Reinhold Sulzbacher

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Reinhold Sulzbacher
Dati biografici
Nazionalità Austria Austria
Altezza 170 cm
Peso 70 kg
Slittino Luge pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Singolo, doppio
Squadra Werkssportverein Liezen
Ritirato 1983
Palmarès
Europei 1 0 0
Coppa del Mondo - Doppio 3 trofei
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 14 dicembre 2012

Reinhold Sulzbacher (Liezen, 29 luglio 1944) è un ex slittinista austriaco.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gareggiò sia nel singolo sia nel doppio, ma ottenne tutti i suoi successi nel doppio in coppia con Günther Lemmerer. Esordì in Coppa del Mondo nella stagione 1979/80, conquistò il primo podio, nonché la prima vittoria, il 7 dicembre 1979 nel doppio ad Igls. Trionfò in classifica generale nella specialità del doppio in tre edizioni consecutive: nel 1979/80, nel 1980/81 e nel 1981/82.

Prese parte a due edizioni dei Giochi olimpici invernali: ad Innsbruck 1976 colse la settima piazza nel singolo e la quinta nel doppio con Manfred Schmid ed a Lake Placid 1980 si classificò in nona posizione nel doppio insieme a Günther Lemmerer.

Ai campionati europei vinse la medaglia d'oro a Winterberg 1982 nel doppio.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Europei[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo[modifica | modifica wikitesto]

  • Vincitore della Coppa del Mondo nella specialità del doppio nel 1979/80, nel 1980/81 e nel 1981/82.
  • 13 podi (tutti nel doppio):
    • 6 vittorie;
    • 2 secondi posti;
    • 5 terzi posti.

Coppa del Mondo - vittorie[modifica | modifica wikitesto]

Data Luogo Paese Disciplina
7 dicembre 1979 Igls Austria Austria Doppio
con Günther Lemmerer
27 gennaio 1980 Hammarstrand Svezia Svezia Doppio
con Günther Lemmerer
13 febbraio 1980 Imst Austria Austria Doppio
con Günther Lemmerer
14 dicembre 1980 Igls Austria Austria Doppio
con Günther Lemmerer
21 dicembre 1980 Winterberg bandiera Germania Ovest Doppio
con Günther Lemmerer
18 gennaio 1981 Valdaora Italia Italia Doppio
con Günther Lemmerer

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]