Parallelismo (figura retorica)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il parallelismo è la figura retorica di ordine (o sintattica) con la quale si sviluppa un'idea attraverso la successione simmetrica, in genere in coppia, con schema A B, A B (dove A rappresenta il verbo e B rappresenta il complemento oggetto), di brevi concetti o elementi grammaticali. Ad esempio:

«Mandò le tenebre e fece buio.» (Salmi, 104, 28)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Bàrberi Squarotti, Giorgio, Storia e antologia della letteratura. Per le Scuole superiori, Strumenti di analisi e scrittura, Bergamo, 2005
  • Berardi, Roberto, Dizionario di termini della critica letteraria, Firenze, 1966

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Linguistica Portale Linguistica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Linguistica