Opifici nazionali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Gli opifici nazionali (in francese ateliers nationaux) erano degli stabilimenti istituiti a Parigi il 27 febbraio, che avrebbero dovuto, nei piani del loro ideatore Louis Blanc, assorbire la manodopera disoccupata e garantire il diritto al lavoro durante la Seconda Repubblica Francese in seguito alla rivoluzione del 1848.

Sovvenzionati dallo stato e organizzati su strutture egualitarie, si dimostrarono economicamente poco utili e inadeguati dal punto di vista sociale, rimanendo in funzione per soli tre mesi (da marzo a giugno del 1848). Il 22 giugno 1848 il governo a maggioranza repubblicana, decise di chiudere gli Ateliers Nationaux per alleggerire la pressione fiscale che gravava sulle campagne e per riconquistare i consensi perduti nelle aree rurali.