Scheda di sicurezza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Una scheda di sicurezza (SDS) è un documento legale in cui vengono elencati tutti i pericoli per la salute dell'uomo e dell'ambiente di un prodotto chimico. In particolare vi sono elencate le componenti, il produttore, i rischi per il trasporto, per l'uomo e per l'ambiente, le indicazioni per lo smaltimento, le frasi H ed i consigli P, i limiti di esposizione TLV/TWA e le protezioni da indossare per il lavoratore (Dispositivi di Protezione Individuale) che ne entra in contatto.

Normativa europea[modifica | modifica sorgente]

In Europa la struttura ed il contenuto tecnico delle schede di sicurezza è regolato dal regolamento n. 1907/2006 del Parlamento Europeo del Consiglio del 18 dicembre 2006 concernente la registrazione, la valutazione, l'autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche (REACH). Il REACH integra i criteri delle precedenti direttive 67/548/CEE e 1999/45/CE (che stabiliscono i preparati e le sostanze interessati ed i criteri per l'imballaggio e la loro etichettatura), rendendo obbligatoria le SDS anche nei seguenti casi [1]:

  • sostanze persistenti, bioaccumulanti e tossiche (PBT)
  • molto persistenti e molto bioaccumulanti (vPvB) in base ai criteri di cui all'allegato XIII
  • sostanze incluse nella lista di quelle eventualmente candidate all'autorizzazione, disposta dall'art. 59
  • su richiesta dell'utilizzatore professionale, per preparati non classificati ma contenenti (in concentrazione individuale pari o superiore all'1% in peso per preparati solidi e liquidi o allo 0,2% in volume per preparati gassosi) sostanze pericolose, oppure dotate di valore limite d'esposizione professionale o ancora rientranti nei casi di cui sopra.

Struttura SDS europea[modifica | modifica sorgente]

La struttura della scheda di sicurezza deve essere composta dai seguenti 16 punti obbligatori [2]:

  1. Identificazione della sostanza/preparato e della società/impresa
  2. Identificazione dei pericoli
  3. Composizione/informazioni sugli ingredienti
  4. Misure di primo soccorso
  5. Misure antincendio
  6. Misure in caso di rilascio accidentale
  7. Manipolazione e immagazzinamento
  8. Controllo dell'esposizione
  9. Proprietà fisiche e chimiche
  10. Stabilità e reattività
  11. Informazioni tossicologiche
  12. Informazioni ecologiche
  13. Considerazioni sullo smaltimento
  14. Informazioni sul trasporto
  15. Informazioni sulla regolamentazione
  16. Altre informazioni

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ salute.gov.it: Schede di sicurezza
  2. ^ Guida alla compilazione delle schede di dati di sicurezza
chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia