Plasmodium malariae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Plasmodium malariae
Mature Plasmodium malariae schizont PHIL 2715 lores.jpg
il Plasmodium malariae
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Protista
Phylum Apicomplexa
Subphylum Sporozoa
Classe Aconoidasida
Ordine Haemosporida
Sottordine Plasmodiidae
Genere 'Plasmodium'
Specie ''P. malariae''
Nomenclatura binomiale
''Plasmodium malariae''
Feletti & Grassi, 1889

Il Plasmodium malariae è un plasmodio dell'ordine degli Haemosporida. Questi appartengono al regno dei Protista, subphylum sporozoa.

Il plasmodio si riproduce per spore, da queste crescono delle cellule flagellate chiamate gametospore che sono differenziate in gameti maschili e gameti femminili, questi a loro volta si uniranno per dare origine ad un nuovo sporozoo.

Gli adulti vengono introdotti all'interno degli organismi, nei quali si riproducono, attraverso punture d'insetto.

Correlazione con la malaria[modifica | modifica sorgente]

Il Plasmodium malariae è responsabile di una forma di malaria caratterizzata dalla febbre quartana, per il fatto che gli accessi febbrili si ripetono ogni quarto giorno. Ciò avviene perché il ciclo eritrocitario del parassita dura 72 ore ed il quarto giorno avviene la lisi dei globuli rossi con attivazione del sistema immunitario. La percentuale di emazie attaccate è molto bassa.
L'andamento è generalmente benigno, ma dopo il primo attacco sono molto frequenti ricadute, a volte con cadenza semestrale, nell'arco di 50 anni.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Atlas of medical parasitology