen
Sceneggiatura Woody Allen
Produttore Robert Greenhut
Fotografia Carlo Di Palma
Montaggio Susan E. Morse
Scenografia Santo Loquasto
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Settembre (September) è un film del 1987 diretto da Woody Allen con Mia Farrow, Dianne Wiest e Denholm Elliott. La vicenda si svolge in due giorni esatti, tratta di un gruppo di persone che hanno vissuto a lungo in una casa in Vermont, lontana dai rumori e dalla fretta newyorkese.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Lane ha lasciato la città per riprendere in mano le redini della sua vita nella casa di campagna che le ha lasciato la madre, e passa l'estate insieme con alcuni amici, tra cui Stephanie, Howard e Peter, uno scrittore in erba che l'affascina moltissimo. Quello che però Lane non sa è che Peter cova un amore segreto per la sua migliore amica, la quale invece, tenta in tutti i modi di dissuaderlo: Stephanie è tormentata dalla possibilità di legarsi una volta per tutte ad un uomo che realmente la vorrebbe con sé, e dunque lasciare i figli e il marito, o tacere ogni cosa per il bene dell'amicizia che ha con Lane. Gli ultimi due giorni dell'estate sconvolgono la vita degli abitanti della casa: Lane litiga con la madre in visita, rievocando il terribile ricordo che ancora si porta dietro, e che le ha impedito di far funzionare la sua vita a causa delle continue cure psichiatriche; Stephanie e Peter si abbandonano al loro amore con un bacio, ma i due verranno scoperti da Lane; Howard, che da sempre si era occupato di Lane, le confessa il suo amore, ma la ragazza non accetta le sue avances per via della differenza d'età tra di loro. In procinto di vendere la casa per ricavarne i soldi che le avrebbero permesso di pagare i debiti delle cure psichiatriche e trasferirsi a New York sfondando come fotografa, Lane litiga furiosamente con la madre, una donna prepotente e piena di sé, e davanti a tutti gli amici confessa il loro segreto più grande.

Realizzazione[modifica | modifica sorgente]

  • Allen ha scritto il film ispirandosi alla casa di campagna di Mia Farrow nel Connecticut, e avrebbe voluto girarlo proprio in quella casa; quando finì la sceneggiatura, però, era ormai inverno ed essendo il film ambientato alla fine di agosto non lo si poteva girare nella casa reale. Il film venne allora girato in studio a New York.
  • Il film è stato girato due volte con attori diversi. Il cast originale vedeva Sam Shepard nel ruolo dello scrittore Peter (Christopher Walken abbandonò lo stesso ruolo dopo alcune scene, essendosi rivelato non adatto), Maureen O'Sullivan nel ruolo di Diane, e Charles Durning nel ruolo di Howard. Dopo aver finito e montato il film, il regista era del tutto insoddisfatto, e decise di riscriverlo, trovare un nuovo cast e rigirarlo da capo.
  • Il film è interamente girato su un solo set, senza riprese in esterno.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • E. Ghirlanda - A. Tella - Woody Allen (monografia) - Il Castoro Cinema, 1995
cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema