SCANDAL

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonima serie televisiva giapponese, vedi SCANDAL (serie televisiva).
SCANDAL
Le SCANDAL nel 2010 a Singapore. Da destra a sinistra: Mami, Rina, Haruna e Tomomi.
Le SCANDAL nel 2010 a Singapore. Da destra a sinistra: Mami, Rina, Haruna e Tomomi.
Paese d'origine Giappone Giappone
Genere J-rock[1]
J-pop[2]
Punk rock[2]
Pop rock[2][3]
Garage rock[4]
Periodo di attività 2006 – in attività
Etichetta Epic Records Japan
Album pubblicati 8
Studio 6
Raccolte 2
Opere audiovisive 4
Sito web
Logo of Scandal (Japanese band).svg

Le SCANDAL (スキャンダル Sukyandaru?) sono un gruppo musicale femminile j-rock giapponese formatosi a Osaka nel 2006 e composto da quattro membri: Haruna (voce e chitarra), Tomomi (basso e voce), Mami (chitarra solista e voce) e Rina (batteria e voce)[5].

Dopo aver pubblicato i primi singoli con un'etichetta indipendente, nel settembre 2008 hanno firmato un contratto con la Epic Records Japan, sotto-etichetta della Sony Music Japan, ricevendo inviti ad esibirsi negli Stati Uniti, in Europa e in Asia. Nel 2009 il loro album di debutto, Best Scandal, ha esordito al quinto posto della classifica Oricon, facendo delle SCANDAL la prima girl-band giapponese a classificare un album di esordio nelle prime cinque posizioni ed eguagliando così il record del 2002 appartenuto alle Zone. Nel 2012, con l'uscita di Queens Are Trumps: Kirifuda wa Queen, le SCANDAL sono diventate l'unica girl-band giapponese i cui primi quattro album abbiano debuttato entro le prime cinque posizioni della Oricon[6]; record ulteriormente migliorato con l'uscita dei successivi due album, Standard e Hello World.

Autodefinitesi «la più potente girl-band pop-rock giapponese», fanno della capacità di alternarsi il ruolo di vocalist principale tra esse una delle loro principali caratteristiche. Possiedono inoltre un numeroso seguito di fan internazionali[7], grazie soprattutto ai brani utilizzati come sigle di anime quali Bleach e Full Metal Alchemist: Brotherhood[8].

Storia del gruppo[modifica | modifica wikitesto]

Formazione e prime esibizioni dal vivo (2006)[modifica | modifica wikitesto]

L'insegna dell'hostess club Scandal Kyobashi di Osaka da cui il gruppo ha preso il nome

La band si è formata nell'agosto del 2006[9][10], quando un insegnante della scuola di canto e danza che le ragazze frequentavano a Osaka, facente parte dell'agenzia Kitty Films[11], ha suggerito loro di provare a cimentarsi nello suonare uno strumento musicale[12]. Nelle vicinanze della sala prove dove erano solite esercitarsi vi era un hostess club che recava una grande insegna con la scritta "SCANDAL" e le ragazze hanno deciso di utilizzarlo come nome ufficiale della band[13]. Il gruppo si è esibito per la prima volta dal vivo in un locale di Osaka chiamato Namba Hatch, appena dopo una settimana dalla formazione[13], dopo aver passato le precedenti dodici ore a esercitarsi in una sala prove[12]. Dopo quella serata le SCANDAL hanno deciso di continuare la carriera musicale in qualità di gruppo[12][13], continuando a esibirsi ogni fine settimana allo Shiroten, una mecca delle esibizioni di strada all'Osaka Castle Park[9]. In poco tempo hanno iniziato ad acquisire un seguito di varie centinaia di fan, autopubblicizzandosi tramite la distribuzione di volantini scritti a mano[14]. In seguito hanno incomiciato a ricevere offerte per esibirsi anche da altri locali di Osaka e Kyoto[15][16][17], suscitando critiche positive e salendo alla ribalta nazionale[15].

Periodo indie (2007-2008)[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2007 hanno firmato il loro primo contratto della carriera con l'etichetta indipendente Kitty Records, dopo essere state notate da un produttore durante la loro prima esibizione in quel di Tokyo, in occasione di un evento speciale allo Club Asia, noto club sito a Shibuya, quartiere speciale della capitale giapponese[9][15]. Questa accordo viene bissato pochi mesi dopo da un'ulteriore partnership commerciale con la Tower Records[18].

Le SCANDAL al Japan Nite US Tour nel 2008

Il loro primo singolo indipendente, Space Ranger, è stato pubblicato il 3 marzo 2008 e messo in vendita esclusivamente presso la Tower Records[9]. Il singolo ha riscosso un buon successo[9], venendo reso disponibile anche tramite iTunes per fare fronte alla grande richiesta[2][19]. Successivamente il gruppo ha pubblicato altri due due singoli, Koi moyō e Kagerō, rispettivamente il 4 aprile e 5 maggio dello stesso anno[9][19], col primo di questi scelto come single of the week su iTunes Giappone[20]. Nell'aprile 2008 le SCANDAL si sono recate per la prima volta all'estero, nell'ambito del Japan Nite US Tour 2008[21][22], suonando in otto città degli Stati Uniti e partecipando a numerose convention sul Giappone[9], tra cui l'evento d'animazione Sakura-Con[15][23][24]. Nel luglio successivo si sono invece esibite a Parigi (Francia), in occasione del Japan Expo[25], mentre in agosto hanno suonato all'Animation Comic Game di Hong Kong[24][26].

L'8 agosto hanno pubblicato il loro primo EP, Yah! Yah! YAH! Hello Scandal, ultimo lavoro in qualità di artiste indipendenti[2], a cui è seguito il loro primo tour nazionale chiamato Give me P.P. Tour 2008 Summer[27]. Sempre nel 2008, le SCANDAL sono diventate un personaggio animato che le ha viste protagoniste di un cortometraggio distribuito sul web[15].

Contratto con la Epic Records e Best Scandal (2008-2009)[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Best Scandal.
Haruna, voce e chitarra

Nel settembre 2008 le SCANDAL hanno firmato un contratto con l'etichetta discografica Epic Records Japan, sotto-etichetta della major Sony Music Japan[9]. Il primo singolo pubblicato con la nuova casa discografica è stato Doll, uscito nel novembre 2008. Il singolo, usufruendo della grande promozione e dei frequenti passaggi in radio e televisione, è entrato in rotazione continua in quaranta stazioni radio e televisive giapponesi[10], tra cui JOQR[28], oltre a trovare grande spazio in programmi musicali come Music Station della TV Asahi[29], nonostante avesse esordito alla 26ª posizione della classifica Oricon[30]. Anche il debutto dal vivo sotto la nuova etichetta, tenutosi al KDDI Designing Studio di Harajuku, si è rivelato un successo, con gli organizzatori costretti a posizionare dei megaschermi al di fuori dell'edificio per tutti i fan che non avevano avuto la possibilità di aggiudicarsi i pochi biglietti disponibili, andati esauriti il primo giorno di vendita[31]. Verso la fine dell'anno la band ha inoltre firmato il suo primo contratto pubblicitario, divenendo testimonial della Nike[2].

Il 4 marzo 2009 la band ha pubblicato il singolo Sakura Goodbye, la cui title track è un brano nato al fine di rendere omaggio e festeggiare il diploma di scuola media superiore di Mami e di Tomomi[32]. Il singolo ha debuttato al 30º posto della classifica Oricon con 3 698 copie vendute nella prima settimana[33], mentre la title track è stata scelta come sigla di chiusura del popolare varietà della Fuji TV Mecha mecha iketeru![34].

Il 17 giugno 2009 è la volta di Shōjo S, singolo che ha segnato un'importante tappa nella carriera della band. La title track del singolo è stata infatti utilizzata come decima opening del popolare anime Bleach[35], oltre a entrare a far parte della colonna sonora del videogioco da esso tratto, Bleach DS 4th: Flame Bringer[36]. Il singolo ha debuttato al 6º posto nella classifica Oricon[37], venendo certificato disco d'oro per quanto riguarda le copie digitali[38]. I biglietti per la prima dal vivo del brano sono andati esauriti nei primi tre minuti di messa in vendita[39].

Il 27 agosto, all'MTV Student Voice, le SCANDAL hanno presentato Beauteen!!![40], brano contenuto all'interno del singolo Yumemiru tsubasa[41], pubblicato il 14 ottobre. Il singolo ha debuttato alla 12ª posizione della classifica Oricon con 5 850 copie vendute[42], venendo scelto come sigla iniziale del programma Ongaku senshi Music Fighter[41]. Ciò ha preceduto di una settimana l'uscita del loro primo album in studio, Best Scandal, che, piazzandosi al 5º posto della classifica settimanale Oricon[2], ha reso le SCANDAL la prima girl-band giapponese a classificare un album di debutto nella Top 5 dai tempi delle Zone[43]. L'album contiene i singoli usciti precedentemente quali Space Ranger, Koi moyō e Kagerō, risalenti al periodo indie della band[44].

In dicembre hanno partecipato alla 51ª edizione dei Japan Record Awards in qualità di nominate nella categoria "Best New Artist", non riuscendo tuttavia a conquistare il premio[45].

Temptation Box (2010)[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Temptation Box.
Mami, chitarra solista e voce

Il 3 febbraio 2010 le SCANDAL hanno pubblicato il singolo Shunkan Sentimental, scelto come quarta ending dell'anime Full Metal Alchemist: Brotherhood[44][46]. Il singolo ha ottenuto un buon successo tra i download digitali, venendo certificato disco d'oro grazie ai più di 100 000 download effettuati[47]. Il formato fisico del singolo ha riscosso invece meno successo, vendendo 16 672 copie nella prima settimana e classificandosi al 7º posto della Oricon[48].

A marzo le SCANDAL hanno preso parte a un tour primaverile dal nome Scandal: Shunkan sakura zensen Tour - 2010 Spring (SCSCANDAL~瞬間サクラゼンセンTOUR~2010 SPRING?), durante il quale i fan hanno avuto la possibilità di scegliere tramite un sondaggio su Twitter un brano di cui la band avrebbe dovuto eseguire una cover durante il tour. La canzone scelta è risultata essere Secret Base: Kimi ga kureta mono delle Zone[49], che verrà poi pubblicata come singolo digitale[50]. Nel maggio del 2010 il gruppo si è esibito all'Animax Musix Spring[51], mentre in giugno hanno pubblicato il singolo Taiyo to kimi ga egaku Story, il quale ha esordito al 10º posto della classifica Oricon con 12 359 copie vendute[52]. Nello stesso mese hanno pubblicato il loro primo DVD dal vivo, dal titolo Scandal First Live: Best Scandal 2009[44][53]. Il successivo singolo, Namida no Regret, ha debuttato al 14º posto della classifica Oricon con 9 304 copie vendute[54].

Dal 2 luglio al 24 settembre 2010 le componenti delle SCANDAL sono state protagoniste di un documentario in cinque episodi a cura della TBS intitolato Shiteki ongaku jijo (私的音楽事情? "Circostanze di musica privata")[24], mentre in agosto hanno partecipato nuovamente all'Animation Comic Game di Hong Kong, dove si sono esibite davanti a 5 000 persone[55]. Per l'occasione sono state premiate per aver raggiunto il primo posto nella classifica j-pop locale con il singolo Taiyo to kimi ga egaku Story[56], oltre a ricevere il terzo premio nella categoria "Artista giapponese rivelazione" degli RTHK Awards[56][57].

Fatto ritorno in Giappone, hanno pubblicato il loro secondo album in studio, Temptation Box, distribuito a partire dall'11 agosto 2010[44] in quarantadue Paesi in tutto il mondo, tra cui Regno Unito, Germania e Francia[58]. L'album ha debuttato alla 3ª posizione nella classifica Oricon, sostando in classifica per tredici settimane[59]. Nello stesso periodo il gruppo ha curato la colonna sonora del film d'animazione Loups=Garous con i brani Midnight Television, Koshi-tantan e Sayonara My Friend, oltre ad apparire nel film come cameo[60][61].

Tra il 18 settembre e il 2 ottobre le SCANDAL hanno tenuto un tour chiamato Temptation Box Scandal Tour 2010: Yeah!tte ie iitsu! (SCANDAL TEMPTATION BOX TOUR 2010 ~YEAH!って言えいっ!~?) durante il quale hanno girato tutto il Giappone, toccando città quali Tokyo, Sapporo e Hiroshima per promuovere il nuovo album[62].

Baby Action (2010-2011)[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Baby Action.
Rina, batteria e voce

Il 6 ottobre 2010 il gruppo ha pubblicato il singolo Scandal nanka buttobase, il quale ha esordito al 3º posto della classifica settimanale della Oricon con 27 553 copie vendute[63]. A questo è seguita la pubblicazione del loro primo EP di cover, R-Girl's Rock!, da cui è stato estratto il singolo digitale Secret Base: Kimi ga kureta mono, cover delle Zone[44][50]. Il disco ha esordito al 9º posto della classifica Oricon, vendendo 13 555 copie nella prima settimana[64]. Il 3 novembre hanno partecipato all'Animax Musix 2010 esibendosi davanti a 11 700 persone[65] interpretando, tra gli altri brani, anche l'ending del popolare anime K-On! Don't Say "Lazy", insieme a Shōko Nakagawa. Verso la fine dell'anno il gruppo ha collaborato col centro commerciale 109 di Shibuya, che per l'occasione ha rivestito la facciata anteriore dell'edificio con delle foto promozionali della band, oltre a erigere una grande insegna luminosa con la scritta "Scandalous Winter Holydays"[66].

Il 9 febbraio 2011 il gruppo ha pubblicato il singolo Pride, la cui title track è stata utilizzata come seconda sigla di chiusura dell'anime Star Driver: Kagayaki no Takuto[67]. Il singolo ha esordito al 7º posto della classifica Oricon[68] e al 1º posto della classifica Billboard Japan nella categoria animazione[69], con 16 579 copie vendute nella prima settimana. Il singolo Haruka, uscito il 20 maggio successivo, è stato incluso nella colonna sonora del film in animazione digitale Tōfu kozō[70], mentre il brano Satisfaction (incluso nel singolo) è stato scelto come inno del tour di beneficenza organizzato dalla JVB in favore delle vittime della criminalità organizzata dopo il terremoto e maremoto del Tōhoku del 2011[71]. Il singolo ha esordito al 3º posto sia nella classifica Oricon sia nella classifica Billboard nella categoria animazione, vendendo 21 974 copie nella prma settimana[72][73]. In luglio le SCANDAL hanno partecipato al Colors Rock Festival di Tokyo[74] e all'AM² di Anaheim in California[75], prima di pubblicare il singolo Love Survive, piazzatosi all'11º posto nella classifica Oricon con 13 507 copie vendute nella prima settimana[76].

Le SCANDAL nel 2010.

Il 10 agosto il gruppo ha pubblicato il terzo album in studio, Baby Action, presentato in anteprima al centro commerciale Tsutaya di Tokyo[77]. Il disco ha debuttato al 4º posto della classifica Oricon[78], mentre il brano Burn, incluso nell'album, è stato utilizzato come tema musicale del film Rabbit Horror 3D di Takashi Shimizu[79]. Lo stesso giorno è stato pubblicato anche Zone Tribute: Kimi ga kureta mono, album tributo delle Zone a cui le SCANDAL hanno partecipato interpretando il brano Secret Base: Kimi ga kureta mono[80]. In settembre ha preso via il loro primo tour asiatico denominato Scandal Asia Tour 2011 "Baby Action", durante il quale le SCANDAL hanno suonato in Paesi quali Taiwan, Hong Kong e Singapore[81], oltre a fare tappa in varie parti del Giappone[82]. Un documentario fotografico sul tour è stato poi inserito nel libro Girls Be Scandalous!, pubblicato il 20 ottobre[83].

Nel novembre 2011 le SCANDAL sono diventate testimonial del noto marchio di accendini Zippo, pubblicizzando un'edizione limitata del prodotto per il mercato giapponese[84], mentre in dicembre hanno partecipato a un concerto di beneficenza in favore delle vittime del terremoto del Tōhoku, insieme ad altre due girl-band, le Stereopony e le Zone, quest'ultime riunitesi per l'occasione[85]. A fine 2011 le SCANDAL si sono posizionate al 4º posto nella classifica delle band più richieste all'estero secondo la trasmissione J-Melo della NHK, in ascesa di cinque posizioni rispetto all'anno precedente, confermando il numero sempre maggiore di fan stranieri della band[7].

Queens Are Trumps: Kirifuda wa Queen (2012)[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Queens Are Trumps: Kirifuda wa Queen.
Tomomi, basso e voce

Nella primavera del 2012 le SCANDAL hanno pubblicato il singolo Harukaze, la cui title track è stata composta appositamente per l'anime Bleach e utilizzata come quindicesima opening[86][87]. Il singolo ha debuttato al 6º posto della classifica Oricon[88] e al 2º posto nella categoria animazione della classifica Billboard Japan[89], vendendo 25 921 nella prima settimana. Nello stesso periodo hanno pubblicato il loro primo greatest hits, dal titolo Scandal Show[44], il quale ha venduto 42 246 copie nella prima settimana, debuttando al 3º posto della classifica Oricon[90].

Nonostante i problemi alla voce della leader Haruna, che hanno messo per qualche tempo in dubbio il futuro del gruppo[91], le SCANDAL hanno debuttato al Nippon Budokan il 28 marzo, diventando la band femminile che ha impiegato meno tempo in assoluto, dal giorno della sua formazione, a esibircisi[92]. Il concerto ha attirato un seguito di 8 000 persone[93], mentre i biglietti sono andati esauriti nel giro di quindici minuti[94]. Tra il 19 maggio e il 17 giugno hanno tenuto una serie di diciassette concerti nell'ambito del Scandal "Live Ido Live" Tour 2012[95], mentre il 19 giugno hanno pubblicato in formato digitale il singolo Taiyō Scandalous, scritto in collaborazione con Naoto degli ORANGE RANGE[96], e che ha debuttato al numero uno della classifica giornaliera della Rekochoku[97]. Il singolo nel suo formato fisico è stato pubblicato l'11 luglio successivo, con all'interno due brani inediti (Dobon dobondo - Cherry Jam e Koi no hajimari wa diet) nei quali le SCANDAL sperimentano nuove sonorità avvicinandosi all'elettropop e all'hip-hop. Il singolo ha debuttato al 2º posto della classifica Oricon[98].

Il 22 agosto 2012 le SCANDAL hanno pubblicato il loro terzo DVD dal vivo, dal titolo Japan Title Match Live 2012 - Scandal vs Budokan. Il DVD, registrato in occasione del primo concerto delle SCANDAL al Budokan[99], ha debuttato al 2º posto della classifica Oricon relativa ai DVD musicali[100]. Il 12 settembre hanno pubblicato il singolo Pin Heel Surfer, che ha debuttato al 9º posto della classifica Oricon con 11 300 copie vendute nella prima settimana[101]. Il 26 settembre 2012 è uscito il loro quarto album in studio, dal titolo Queens Are Trumps: Kirifuda wa Queen[102]. L'album, vendendo 35 424 copie nella prima settimana[103], ha debuttato al 4º posto della classifica Oricon[104], facendo delle SCANDAL l'unica girl-band i cui primi quattro album abbiano debuttato entro le prime cinque posizioni della Oricon[6].

Dal 12 ottobre al 22 novembre hanno tenuto una serie di concerti in occasione dello SCANDAL Hall Tour, partito da Saitama e conclusosi Tokyo[102], mentre a partire dal 21 ottobre il brano Satisfaction è stato utilizzato come sottofondo nel promo ufficiale giapponese di Windows 8, facendo delle SCANDAL le prime artiste giapponesi a fornire la propria musica per una pubblicità della Microsoft Windows[105]. Il 24 ottobre è uscito nei negozi She Loves You, album tributo della cantante Yui al quale le SCANDAL hanno partecipato interpretando il brano How Crazy[106]. Verso la fine del 2012 si sono esibite al KL Live Center di Kuala Lampur, in Malesia, davanti a 1 500 persone[107], suonando un totale di quattordici brani[108].

Standard (2013)[modifica | modifica wikitesto]

Il 6 febbraio 2013 le SCANDAL hanno pubblicato la raccolta Encore Show, la quale include al suo interno tutti i lati B dei singoli pubblicati fino a quel momento, con l'aggiunta del brano inedito Happy Collector[109], quest'ultimo facente parte della colonna sonora del film Kyō, koi o hajimemasu[110]. La compilation ha esordito al primo posto della classifica giornaliera della Oricon, vendendo 14 171 copie[111]. Il 3 marzo 2013 hanno tenuto un concerto all'Osaka-jō Hall davanti a 10 000 persone, realizzando così il desiderio di esibirsi a pochi passi dal luogo nel quale la loro carriera ha avuto inizio nel 2006[112]. I biglietti per lo spettacolo sono andati esauriti nei primi cinque minuti di messa in vendita[113]. A questo concerto è seguita una tournée asiatica che ha visto le SCANDAL esibirsi in Indonesia, Thailandia e Singapore[114], seguita a sua volta dalla pubblicazione del quarto DVD dal titolo Osaka-jō Hall 2013 "Wonderful Tonight", registrato in occasione del concerto di Osaka del 3 marzo[115].

