Paolo Spalla

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Paolo Spalla (Valenza, 1935Valenza, 24 luglio 2010) è stato uno scultore e orafo italiano.

Intraprese l'attività di orafo nel 1960, cominciando poco dopo ad approcciarsi alla scultura. Soprattutto come scultore manifestò lo stretto legame che lo legava alla sua terra e al fiume Po, sia in fatto di soggetti artistici che di materiali utilizzati (pietra, sassi e ciottoli in particolare). Partecipò negli anni ad importanti premi ed esposizioni collettive, fra le quali si ricorda in particolare quella tenuta nel 1993 presso la Fortezza da Basso di Firenze, a cui parteciparono anche Giacomo Manzù, Afro, Giuseppe Capogrossi e Pietro Consagra.

Alcune sue opere sono conservate presso il Museo per l'oreficeria contemporanea (MOC) di Sartirana.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Claude Mazloum, L'art de la joaillerie contemporaine. Les meilleurs créateurs du monde, Gremese, 1993 (pagine 158 e seguenti).
  • Lia Lenti, Dora Liscia Bemporad, Gioielli in Italia: sacro e profano dall'antichità ai giorni nostri: atti del Convegno di studio, Marsilio, 2001 (pagina 170).
  • Marilena Mosco (a cura di), Art of jewelry and artists' jewels in the 20th century, Giunti, 2001 (pagine 375-376).