Port-Vendres

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Port-Vendres
comune
Port-Vendres – Stemma
Port-Vendres – Veduta
Localizzazione
Stato Francia Francia
Regione Blason région fr Languedoc-Roussillon.svg Linguadoca-Rossiglione
Dipartimento Blason 66.svg Pirenei Orientali
Arrondissement Céret
Cantone Côte Vermeille
Territorio
Coordinate 42°31′N 3°07′E / 42.516667°N 3.116667°E42.516667; 3.116667 (Port-Vendres)Coordinate: 42°31′N 3°07′E / 42.516667°N 3.116667°E42.516667; 3.116667 (Port-Vendres)
Superficie 14,75 km²
Abitanti 4 365[1] (2009)
Densità 295,93 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 66660
Fuso orario UTC+1
Codice INSEE 66148
Cartografia
Mappa di localizzazione: Francia
Port-Vendres
Sito istituzionale
Obelisco di Port-Vendres.

Port-Vendres (in catalano Portvendres) è un comune francese di 4.365 abitanti situato nel dipartimento dei Pirenei Orientali nella regione della Linguadoca-Rossiglione. Cuore della Côte vermeille, che si estende fra Argelès-sur-Mer e la frontiera spagnola, la cittadina, importante porto commerciale fino agli anni sessanta è oggi una frequentata stazione balneare.

Persone legate a Port-Vendres[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti

Il faro di Cap Béar[modifica | modifica sorgente]

Il faro di Cap Béar a Port Vendre

Il faro di Cap Béar è sito sull'omonimo monte, nel territorio comunale di Port Vendre.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Nel 1836 venne eretto un primo faro. Si trattava di una piccola torre cilindrica su di un basamento di 9 m di altezza, con una luce bianca fissa. Esso si elevava a 23 m s.l.m. Nel 1905 venne abbandonato poiché era troppo spesso avvolto dalle nubi. Un secondo faro lo sostituì a livello del mare: esso era munito di luci bianche lampeggianti ogni 20 secondi.

Il faro attuale[modifica | modifica sorgente]

Si tratta di una torre piramidale in petra. Nella parte inferiore si trovano gli alloggi dei guardiani e i fabbricati di servizio.

All’interno la decorazione è accurata : muri color blu opalino, scale di marmo rosso e corrimani in rame.

Il faro è automatizzato, telecontrollato e non presidiato. Esso è dotato di una stazione GPS differenziale.

Esso è oggetto d'iscrizione a titolo di monumento storico dal 12 ottobre 2011.[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ INSEE popolazione legale totale 2009
  2. ^ [1] Base Mérimée PA66000034

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Francia Portale Francia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Francia