Il 22 maggio 2013 hanno pubblicato il singolo Awanai tsumori no, genki de ne, tema musicale del film I'll Give It My All... Tomorrow[44]. Il singolo ha venduto 32 533 copie nella prima settimana, esordendo al 4º posto della classifica Oricon[116], al 10º posto della Billboard Japan Hot 100[117] e al 64º posto della Billboard Adult Contemporary Airplay[118]. Il 14 agosto hanno pubblicato il singolo Kangen no tsuki, con all'interno il brano Kimi to mirai kanzen dōki, facente parte del progetto Robot Scandal che ha visto la band collaborare con Tomotaka Takahashi, creatore del robot Robi, quest'ultimo protagonista nel video musicale della canzone[119].

Stile musicale e influenze[modifica | modifica wikitesto]

Lo stile musicale delle SCANDAL viene solitamente associato ai generi pop-rock e pop-punk, benché alcuni brani presentino elementi accomunabili alla musica elettronica, al classico rock n' roll, al garage rock o all'hip-hop[1][3][4]. Una delle particolarità della band è che tutte le quattro componenti sono in grado di cantare come vocalist principali, alternandosi spesso all'interno dei brani del disco[2][9][13]. Alexey Eremenko di Allmusic le ha definite «sfacciatamente commerciali», ma anche «irresistibilmente brave in quello che fanno»[2], oltre a definire il loro sound «sorprendentemente difficile se comparato ad altre band j-rock simili»[1]. Secondo alcuni organi di stampa giapponesi le SCANDAL hanno avuto un ruolo chiave nel "boom delle girl-band" verificatosi in Giappone nella seconda metà del 2000[120]. La band stessa si è autodefinita «la più potente girl-band pop-rock giapponese»[2][121] e ha ammesso di essere stata influenzata sia nella musica che nello stile da diverse band anglofone, quali i Nirvana, i Red Hot Chili Peppers[122], i Sum41, dai quali hanno tratto ispirazione nel rapporto col pubblico nelle esibizioni live, e i Kiss, dai quali hanno imparato in che modo ci si comporta sul palco[17]. In particolare Haruna ha ammesso di essere stata influenzata dalla musica di Yui, Avril Lavigne e Miley Cyrus, Tomomi dai Rage Against the Machine, Mami ha citato come suo chitarrista preferito Takuya dei Judy and Mary e Rina ha tratto ispirazione da Steve Gadd e Keith Moon degli Who[123].

La band si è formata quando le ragazze erano in età scolastica e frequentano la scuola superiore[17], andando a infuenzare il loro stile e modo di vestirsi, attraverso l'uso degli stessi fuku alla marinara utilizzati nel periodo scolastico. Ciò inizialmente stonava con l'immagine che le SCANDAL intendevano dare alla band, per loro stessa ammissione distante dallo stile kawaii e dal fenomeno delle idol giapponesi[17], tant'è che inizialmente le ragazze avevano pensato di rifarsi al look dei Kiss dipingendosi i volti con della vernice, ma l'idea venne accantonata quasi subito[17]. Dal 2011 hanno deciso di rinuciare definitivamente alle divise scolastiche[12][124], ma il loro stile è mutato a poco a poco, passando dal cambiamento del solo colore delle divise, poi sostituite da camicette abbinate a delle classiche cravatte e gilet, fino alla sostituzione dei mocassini con Dr. Martens o stivali militari[125]. Con lo scorrere degli anni sono passate sempre di più a una personalizzazione dei vestiti, con lo stile che si differenzia da ragazza a ragazza[126]. Haruna ha dichiarato di non essere preoccupata di perdere dei fan a causa della loro rinuncia alle divise scolastiche, in quanto vorrebbe che i fan andassero ai loro concerti per la loro musica e non solo per vedere quattro ragazze in uniforme[126][127].

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Strumenti musicali utilizzati[modifica | modifica wikitesto]

Haruna si esibisce con la sua Fender Stratocaster Eric Clapton.
Mami suona la sua Fender Stratocaster FSR American Deluxe.
Tomomi con il suo Fender Japan Bass JB75.
Rina e la sua Yamaha Rock'n Road.
HARUNA[128]
  • Yamaha Pacifica 112 (nera)
  • Fender Stratocaster USA Eric Clapton “Blackie” (nera)
  • Fender Telecaster USA American Standard (soprannominata Mr. Shun)
  • Takamine acustica
  • Fender Telecaster Mexico '69 Thinline, edizione limitata 2002 (blu)
  • Fender Mexico Classic Player Series Tele Thinline Deluxe (nera)
  • Squier Telecaster (modello personalizzato, argento)
  • Shinos Luck 6V (modello personalizzato)
MAMI[129]
  • Busker'S BSE Stratford (rosa pastello)
  • Fender Stratocaster FSR American Deluxe (bianca, soprannominata Mr. Yuya)
  • Gibson Les Paul Special Double Cutaway (bianca)
  • Fender Stratocaster USA American Standard HSS (nera)
  • Fender Stratocaster USA American Standard HSS (modello personalizzato, nera)
  • Squier Affinity Series, Bronco Bass (rosso)
  • Gretsch G6136DC White Falcon Double Cutaway (bianca)
  • Fender Squier Jazzmaster (modello personalizzato)
TOMOMI[130]
  • GIO Ibanez GSR450 [TFB]
  • Fender Japan Jazz Bass JB75
  • Fender Mexico Deluxe Jazz Bass (rosso, soprannominato Mr. Yusuke)
  • Fender USA Standard Precision Bass
  • Fender '67 Coronado II
  • ESP Bass TOMOMIxSoyoka (modello personalizzato)
  • Fender Squier Jazz Bass (blu, soprannominato Bruto)
RINA[131]
  • Batteria elettronica Yamaha
  • Yamaha Rock'n Road Series Drum Set (nera)
  • Pearl P-120P (tamburo a pedale)
  • TAMA OAK 0214P (bacchette)
  • Behringer XENYX 502 (mixer analogico)
  • Pearl Drum Set Masterworks (rossa metallizzata)
  • Pearl Masters Series PREMIUM MAPLE DRUM SET (rosa)
  • SABIAN (piatti)
  • Pearl Masters Series Premium Maple MMP1455SE C (rullante)
  • Pearl Sensitone STB1455 (rullante)
  • Pearl Masterworks Series Snare
  • Pearl RFB1450 (rullante)

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Discografia delle SCANDAL.

