Musée Bourdelle

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il musée Bourdelle è un museo che si trova al numero 18 della via Antoine Bourdelle nel XV arrondissement di Parigi, Francia.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Cléopatre Bourdelle-Sévastos (1905/06)

Inizialmente studio di Antoine Bourdelle (1861-1929), nel 1922 cominciò l'opera di ristrutturazione trasformando il suo studio in un museo, venne poi aiutato da Gabriel Cognacq fondi previsti per l'acquisto di studio e quindi evitare di disperdere le rimanenti opere dell'artista. Il museo è stato inaugurato nel 1949 e ampliato nel 1961 dall'architetto Henri Gautruche al centenario della nascita di Antoine Bourdelle. Venne poi ampliata ulteriormente nel 1992 dell'architetto Christian de Portzamparc.

Oggi si trovano nel museo oltre 500 opere in marmo, gesso, bronzo, dipinti, pastelli e schiizi per affreschi, oltre che la collezione personale di Bourdelle con opere di Eugène Carrière, Eugène Delacroix, Jean Auguste Dominique Ingres, Adolphe Joseph Thomas Monticelli, Pierre Puvis de Chavannes, e Auguste Rodin.

Mostre[modifica | modifica wikitesto]

Le mostre al musée Bourdelle dal 2004[modifica | modifica wikitesto]

La baigneuse accroupie au rocher(1906-1907)
  • Sarkis 26 gennaio - 3 giugno 2007.
  • Henry Moore e la mitologia 19 ottobre 2007 - 29 febbraio 2008

Le mostre all'esterno del museo[modifica | modifica wikitesto]

Musée Bourdelle, sala di intonaci
  • Antoine Bourdelle (1861-1929), passeur de la modernité al museo nazionale della Romania: 8 settembre 2006 - 24 gennaio 2007.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Maison d'écrivains et d'artistes par Hélène Rochette, Edition Parigramme, 2007.
  • Dossier de l'Art N° 10 de janvier/février 1993.
  • Bourdelle par Ionel Jianou et Michel Dufet Edition Arted 1970.
  • Ma vie avec Bourdelle par Cléopâtre Bourdelle-Sevastos, Paris-Musées et Editions des Cendres, 2005 ISBN 2-87900-938-3.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]