Medaglia ai Benemeriti della Liberazione di Roma 1849-1870

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Medaglia ai benemeriti della Liberazione di Roma (1849-1870)
Flag of Italy (1861-1946).svg
Regno d'Italia
Tipo Medaglia commemorativa
Status cessato
Istituzione Roma, 28 settembre 1870
Concessa a soldati e ufficiali italiani viventi nel 1870
Concessa per partecipazione alla difesa di Roma dal 1849 al 1870
Campagna *Prima guerra di indipendenza italiana
Barrette 1848, 1849, 1867, 1870
Totale delle concessioni 2 in oro, 24 in argento, varie in bronzo
Incisore C. Moscetti
Firma incisore C.M. (sul retro)
Diametro 31,5 mm
Gradi oro, argento, bronzo
Medaglie, decorazioni ed ordini cavallereschi italiani
CivicaRoma.png
Nastro della medaglia.

La medaglia ai benemeriti della Liberazione di Roma 1849-1870 fu una medaglia concessa dal Regno d'Italia a quanti avessero partecipato alle operazioni belliche della prima, della seconda e della terza guerra d'indipendenza volte alla conquista ed alla difesa di Roma.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La medaglia venne istituita dalla Giunta Provvisoria di Governo di Roma con decreto del 28 settembre 1870, all'indomani della Presa di Roma per ricompensare quanti avessero partecipato degnamente alla difesa ed alla presa di Roma tra il 1849 ed il 1870.

Essa venne realizzata in oro (solo 2 esemplari), in argento (ai 24 superstiti della battaglia di Villa Glori ed a grandi personaggi del risorgimento italiano), mentre quella di bronzo venne destinata a tutti i militari che avessero preso parte a questa campagna.

Insegne[modifica | modifica sorgente]

Medaglia[modifica | modifica sorgente]

La medaglia consiste in un disco d'oro, d'argento o di bronzo del diametro di avente:

sul diritto: uno scudo con lo stemma araldico di Roma sormontato da una lupa capitolina e sovrapposto a due fasci littori incrociati e a una corona di quercia;
sul retro
al centro la scritta «ROMA RIVENDICATA AI SUOI LIBERATORI» racchiusa in una corona di quercia.

Nastro[modifica | modifica sorgente]

Il nastro reca i colori della città di Roma: sei strisce rosse alternate a cinque strisce gialle.

Fascette[modifica | modifica sorgente]

Il nastro poteva essere completato da barrette bronzee che riportavano gli anni di campagna in cui si era prestato servizio. Le barrette erano consentite per gli anni 1848, 1849, 1867, 1870.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]