Tour e Live[modifica | modifica wikitesto]

Tour
  • 2008 - SCANDAL ~Give me P.P. Tour 2008 Summer~
  • 2009 - First One-Man Live Tour
  • 2010 - SCANDAL ~Shunkan Sakurazensen TOUR~ 2010 SPRING
  • 2010 - "SCANDAL TEMPTATION BOX TOUR 2010" ~YEAH! tte Iei!~
  • 2011 - SCANDAL LIVE TOUR 2011 "Dreamer"
  • 2011 - SCANDAL VIRGIN HALL TOUR 2011 "BABY ACTION"
  • 2012 - SCANDAL Hall Tour
  • 2013 - SCA-wa mada Honki dashitenai dake
One-Man Live
  • 2010 - Ameagari no Kessan ~Edo Hen~ "Zettai ni Makerarenai Tatakai ga Koko ni wa Aru"
  • 2010 - Ameagari no Kessan ~Naniwa Hen~ "Zettai ni Makerarenai Tatakai ga Koko ni wa Aru"
  • 2010 - SCANDAL SPECIAL LIVE "BEST?Xmas 2"
  • 2011 - SCANDAL ONE-MAN LIVE IN Shikoku "Kyuu ni Kite Gomen"
  • 2011 - SCANDAL SPECIAL LIVE "BEST?Xmas 3"
  • 2012 - SCANDAL JAPAN TITLE MATCH LIVE 2012 "SCANDAL vs BUDOKAN"
  • 2013 - Osaka Jo-Hall 2013 Wanderful Tonight
All'estero
  • 2008 - Stati Uniti Japan Nite US Tour 2008
  • 2008 - Stati Uniti Sakura-Con 2008
  • 2008 - Francia Japan Expo 2008
  • 2009 - Hong Kong Animation-Comic-Game Hong Kong 2008
  • 2009 - Hong Kong Animation-Comic-Game Hong Kong 2009
  • 2010 - Hong Kong Animation-Comic-Game Hong Kong 2010
  • 2010 - Hong Kong SCANDAL Live in Hong Kong 2010
  • 2010 - Singapore ANIME FESTIVAL ASIA
  • 2011 - Stati Uniti AM2
  • 2011 - Taiwan Hong Kong Singapore SCANDAL ASIA TOUR 2011 "BABY ACTION"
  • 2012 - Malesia SCANDAL SPECIAL LIVE IN MALAYSIA 2012

Premi e nomine[modifica | modifica wikitesto]

Anno Premio Categoria Nominato Risultato
2009 Japan Record Awards[45] New Artist Vinto
Best New Artist Candidatura
2010 RTHK Pop Poll Awards[56][132][133] Top Japanese New Act Vinto
2011 Top Japanese Artist Candidatura
2012 Candidatura
2011 Billboard Japan Music Awards[134] Animation Artist of the Year 2011 Candidatura

