Metencefalo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Questa voce è parte della serie
Nevrasse
EmbryonicBrain-Italiano.png

Il metencefalo è una vescicola dell'encefalo dei vertebrati, situata nella parte anteriore (o superiore) del rombencefalo, originata dallo sdoppiamento di quest'ultimo nell'individuo in fase embrionale[1][2].

Si suddivide a sua volta, nell'adulto, in una porzione ventrale definita il ponte di Varolio e una dorsale, il cervelletto; fra le due si apre la cavità detta quarto ventricolo[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Metencefalo sull'Enciclopedia Treccani
  2. ^ Rombencefalo sul Vocabolario Treccani

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Anastasi et al., Trattato di anatomia umana, Napoli, Edi. Ermes, 2006, ISBN 88-7051-285-1.
  • Bergamasco, Mutani, La Neurologia di Bergamini, Torino, Cortina, 2007, ISBN 88-8239-120-5.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]