Red Light Special

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Red Light Special

Artista TLC
Tipo album Singolo
Pubblicazione 21 febbraio 1995
Durata 5 min : 04 s
Album di provenienza CrazySexyCool
Genere Rhythm and blues
Etichetta LaFace Records
Produttore Babyface
Registrazione 1994
Formati CD
Certificazioni
Dischi d'oro 1
TLC - cronologia
Singolo precedente
(1994)
Singolo successivo
(1995)

Red Light Special è il titolo di un brano musicale Rhythm and blues scritto e prodotto da Babyface per il secondo album della band statunitense TLC, CrazySexyCool. Il brano è stato pubblicato nel febbraio del 1995 come secondo singolo ufficiale tratto dall'album ed ha raggiunto la posizione numero 2 della Billboard Hot 100, diventando uno dei maggiori successi del gruppo in patria e uno dei singoli più venduti dell'anno. Il singolo ha ottenuto la certificazione di disco d'oro dalla RIAA con oltre 500.000 copie vendute.[1] La canzone ha ricevuto una nomination ai Grammy Award del 1996 come "Miglior canzone R&B", insieme al precedente singolo delle TLC, Creep e a un'altra canzone scritta da Babyface, You Can't Run.[2]

Video[modifica | modifica sorgente]

Il video del singolo è stato diretto dal regista Matthew Rolston ed è ambientato in una sorta di bordello dove le prostitute sono tutti uomini e Lisa Lopes interpreta il pappone. La scena principale del video vede le cantanti intorno a un tavolo da poker circondato da molti uomini, intente a giocare una partita di strip poker: man mano che il video va avanti, ogni giocatore perde un indumento, e alla fine Left Eye perde la pazienza e getta all'aria il tavolo. In altre sequenze ogni membro del gruppo si trova in una stanza diversa del bordello in compagnia di ragazzi impegnati a spogliarle o a stuzzicarle. Il video alterna scene a colori e scene in bianco e nero; le scene a colori presentano una fotografia che esalta il colore rosso, in linea col titolo della canzone. Ci sono due versioni del video: l'originale, chiamata "Dirty Version", è più esplicita riguardo agli approcci fisici che avvengono tra le cantanti e gli attori, mentre l'altra è meno esplicita ed è quella che è stata trasmessa dalle tv.

Ricezione[modifica | modifica sorgente]

Il singolo ha raggiunto la posizione numero 3 nella Hot R&B/Hip-Hop Songs di Billboard, dove ha passato 20 settimane complessive.[3] Nella Billboard Hot 100 invece ha saputo fare di meglio: entrato in top10 al numero 5 mentre Creep era ancora al numero 3[4], il singolo ha raggiunto la posizione numero 2 dove è rimasto tre settimane consecutive[5], diventando il secondo brano delle TLC a raggiungere la seconda posizione e il terzo ad entrare nella top5 della classifica statunitense. Da qui in poi i singoli principali delle TLC avranno più successo nella classifica pop che in quella R&B, decretando il successo del gruppo oltre i confini della musica urban. Nella lista dei 100 singoli di maggior successo del 1995 il brano è stato inserito da Billboard alla posizione numero 28[6], mentre Waterfalls e Creep sono stati inseriti rispettivamente al secondo e al terzo posto.

Nel Regno Unito il brano è stato il primo singolo del gruppo ad entrare in top20, dove è arrivato alla posizione numero 18. In Nuova Zelanda il singolo ha raggiunto la nona posizione[7], diventando il secondo singolo in top10 delle TLC e spendendo sette settimane consecutive nella top20.

Classifiche[modifica | modifica sorgente]

Chart (1995) Peak
position
U.S. Billboard Billboard Hot 100 2
U.S. Billboard Radio Songs[8] 4
U.S. Billboard Hot R&B/Hip Hop Singles & Tracks 3
U.S. Billboard Hot Dance Music/Maxi-Singles Sales 9
U.S. Billboard Rhythmic Top 40 1
U.S. Billboard Mainstream Top 40 11
Nuova Zelanda 9
Regno Unito 18

Tracce[modifica | modifica sorgente]

  • CD1
  1. "Red Light Special" (Radio Edit) - 4:40
  2. "Red Light Special" (L.A.'s Flava Mix) - 4:28
  3. "Red Light Special" (Album Version) - 5:02
  4. "Red Light Special" (Gerald Hall Remix) - 5:09
  5. "My Secret Enemy" - 5:36
  • CD2
  1. "Red Light Special" (Radio Edit) - 4:40
  2. "Red Light Special" (Alternate Radio Edit) - 4:31
  3. "Red Light Special" (Album Version) - 5:02
  4. "Red Light Special" (Album Instrumental) - 5:02
  • 12" Vinyl
  1. "Red Light Special" (L.A.'s Flava Mix - Extended Version)
  2. "Red Light Special" (Album Version)
  3. "Red Light Special" (Gerald Hall's Remix)
  4. "Red Light Special" (Acappella)
  5. "Red Light Special" (Instrumental)
  6. "My Secret Enemy"

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ RIAA - Recording Industry Association of America
  2. ^ CNN - List of Grammy nominees - Jan. 4, 1996
  3. ^ Billboard - Music Charts, Music News, Artist Photo Gallery & Free Video
  4. ^ Billboard - Music Charts, Music News, Artist Photo Gallery & Free Video
  5. ^ Billboard - Music Charts, Music News, Artist Photo Gallery & Free Video
  6. ^ Billboard Top 100 - 1995 - Longbored Surfer - Charts
  7. ^ charts.org.nz - TLC - Red Light Special
  8. ^ Billboard - Music Charts, Music News, Artist Photo Gallery & Free Video