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Best Scandal review, Allmusic. URL consultato il 18 ottobre 2012.
  2. ^ a b c d e f g h i j (EN) Alexey Eremenko, Scheda biografica su Allmusic, Allmusic. URL consultato il 18 ottobre 2012.
  3. ^ a b (JA) SCANDAL 『BEST★SCANDAL』 in Rolling Stone (edizione giapponese). URL consultato il 14 dicembre 2014.
  4. ^ a b (JA) 平成生まれのガレージロックバンド『SCANDAL』参上!! in Josei Jisin, 28 maggio 2009. URL consultato il 23 ottobre 2012.
  5. ^ (JA) キャレス初のGIRLS BAND [La prima girl-band della Caless] in Masterworks.jp, 21 agosto 2006. URL consultato il 20 ottobre 2012.
  6. ^ a b (JA) SCANDAL、女性バンド初の1stから4作連続TOP5 [SCANDAL, prima girl-band con quattro album esordienti nella top 5] in Oricon Style, Oricon, 2 ottobre 2012. URL consultato il 4 ottobre 2012.
  7. ^ a b (EN) J-MELO Awards, NHK. URL consultato il 20 ottobre 2012.
  8. ^ (EN) Dennis A. Amith, The Most Powerful Japanese Girlie Pop Rock (PDF) in J!-ENT. URL consultato il 21 ottobre 2012.
  9. ^ a b c d e f g h i SCANDAL biografia in Tokyonoise.net. URL consultato il 12 ottobre 2012.
  10. ^ a b (JA) Biography. URL consultato il 20 ottobre 2012.
  11. ^ (JA) Caless Vocal & Dance School, SUGER LIVE in Ameblo.jp, 12 ottobre 2006. URL consultato il 22 ottobre 2012.
  12. ^ a b c d (EN) Mutsumi Morita, SCANDAL SPREADS ITS WINGS / Rock 'n' rollers shed their teen look but keep their signature sound in Daily Yomiuri, 4 novembre 2011. URL consultato il 21 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 3 novembre 2011).
  13. ^ a b c d Intervista alle SCANDAL in Nipponproject.com, 29 dicembre 2011. URL consultato il 12 ottobre 2012.
  14. ^ (JA) Rina, 城天ストリート [Shiroten street] in Ameblo.jp, 25 agosto 2012. URL consultato il 22 ottobre 2009.
  15. ^ a b c d e Biografia delle SCANDAL in Jame-world.com. URL consultato il 12 ottobre 2009.
  16. ^ (EN) SCANDAL BIOGRAPHY - Profile in Kitty.co.jp. URL consultato il 22 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 27 marzo 2010).
  17. ^ a b c d e (EN) Shoko Ueda, Brian Ashcraft, Japanese Schoolgirl Confidential: How Teenage Girls Made a Nation Cool, Kodansha Comics USA, 2010, pp. 50-52, ISBN 4-7700-3115-7.
  18. ^ (EN) Andrew Smith, SCANDAL Interview in J-popworld.com. URL consultato il 22 ottobre 2012.
  19. ^ a b (EN) "SPACE RANGER" is now available downloading at iTunes Store for just $0.99- in Myspace, 15 aprile 2008. URL consultato il 22 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 3 ottobre 2011).
  20. ^ (JA) iTunes、SCANDALの「恋模様」を無料配信 [Koi moyō delle SCANDAL disponibile su iTunes] in Ascii.jp, 16 aprile 2008. URL consultato il 22 ottobre 2012.
  21. ^ Japan Nite US Tour 2008 in Sxsw-asia.com. URL consultato il 22 ottobre 2012.
  22. ^ (EN) Robert Michael Pool, Chatmonchy go south by southwest in The Japan Times, 12 febbraio 2010. URL consultato il 22 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 13 luglio 2012).
  23. ^ (EN) Sakura-con 2008 in Sakuracon.org. URL consultato il 20 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 25 marzo 2008).
  24. ^ a b c (JA) TBS「私的音楽事情」 [TBS "Circostanze di musica privata"], TBS. URL consultato il 20 ottobre 2012.
  25. ^ (EN) Japan Expo 9 (2008), Japan Expo. URL consultato il 20 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 15 giugno 2011).
  26. ^ (ZH) Anicom 2008 (PDF), Animation Comic Game. URL consultato il 20 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 15 giugno 2011).
  27. ^ (JA) SCANDAL -Give me P.P. Tour 2008 Summer- in Kitty.co.jp. URL consultato il 22 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 29 marzo 2010).
  28. ^ SCANDAL, Nippon Cultural Broadcasting. URL consultato il 20 ottobre 2012.
  29. ^ SCANDAL, TV Asahi. URL consultato il 20 ottobre 2012.
  30. ^ (JA) DOLL in Oricon Style, Oricon. URL consultato l'11 dicembre 2014.
  31. ^ (JA) SCANDAL人気爆発中!初のフリーライブも大成功 [Esplosione di popolarità delle SCANDAL! Anche il primo live gratis è un grande successo] in Natalie, 27 ottobre 2008. URL consultato il 20 ottobre 2012.
  32. ^ (JA) メンバー2名も今春卒業!制服ガールズバンドSCANDALが卒業ソングを熱唱 in De View, Oricon, 4 marzo 2009. URL consultato il 12 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 5 marzo 2009).
  33. ^ (JA) 2009年03月第3週の邦楽シングルランキング情報 [Classifica della terza settimana di marzo 2009 dei singoli musicali giapponesi] in Oricon Style, Oricon. URL consultato il 20 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 24 marzo 2012).
  34. ^ (JA) Sakura Goodbye in Oricon Style, Oricon. URL consultato il 20 ottobre 2012.
  35. ^ (JA) Shōjo S, Oricon. URL consultato il 20 ottobre 2012.
  36. ^ (JA) Bleach DS 4th: Flame Bringer theme in Bleach.sega.jp. URL consultato il 20 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 20 marzo 2009).
  37. ^ (JA) 2009年07月第1週の邦楽シングルランキング情報 [Classifica della prima settimana di luglio 2009 dei singoli musicali giapponesi] in Oricon Style, Oricon. URL consultato il 12 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 15 giugno 2011).
  38. ^ (JA) レコード協会調べ 8月度有料音楽配信認定 <略称:8月度認定> [Esame e certificazione della distribuzione della musica a pagamento di agosto da parte della Recording Industry Association], RIAJ. URL consultato il 20 ottobre 2012.
  39. ^ (JA) SCANDAL、3rdシングル「少女S」で初のトップ10入り [SCANDAL, prima volta in Top Ten con il terzo singolo Shojo S] in Barks, 17 giugno 2009. URL consultato il 20 ottobre 2012.
  40. ^ (JA) MTV student voice 2009, MTV Japan. URL consultato il 20 ottobre 2012.
  41. ^ a b (JA) Yumemiru tsubasa in Oricon Style, Oricon. URL consultato il 20 ottobre 2012.
  42. ^ (JA) 2009年10月第4週の邦楽シングルランキング情報 [Classifica della quarta settimana di ottobre 2009 dei singoli musicali giapponesi] in Oricon Style, Oricon. URL consultato il 20 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 12 dicembre 2011).
  43. ^ (JA) SCANDALが女性バンド7年ぶりの快挙達成 [Le SCANDAL battono un record durato sette anni] in Barks, 28 ottobre 2009. URL consultato il 12 ottobre 2012.
  44. ^ a b c d e f g SCANDAL discografia in Tokyonoise.net. URL consultato il 26 marzo 2009.
  45. ^ a b (JA) Artisti premiati ai Japan Record Awards, Japan Record Awards. URL consultato il 20 ottobre 2012.
  46. ^ (JA) OP/ED ARTIST, Aniplex. URL consultato il 20 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 18 luglio 2011).
  47. ^ (JA) レコード協会調べ 4月度有料音楽配信認定 <略称:4月度認定> [Esame e certificazione della distribuzione della musica a pagamento di aprile da parte della Recording Industry Association], RIAJ. URL consultato il 20 ottobre 2012.
