Repubbliche autonome dell'Unione Sovietica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Le Repubbliche autonome dell'Unione Sovietica (RSSA)(автономная советская социалистическая республика in russo) erano un tipo di suddivisone amministrativa all'interno dell'Unione Sovietica. Il loro status era inferiore alle repubbliche sovietiche (come la RSFS Russa o la RSS Ucraina) e maggiore ai distretti autonomi o ai circondari autonomi dell'Unione Sovietica. Per tanto la giurisdizione delle

Al contrario delle repubbliche sovietiche, le repubbliche autonome non avevano il diritto di separarsi dall'Unione.

RSS Azera[modifica | modifica wikitesto]

RSS Georgiana[modifica | modifica wikitesto]

RSFS Russa[modifica | modifica wikitesto]

La costituzione della RSFS Russa del 1978 riconosceva le seguenti sedici repubbliche:

Esistevano all'interno della RSFS Russa anche altre repubbliche autonome che per cause differenti vennero abolite o variate di status:

RSS Ucraina[modifica | modifica wikitesto]

RSS Uzbeka[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Salvi Sergio, La disunione sovietica, Ponte delle Grazie, Firenze, 1990;
storia Portale Storia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di storia