Reticolocita

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Reticolocita

I reticolociti sono degli eritrociti giovani, privi di nucleo cellulare, che sono stati appena immessi nel circolo sanguigno e conservano per qualche tempo (circa 24 h) un esiguo numero di ribosomi.

I Ribosomi vengono conservati per continuare a produrre emoglobina.

È proprio questa caratteristica a determinare la loro denominazione. Infatti con una particolare colorazione (blu cresile brillante) precipitano sotto forma di sostanza granulosa e filamentosa: "reticolare".

Costituiscono lo 0,5-1,5% degli eritrociti in circolo.[1]

Negli eritrociti, e nei reticolociti in particolare, possono essere visibili alcuni inclusi citoplasmatici: i Corpi di Jolly e gli anelli di Cabot.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ C. Boari, L. Macori, Emocromo: guida rapida all'interpretazione ragionata, 2001, Piccin Nuova Libraria, ISBN 88-299-1533-5

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina