Rimbalzello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Schema del movimento di un ciottolo

Il rimbalzello è un gioco che consiste nel lanciare un ciottolo piatto nell'acqua in modo che rimbalzi più volte sulla sua superficie prima di affondare. Più rimbalzerà la pietra, più il lancio sarà riuscito. Ogni salto del ciottolo si chiama appunto "rimbalzo". All'estero, si svolgono campionati ed esistono associazioni che riuniscono appassionati di questo gioco.

Meccanismo[modifica | modifica sorgente]

Il meccanismo[1] che permette il rimbalzo di un ciottolo (con una densità superiore a quella dell'acqua) si basa sulla superiorità della forza d'appoggio del ciottolo rispetto alla forza di gravità. La forza d'appoggio di un liquido è direttamente proporzionale al quadrato della velocità d'immersione del ciottolo nel liquido moltiplicato per la superficie di contatto del ciottolo con l'acqua (meccanismi analoghi agiscono nello sci nautico). La forza di gravità è costante ed è definita soltanto dalla massa del ciottolo e dall'accelerazione in caduta libera. Ad ogni "rimbalzo", il ciottolo perde velocità e di conseguenza diminuisce anche la forza d'appoggio, e quando quest'ultima diventa minore della forza peso, la pietra affonda. Inoltre, dopo ogni contatto con l'acqua, il ciottolo acquista un moto angolare casuale (si rovescia), a causa del quale, col successivo "rimbalzo", la sua parte non piana può entrare in contatto con l'acqua: in tal caso la superficie di contatto del ciottolo con l'acqua diminuisce e con essa, di conseguenza, si riduce la forza d'appoggio. Per evitare questo, al momento del lancio si imprime alla pietra un moto rotatorio attorno all'asse perpendicolare alla parte piana: dopodiché, per la legge di conservazione della quantità di moto il rovesciamento della parte piana del ciottolo si riduce al minimo.

Sport[modifica | modifica sorgente]

Il lancio dei ciottoli è attualmente uno sport di cui si svolgono persino dei campionati. Il primo praticante di questo gioco a entrare nel Guinness dei Primati è stato Coleman McGee, che nel 1992 realizzò 38 rimbalzi. Undici anni dopo (nel 2003) il suo record è stato battuto da Kurt Steiner (40 rimbalzi). Nel 2007 l'americano Russell Byars ha stabilito il nuovo primato (51).

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Secrets of successful stone-skipping. [Nature. 2004] - PubMed - NCBI

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]