  48. ^ (JA) 2010年02月第3週の邦楽シングルランキング情報 [Classifica della terza settimana di febbraio 2010 dei singoli musicali giapponesi] in Oricon Style, Oricon. URL consultato il 20 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 12 dicembre 2011).
  49. ^ (JA) SCANDAL版「secret base~君がくれたもの~」配信決定 [Decisa la data di pubblicazione della versione delle SCANDAL di Secret Base: Kimi ga kureta mono] in Natalie. URL consultato il 20 ottobre 2012.
  50. ^ a b (JA) 音色を自分たちの好きな感じにしたかった in Natalie. URL consultato il 19 ottobre 2012.
  51. ^ (JA) Animax Spring 2010, Animax. URL consultato il 20 ottobre 2012.
  52. ^ (JA) 2010年06月第2週の邦楽シングルランキング情報 [Classifica della seconda settimana di giugno 2010 dei singoli musicali giapponesi] in Oricon Style, Oricon. URL consultato il 20 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 12 dicembre 2011).
  53. ^ (JA) SCANDALが夏向けシングル&初のライブDVD続々リリース [Le SCANDAL pubblicano il singolo estivo e il primo DVD dal vivo in successione] in Natalie, 26 aprile 2010. URL consultato il 20 ottobre 2012.
  54. ^ (JA) 2010年08月第2週の邦楽シングルランキング情報 [Classifica della seconda settimana di agosto 2010 dei singoli musicali giapponesi] in Oricon Style, Oricon. URL consultato il 20 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 12 dicembre 2011).
  55. ^ SCANDAL、アジア最大級アニメフェスで5000人を動員 [5000 persone si mobilitano per le SCANDAL nel festival d'animazione più grande d'Asia] in Natalie. URL consultato il 20 ottobre 2012.
  56. ^ a b c (JA) SCANDAL 香港でトップアーティストの仲間入り! [SCANDAL nella calssifica dei migliori artisti di Hong Kong!] in Hot Express. URL consultato il 20 ottobre 2012.
  57. ^ (JA) ???? Results Announcement [Artisti premiati agli RTHK Awards], Radio television of Hong Kong. URL consultato il 20 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 15 giugno 2011).
  58. ^ (JA) SCANDAL、2ndアルバムが世界42カ国で発売決定 [SCANDAL, il 2º album sarà pubblicato in 42 paesi in tutto il mondo] in Natalie, 3 settembre 2010. URL consultato il 20 ottobre 2012.
  59. ^ (JA) Temptation Box in Oricon Style, Oricon. URL consultato il 20 ottobre 2012.
  60. ^ (JA) SCANDALインタビュー [Intervista alle SCANDAL] in Lg-anime.com. URL consultato il 21 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 30 maggio 2010).
  61. ^ SCANDAL&京極夏彦、先行上映会で“映画化”の裏側激白 in Natalie, 29 luglio 2010. URL consultato il 26 ottobre 2012.
  62. ^ (JA) SCANDAL最新アルバム携え7都市で「YEAH!って言えいっ!」 [L'ultimo album delle SCANDAL porta il tour Yeah!tte ie iitsu! in sette città] in Natalie, 22 luglio 2010. URL consultato il 20 ottobre 2012.
  63. ^ (JA) 2010年10月第3週の邦楽シングルランキング情報 [Classifica della terza settimana di ottobre 2010 dei singoli musicali giapponesi] in Oricon Style, Oricon. URL consultato il 12 dicembre 2014 (archiviato dall'url originale il 15 giugno 2011).
  64. ^ (JA) 2010年12月第1週の邦楽アルバムランキング情報 [Classifica della prima settimana di dicembre 2010 degli album musicali giapponesi] in Oricon Style, Oricon. URL consultato il 19 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 26 luglio 2012).
  65. ^ (JA) 次世代のアニメミュージックアーティスト18組が7時間、全70曲を横浜アリーナで熱唱!! ~ANIMAX MUSIX最多となる約11,700人が来場~, Animax. URL consultato il 19 ottobre 2012.
  66. ^ (EN) Scandal x Shibuya 109 Mens “Scandalous Winter Holidays” – Pictures and Video in Tokyofashion.com, 14 dicembre 2010. URL consultato il 19 ottobre 2012.
  67. ^ (JA) OST STAR DRIVER in Star-driver.net. URL consultato il 19 ottobre 2012.
  68. ^ (JA) 2011年02月第3週の邦楽シングルランキング情報 [Classifica della terza settimana di febbraio 2011 dei singoli musicali giapponesi] in Oricon Style, Oricon. URL consultato il 19 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 24 marzo 2012).
  69. ^ (JA) Hot Animation (21 feb. 2011) in Billboard-japan.com. URL consultato il 19 ottobre 2012.
  70. ^ (JA) Rina, 豆富小僧 [Tōfu kozō] in 6109.jp, 8 marzo 2011. URL consultato il 19 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 15 dicembre 2013).
  71. ^ (JA) JBV TOUR2011 (PDF), Japan Volleyball Association. URL consultato il 19 ottobre 2012.
  72. ^ (JA) 2011年05月第1週の邦楽シングルランキング情報 [Classifica della prima settimana di maggio 2011 dei singoli musicali giapponesi] in Oricon Style, Oricon. URL consultato il 20 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 24 marzo 2012).
  73. ^ (JA) Hot Animation (2 mag. 2011) in Billboard-japan.com. URL consultato il 20 ottobre 2012.
  74. ^ (JA) 2011.7.2 新木場STUDIO COAST in Esp.ac.jp. URL consultato il 20 ottobre 2012.
  75. ^ (EN) It’s “SCANDAL-ICIOUS!” AM² Proudly Welcomes the Ladies of SCANDAL as Official Musical Guests of Honor in Am2con.org. URL consultato il 20 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 13 luglio 2012).
  76. ^ (JA) 2011年08月第2週の邦楽シングルランキング情報 [Classifica della seconda settimana di agosto 2011 dei singoli musicali giapponesi] in Oricon Style, Oricon. URL consultato il 20 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 24 marzo 2012).
  77. ^ (JA) SCANDAL TSUTAYA訪店で入場規制、10日のメンバー誕生日には…? in Hot Express, 10 agosto 2011. URL consultato il 20 ottobre 2012.
  78. ^ (JA) SCANDAL、ガールズバンド史上最速で武道館公演 [SCANDAL, la più veloce girl-brand di sempre a esordire al Budokan] in Oricon Style, editore=Oricon, 28 settembre 2011. URL consultato il 20 ottobre 2012.
  79. ^ (JA) SCANDAL、話題の3Dホラー映画の主題歌に決定 [SCANDAL, deciso il brano che farà da tema musicale al film horror in 3D] in Oricon Style, Oricon, 13 luglio 2011. URL consultato il 20 ottobre 2012.
  80. ^ (EN) Crystalyn Hodgkins, Shokotan, Scandal, Sphere Make Zone Tribute Album in Anime News Network, 15 giugno 2011. URL consultato il 20 ottobre 2012.
  81. ^ SCANDAL、初アジアツアーで海外ファンを魅了 [Le SCANDAL attirano fans stranieri nel loro primo tour asiatico] in Oricon Style, Oricon, 19 settembre 2011. URL consultato il 20 ottobre 2012.
  82. ^ SCANDAL 初体験&サプライズありのツアーファイナル決行 in Hot Express, 2 dicembre 2011. URL consultato il 20 ottobre 2012.
  83. ^ (EN) SCANDAL to Release First Artist Book, GIRLS BE SCANDALOUS! in Jpopasia.com, 28 settembre 2011. URL consultato il 20 ottobre 2012.
  84. ^ (JA) SCANDALオリジナルモデル(受注生産限定品) in Marukai-zippo.com. URL consultato il 20 ottobre 2012.
  85. ^ (JA) ZONEライブ決定!! in RunTime, 17 novembre 2011. URL consultato il 18 ottobre 2012.
  86. ^ (JA) SCANDAL 来年3月アジア3カ国ツアー決定 in Sponichi Annex, 3 dicembre 2012. URL consultato il 10 dicembre 2012.
  87. ^ (JA) (Single Review) SCANDAL's "HARUKAZE" in Jpopasia.com, 28 febbraio 2012. URL consultato il 10 dicembre 2012.
