Parisi (Gallia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Moneta dei parisi I secolo)

I Parisi (o Quarisi) erano un'antica tribù celtica della Gallia che si era stabilita sulle rive della Sequana (Senna) attorno alla metà del III secolo a.C.

Il loro nome potrebbe derivare dal gallico kwarisi e, secondo Cesare, la loro città principale era l'oppidum di Lutetia Parisiorum (oggi Parigi), che divenne poi un'importante città della provincia romana della Gallia Lugdunense. Nel 52 a.C., i parisi parteciparono alla rivolta anti-romana capeggiata da Vercingetorige.

I parisi sono anche attestati nel nord-est della Britannia e precisamente nello Yorkshire orientale e nell'Humberside. È probabile che dopo la sconfitta, alcuni di loro sarebbero fuggiti in Britannia, anche se è molto più probabile che i parisi si fossero stabiliti nell'isola prima anche della migrazione dei belgi. Barry Cunliffe[1], distingue infatti tra i parisi della regione di Nanterre-Parigi e quelli che, stando a Tolomeo, si sarebbero recati in Britannia.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Barry Cunliffe, Iron Age Communities in Britain, 1974, pag. 45.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

La Gallia al tempo della conquista di Gaio Giulio Cesare.