  88. ^ (JA) 2012年02月20日〜2012年02月26日のCDシングル週間ランキング [CD singoli: graduatoria settimanale del 20 febbraio 2012 al 26 febbraio 2012] in Oricon Style, Oricon. URL consultato il 18 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 26 luglio 2012).
  89. ^ (JA) Hot animation (5 mar. 2012) in Billboard-japan.com. URL consultato il 18 ottobre 2012.
  90. ^ (JA) 2012年03月05日〜2012年03月11日のCDアルバム週間ランキング [Classifica settimanale album CD in data 11 marzo 2012 al 5 mar 2012] in Oricon Style, Oricon. URL consultato il 18 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 24 marzo 2012).
  91. ^ SCANDAL DOCUMENTARY MOVIE@NHK’s BS-Premium, 26 agosto 2012.
  92. ^ SCANDAL、初ベスト発売決定 in Oricon Style, Oricon, 26 dicembre 2011. URL consultato il 12 dicembre 2014.
  93. ^ (JA) SCANDAL、初の武道館ワンマンをDVDとBlu-rayで発売 [SCANDAL, esce il DVD e il Blu-ray del primo one-live al Budokan] in Natalie, 16 agosto 2012. URL consultato il 12 ottobre 2012.
  94. ^ (JA) SCANDAL 初武道館チケット15分で完売 [SCANDAL, esauriti in quindici minuti i biglietti per il Budokan] in Hot Express, 16 agosto 2012. URL consultato il 18 ottobre 2012.
  95. ^ (JA) SCANDAL 隠れた名曲も収めたベスト盤発売、5月から全国ツアー敢行 in Hot Express, 7 marzo 2012. URL consultato il 19 ottobre 2012.
  96. ^ (JA) SCANDALニューシングルはレンジNAOTOプロデュース [Scandal, nuovo singolo prodotto da Naoto] in Natalie, 5 maggio 2012. URL consultato il 19 ottobre 2012.
  97. ^ SCANDAL 今年の夏ソング代表に名乗り、『太陽スキャンダラス』1位獲得 in Billboard-japan.com, 20 giugno 2012. URL consultato il 19 ottobre 2012.
  98. ^ (JA) 週間 CDシングルランキング 2012年07月23日付 (2012年07月09日~2012年07月15日) in Oricon Style, Oricon. URL consultato il 19 ottobre 2012.
  99. ^ (JA) SCANDAL 興奮と熱狂、感動を呼んだ武道館ライブが遂にDVD/BD化 in Billboard-japan.com, 25 luglio 2012. URL consultato il 14 dicembre 2012.
  100. ^ (JA) 2012年08月20日〜2012年08月26日のDVD音楽週間ランキング(2012年09月03日付) in Oricon Style, Oricon. URL consultato il 19 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 3 settembre 2012).
  101. ^ (JA) 2012年09月10日〜2012年09月16日のCDシングル週間ランキング(2012年09月24日付) in Oricon Style, Oricon. URL consultato il 19 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 2 dicembre 2012).
  102. ^ a b (JA) SCANDAL、9月新曲はトライセラ和田唱プロデュース in Natalie, 17 luglio 2012. URL consultato il 19 ottobre 2012.
  103. ^ (EN) Oricon Weekly Charts for 9/24 ~ 9/30 in Tokyohive, 3 ottobre 2012. URL consultato il 4 ottobre 2012.
  104. ^ 週間 CDアルバムランキング 2012年10月08日付 (2012年09月24日~2012年09月30日) [Classifica Oricon dal 24 al 30 settembre 2012] in Oricon Style, Oricon. URL consultato il 4 ottobre 2012.
  105. ^ (EN) Windows 8 CM featuring SCANDAL's song Satisfaction in Allpopasia.com, 23 ottobre 2012. URL consultato il 24 ottobre 2012.
  106. ^ (EN) YUI to produce cover album “SHE LOVES YOU” with various artists in Tokyohive, 16 settembre 2012. URL consultato il 26 ottobre 2012.
  107. ^ (JA) SCANDAL、アルバム発売記念フリーライヴに30ヶ国20万人が熱狂, MTV Japan, 28 settembre 2012. URL consultato il 19 ottobre 2012.
  108. ^ (ZH) 拿着拐杖都要看 SCANDAL赞大马粉丝超给力! in Enter-E, 2 dicembre 2012. URL consultato il 3 dicembre 2012 (archiviato dall'url originale il 23 marzo 2013).
  109. ^ (JA) Encore Show (limited edition) in Oricon Style, Oricon. URL consultato il 6 febbraio 2013.
  110. ^ (JA) 映画『今日、恋をはじめます』にSCANDAL、Perfumeら12組が参加, MTV Japan, 7 agosto 2012. URL consultato il 3 dicembre 2012.
  111. ^ (JA) 2013年02月05日のCDアルバムデイリーランキング [Classifica Oricon album giornaliera del 5 febbraio 2013] in Oricon Style, Oricon. URL consultato il 6 febbraio 2013 (archiviato dall'url originale il 7 febbraio 2013).
  112. ^ (EN) REPORT - SCANDAL Live at OSAKA-JO Hall in Afachan.asia, 4 marzo 2013. URL consultato il 4 marzo 2013.
  113. ^ (JA) SCANDAL 夢の大阪城ホール公演が、わずか5分で完売 [Tutto esaurito in cinque minuti per l'esibizione sognata dalle SCANDAL all'Osaka-jō Hall] in Billboard-japan.com, 21 gennaio 2013. URL consultato il 4 marzo 2013.
  114. ^ (JA) SCANDAL 初のマレーシア・ワンマン大盛況、来春にはアジアツアー [Grande successo per il one-man live malese, fissata una tournée asiatica per la prossima primavera] in Billboard-japan.com, 3 dicembre 2012. URL consultato il 27 maggio 2013.
  115. ^ (EN) SCANDAL to have their biggest nationwide tour this fall + DVD/BD release for OSAKA-JO HALL ‘WONDERFUL TONIGHT’ in Sgcafe.com, 11 giugno 2013. URL consultato il 9 settembre 2013.
  116. ^ (JA) 2013年05月20日~2013年05月26日のCDシングル週間ランキング(2013年06月03日付) in Oricon Style, Oricon. URL consultato il 31 agosto 2013 (archiviato dall'url originale il 30 maggio 2013).
  117. ^ (JA) Billboard Japan Hot 100 in Billboard-japan.com, 3 giugno 2013. URL consultato il 31 agosto 2013.
  118. ^ (JA) Bilboard Adult Contemporary Airplay in Billboard-japan.com, 3 giugno 2013. URL consultato il 31 agosto 2013.
  119. ^ (EN) SCANDAL To Collaborate With A Robot On New Music Project in Jpopasia.com, 5 aprile 2013. URL consultato il 31 agosto 2013.
  120. ^ (JA) ガールズロックが世界を変える! ぴあ的ガールズバンドのススメ 2013 in Pia. (archiviato dall'url originale il 10 ottobre 2013).
  121. ^ (EN) SCANDAL will rock you at their AFA debut!, animefestival.asia. URL consultato il 21 ottobre 2012.
  122. ^ (JAEN) SCcomment in Myspace. URL consultato il 18 ottobre 2012.
  123. ^ (JA) SCANDAL 怖いもの知らずの新世代ガールズバンド [SCANDAL, impavido gruppo di ragazze di nuova generazione], Yahoo! Japan, 17 ottobre 2008. URL consultato il 18 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 15 giugno 2011).
  124. ^ (EN) SCANDAL: BABY ACTION Reviewed in Pop Culture Online. URL consultato il 21 ottobre 2012.
  125. ^ (JA) Rina, Sister in Ameblo.jp, 24 gennaio 2012. URL consultato il 23 ottobre 2012.
  126. ^ a b (EN) They won't sell their school uniforms, Razor TV. URL consultato il 23 ottobre 2012.
  127. ^ Haruna si riferisce al fatto che le uniformi in Giappone sono un popolare oggetto di feticismo nella cultura otaku.
  128. ^ (JA) Attrezzatura musicale di Haruna Ono, scandal4gear.web.fc2.com. URL consultato il 24 ottobre 2012.
  129. ^ (JA) Attrezzatura musicale di Mami Sasazaki, scandal4gear.web.fc2.com. URL consultato il 24 ottobre 2012.
  130. ^ (JA) Attrezzatura musicale di Tomomi Ogawa, scandal4gear.web.fc2.com. URL consultato il 24 ottobre 2012.
  131. ^ (JA) Attrezzatura musicale di Rina Suzuki, scandal4gear.web.fc2.com. URL consultato il 24 ottobre 2012.
  132. ^ 22º International Pop Poll Award, rthk.org.hk. URL consultato l'8 dicembre 2012.
  133. ^ 23º International Pop Poll Award, rthk.org.hk. URL consultato l'8 dicembre 2012.
  134. ^ (JA) Billboard JAPAN Music Awards 2011 (PDF) in Hanshin Center Links. URL consultato il 14 gennaio 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica