Mario (serie)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando la serie televisiva omonima, vedi Mario (serie televisiva).
L'emblema di Mario

Mario è una serie di videogiochi prodotta da Nintendo, considerata una delle più popolari, durature e migliori serie di videogiochi della storia[1]. Alcuni titoli appartenenti a questa serie, sono considerati alcuni dei più grandi e celebri videogiochi della storia, come Super Mario Bros.[1][2], Super Mario Bros. 3[3], Super Mario World[4], Super Mario 64[5][6][7][8][9][10], Super Mario Galaxy (spesso indicato come il miglior videogioco di sempre) e Super Mario Galaxy 2[11][12][13][14]. In generale la serie e il suo protagonista, hanno avuto un profondo impatto sulla cultura videoludica e popolare degli ultimi trent'anni[15][16][17][18].

Il protagonista della maggior parte dei titoli è il celebre idraulico Mario, solitamente accompagnato dal fratello Luigi. La serie è composta da oltre 200 videogiochi, la maggior parte dei quali appartengono al genere platform e contengono nel titolo la dicitura Super Mario, nome del filone principale della serie.

Essa è inoltre il franchise che ha venduto di più nel campo dei videogiochi, arrivando nel 2012 a superare 262 milioni di copie vendute, contando solo la serie principale[19][20]. Le serie spin off come Mario Kart o Mario Party (serie) hanno venduto rispettivamente più di 78 milioni di unità[21] e più di 32 milioni di unità[22]. In totale, l'intero franchise di Mario, contando tutte le serie spin off e i prodotti ad esse legate, ha venduto oltre 856 milioni di copie in tutto il mondo, rivelandosi la serie di videogiochi di maggior successo della storia.

Le vicende di Mario si svolgono nel Regno dei Funghi, governato dalla Principessa Peach ed abitato dai Koopa Troopa e dal malvagio Bowser. Altri personaggi che compaiono nella serie sono Toad, Yoshi, Wario e Waluigi.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Schermata iniziale di Super Mario Bros

Super Mario 3D World New Super Mario Bros. U New Super Mario Bros. 2 Super Mario 3D Land Super Mario Galaxy 2 New Super Mario Bros. Wii Super Mario Galaxy New Super Mario Bros. Super Mario Sunshine Super Mario 64 Super Mario World 2: Yoshi's Island Wario Land: Super Mario Land 3 Super Mario All-Stars Super Mario Land 2: 6 Golden Coins Super Mario World Super Mario Land Super Mario Bros. 3 Super Mario Bros. 2 Super Mario Bros.: The Lost Levels Super Mario Bros.

Dopo lo scarso successo commerciale di Radar Scope, uno dei primi videogiochi arcade prodotti da Nintendo, il presidente della compagnia chiese a Gunpei Yokoi e al designer Shigeru Miyamoto di creare un nuovo titolo che ne sfruttasse il medesimo hardware, per riutilizzare i molti cabinati invenduti.[23] L'idea base di Myamoto era quella di un personaggio (un carpentiere chiamato "Jumpman"), controllato dal giocatore, che deve attraversare delle piattaforme per arrivare ad un obiettivo (rappresentato da una donna in pericolo, rapita da un gorilla) evitando svariati ostacoli: l'idea diventa Donkey Kong (1981), uno dei primi esempi di videogioco a piattaforme, e avrà un sorprendente successo,[24] tanto da spingere Nintendo a mettere in cantiere un altro titolo.

In Mario Bros. (1983), il protagonista cambia nome in Mario e professione idraulico. Lo scopo, questa volta, è quello di liberare uno scantinato da una infestazione di animali (tra i quali delle tartarughe, riprese in tutti i titoli seguenti) e altre creature che camminano su dei tubi, prima tramortendole e poi colpendole. Fa la sua prima comparsa Luigi, fratello di Mario, che appare nel caso di partita a due giocatori. Inizialmente prodotto come arcade, Mario Bros. è stato in seguito convertito sia per console che per home computer.

Super Mario Bros. (1985), per NES, è il primo titolo della serie a presentare lo scorrimento orizzontale dei livelli (sebbene monodirezionale), che nei precedenti titoli erano a schermata fissa. In questo capitolo vengono stabiliti molte caratteristiche che saranno poi elemento cardine dei futuri videogiochi, come le tipologie dei nemici e la forma e l'effetto dei vari power-up. La trama, molto semplice e spesso ricorrente, vede il rapimento di Peach, principessa del Regno dei Funghi, da parte del malvagio Bowser: sarà compito di Mario salvarla, attraversando 32 livelli divisi in otto mondi.

Il seguito, conosciuto come Super Mario Bros.: The Lost Levels (1986), non venne inizialmente esportato al di fuori del Giappone perché ritenuto troppo difficile;[23] per accontentare il pubblico occidentale, desideroso di un nuovo Mario, venne adattato un altro videogioco, Yume Kōjō: Doki Doki Panic, nel quale vennero modificati grafica e sonoro e pubblicato in Europa e negli Stati Uniti come Super Mario Bros. 2 (1988). Per questo motivo molti elementi di gioco sono differenti, e la maggior parte di essi non avranno seguito: per meglio giustificare le stranezze, al termine del gioco appare una schermata che spiega come il tutto non fosse nient'altro che un sogno di Mario. The Lost Levels sarà in seguito inserito nella compilation Super Mario All-Stars per Super Nintendo (1993).

In Super Mario Bros. 3 (1988) il gioco viene ampliato e arricchito di nuovi elementi. Aumentano power-up (come la foglia, che permette di volare per brevi tratti) e nemici; i livelli sono "a tema" con il relativo "mondo" di gioco, inoltre sono visualizzati su una mappa che permette al giocatore di decidere il percorso da fare. Infatti l'ordine non è strettamente lineare, ma permette di ritornare sui propri passi, sebbene ogni livello possa essere completato una sola volta. Lo scrolling dello schermo è sia orizzontale (in entrambe le direzioni) che verticale.

In Super Mario World (1990) per Super Nintendo, i livelli salgono a 72, suddivisi in sette mondi principali e due segreti, raggiungibili grazie a uscite nascoste; Mario acquista una nuova serie di mosse, compreso un "salto avvitato" e l'abilità di raccogliere e lanciare oggetti; guadagna inoltre una sorta di inventario, dove viene sistemato un power-up raccolto "in eccesso", che viene riutilizzato al momento giusto. Fa inoltre la sua prima apparizione il dinosauro Yoshi, qui in veste di comprimario e che sarà invece il protagonista in Super Mario World 2: Yoshi's Island (1995).

In Super Mario 64 (1996) Mario deve salvare un'altra volta la Principessa Peach da Bowser, che ha conquistato il Castello di Peach, grazie al potere delle Superstelle, ora Mario ne dovrà raccogliere almeno 70 per sfidare il boss finale (Bowser) e liberare Peach, saltando di quadro in quadro. Questo gioco segna l'inizio della serie 3-D di Mario. In questo gioco, se Mario prende 120 super-stelle avrà 100 vite extra e imparerà una mossa nuova; così Super Mario 64 è anche il primo gioco in cui il giocatore riceverà un premio per la collezione di oggetti.

In Super Mario Sunshine (2002), per Nintendo GameCube, può considerarsi un seguito di Mario 64, con il quale condivide alcuni elementi di gioco. Questa volta lo scopo è quello di ripulire l'isola nel quale Mario è in vacanza, deturpata da un suo sosia. Come nel precedente episodio, per avanzare nei livelli si devono collezionare dei power-up (chiamati "Soli Custodi" che sostituiscono le Superstelle); questa volta però Mario è dotato di una particolare pistola ad acqua, lo SPLACC 3000, con la quale può sconfiggere i vari nemici.[25]

In New Super Mario Bros. (2006) per Nintendo DS, c'è un ritorno al passato e alle meccaniche di gioco monodimensionali, pur possedendo alcuni elementi realizzati in 3 dimensioni. È infatti una sorta di "mix" fra Super Mario Bros. (la trama è la stessa: Bowser rapisce la Principessa Toadstool Peach e, per liberarla, bisogna sconfiggere Bowser), Super Mario Bros. 3 (la mappa dei mondi, i tubi sulla mappa, la possibilità di prendere i gusci e lanciarli contro i cubi"?" e i mattoni e le case fungo), Super Mario World (la possibilità di mettere un oggetto di riserva), Super Mario 64 (Dorrie, Sushi e Womp provengono da quel gioco, il castello di Peach sullo sfondo è simile a quello di SM64, lo schianto a terra, il salto a parete e il doppio e il triplo salto provengono da quel gioco), Super Mario Sunshine (Mastro Toad e Bowser Jr. vengono da quel gioco) e Super Mario 64 DS (i minigiochi sono gli stessi). Questo gioco segna il ritorno di Mario fuoco,leggendario potenziamento di mario preso attraverso il fiore di fuoco. Nell'agosto 2012 uscirà il sequel New Super Mario Bros. 2.

Super Mario Galaxy (2007), per Wii, sfrutta l'innovativo sistema di controllo della console, basato sulla rilevazione dei movimenti della mano dell'utente. Mario questa volta deve viaggiare in svariati pianeti e asteroidi, ognuno dotato di una propria forza di gravità. Come in Super Mario 64 e Super Mario Sunshine i livelli sono in 3 dimensioni e liberamente esplorabili; tuttavia, in alcuni frangenti, la visuale e il percorso disponibile sono ristretti alle due dimensioni, in modo da ricordare i vecchi episodi. Vengono reintrodotti power-up storici della serie 2D come la starman e il fiore di fuoco (assenti nei precedenti titoli 3D) e introdotti power-up nuovi: il fiore di ghiaccio, il fiore nuvola, il fungo ape, il fungo molla, il fungo boo e la stella rossa.

In New Super Mario Bros. Wii (2009), per Wii, Mario, Luigi, Toad Giallo e Toad Blu stanno festeggiando il compleanno della Principessa Peach, ma ad un tratto arriva una torta e... scappano fuori i Bowserotti e Bowser Jr.. Prendono la torta e la buttano addosso a Peach. In questo gioco, come già detto prima, ritornano i Bowserotti, per la prima volta in 3D e con la voce. Ritorna Yoshi cavalcabile, come su Super Mario World; compare in questi colori: verde, giallo, celeste e rosa, non ha poteri speciali con i gusci, ma può fare il Salto Svolazzante e lo Schianto a Terra. Tutti i personaggi, i nemici e gli oggetti sono in 3D, mentre la struttura dei livelli rimane in 2D.

Super Mario Galaxy 2 (2010), per Wii è il sequel di Super Mario Galaxy. Il Festival delle Stelle non è ancora finito, allora la Principessa Peach invita Mario ad andare al castello per mangiare un po' di torta. Mentre Mario sta andando verso Fungopoli, trova uno Sfavillotto, che gli entra dentro al cappello e gli conferisce l'abilità di fare le piroette. Arrivato davanti al Castello di Peach, Mario incontra Bowser, che è diventato gigante grazie al potere di una Megastella mangiata da lui e così vola via subito. Questo gioco utilizza lo stesso motore grafico di Super Mario Galaxy, anche se con qualche miglioria. La novità principale di questo gioco è Yoshi, che torna giocabile in un videogioco 3D dopo 8 anni.

Super Mario 3D Land (2011), per Nintendo 3DS è un gioco tridimensionale, ma il cui funzionamento ricorda piuttosto i Super Mario Bros. la sua caratteristica principale è la Foglia procione e il suo potenziamento, la Foglia Tanooki.

Negli anni successivi uscirono New Super Mario Bros. 2 (2012), per Nintendo 3DS, e due episodi per Nintendo Wii U, ovvero New Super Mario Bros. U (2012) e Super Mario 3D World (2013)

Gameplay[modifica | modifica wikitesto]

L'obiettivo principale dei giochi della serie Super Mario è quello di progredire attraverso i livelli sconfiggendo nemici, collezionando oggetti, e risolvendo puzzle senza morire. Sparsi per i livelli sono presenti vari power-up che, una volta raccolti, donano nuove abilità al personaggio giocante. La serie comprende sia giochi in due dimensioni che tridimensionali.

Nei giochi di Super Mario in 2D, il personaggio giocante (solitamente Mario) salta sulle piattaforme e sui nemici, cercando di evitare i loro attacchi, e si muove verso il lato destro dello schermo. I livelli 2D di Mario hanno un solo modo di essere completati (cioè arrivare alla fine dello stesso) ed un tempo limite che il giocatore deve rispettare per farlo, pena la morte.

Super Mario Bros. 3 introdusse la mappa del mondo (overworld), dove sono presenti i livelli di gioco che il giocatore a volte può scegliere liberamente. L'episodio Super Mario World introdusse i livelli a multipla uscita. Questo tipo di gameplay in due dimensioni venne ricreato per la serie "New Super Mario Bros".

Super Mario 64 fu il primo gioco della serie in tre dimensioni. I livelli in 3D, rispetto a quelli in 2D, perdevano la linearità per favorire una libera esplorazione del medesimo da parte del giocatore, introducendo attacchi fisici per combattere i nemici e una barra dell'energia per il personaggio giocante. I livelli potevano essere superati completando un obiettivo che portava sempre al ritrovamento di una Stella del Potere.

Il salto di Mario[modifica | modifica wikitesto]

Mario è soprattutto conosciuto per la sua abilità di salto che l'accompagna fin dagli esordi. L'abilità si è evoluta nel corso della serie, a cominciare dall'introduzione del Salto Supercarica (Supercharged Jump) e dello Spin Jump.

L'esordio nel mondo delle tre dimensioni vide Mario apprendere l'abilità del salto triplo, del salto lungo, del salto all'indietro o del salto a parete che, grazie alla serie "New", fu introdotto anche negli episodi 2D.

Colonna Sonora[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Super Mario Bros. Theme.

Molti degli effetti sonori e delle musiche apparse nel capostipite della serie Super Mario, sono diventate iconiche per la serie stessa e sono state riprese dagli episodi venuti dopo. La colonna sonora fu composta da Kōji Kondō, così come pure il celebre tema principale e gli effetti sonori, che sono diventati tra i più celebri e riconoscibili della storia dei videogiochi.

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Personaggi di Mario (serie di videogiochi).

Nella serie di Super Mario ci sono vari personaggi principali ricorrenti, di seguito i più celebri:

Mario[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Mario (personaggio) .
Mario
« Here We Go! »
(Super Mario 64)

Mario è il protagonista principale della serie che, difatti, porta il suo nome. Eroe per eccellenza del Regno dei Funghi, luogo nel quale si svolgono le sue avventure, si trova (spesso in compagnia del fratello Luigi) a dover, nella maggior parte dei casi, intervenire per salvare il suddetto regno da problemi ricorrenti come il rapimento della principessa regnante Peach da parte della nemesi storica, ovvero Bowser, il quale spesso si fa aiutare dal proprio figlio, Bowser Junior, e i fratelli di quest'ultimo.

Di origini italo-americane, è di bassa statura e tarchiato, ed incarna lo stereotipo dell'uomo medio che può ambire anche a ruolo di eroe. Perennemente vestito con una salopette blu (o a volte rossa), una maglia rossa (o a volte blu), guanti bianchi, scarpe marroni e cappello rosso sulla testa riportante la lettera M (anche se a volte, nella sua forma depotenziata, può esserne sprovvisto), svolge principalmente la professione di idraulico (falegname alle origini).

Nei giochi della serie principale che lo vedono protagonista, può raccogliere vari power-up sparsi per il mondo di gioco, grazie ai quali subisce varie trasformazioni (per approfondire leggere la pagina: Trasformazioni di Mario).

Il primo gioco che lo vede protagonista è "Donkey Kong", un arcade del 1981, nel quale è chiamato Jumpman ed è costretto a salvare la donzella Pauline dal feroce gorilla Donkey Kong. Un anno dopo, nel 1982, Mario assume in Donkey Kong Jr. il suo vero nome interpretando per l'unica volta la parte del "cattivo" e rapendo Donkey Kong che logicamente dovrà essere salvato dal figlio Donkey Kong Jr. Nel 1983, con "Mario Bros", torna protagonista e lavora per la prima volta in coppia col fratello Luigi, mentre nel 1985, con "Super Mario Bros", affronta la sua prima missione nel Regno dei Funghi. Tra tutti i personaggi utilizzabili nei giochi della serie Super Mario, è quello più equilibrato.

Luigi[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Luigi (personaggio) .
Luigi

Luigi è la spalla principale di Mario, nonché fratello minore. A differenza di Mario si presenta più alto e più magro, e indossa una salopette blu su maglia verde, completando il tutto con un cappello verde recante sopra la prima lettera del suo nome.

Alle origini, come ad esempio in "Super Mario Bros" del 1985, era vestito con salopette e cappello bianchi e maglia verde. Come Mario indossa scarpe marroni e guanti bianchi. Detiene la sua prima apparizione al fianco del fratello, nel coin-op "Mario Bros" del 1983, comandato dal secondo giocatore. Da allora è apparso in tutti i titoli principali della serie, come spalla del fratello, utilizzabile dal secondo giocatore nelle partite multiplayer, oppure anche in singolo alternato al fratello o scelto come personaggio da utilizzare in giochi come la versione USA di "Super Mario Bros 2", dove ha l'abilità di saltare più in alto.

Nel tempo si è guadagnato anche il ruolo di protagonista assoluto in alcuni spin-off della saga, come il gioco educativo "Mario is Missing", oppure i due titoli che compongono la serie di "Luigi's Mansion", dove svolge il ruolo di acchiappafantasmi e addirittura, nel primo episodio, salvatore di Mario.

Come il fratello è di origini italo-americane e svolge, come professione principale, la mansione di idraulico.

Peach[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Principessa Peach.
Peach

Peach è la principessa regnante del Regno dei Funghi, fin dalla prima apparizione di quest'ultimo, nel 1985, con il videogioco "Super Mario Bros" per Nintendo Entertainment System, dove detiene anche lei la sua prima comparsa nel ruolo di dama in pericolo da salvare.

Costantemente in pericolo per colpa delle malvagie macchinazioni del perfido Bowser, molto spesso Mario si è trovato a doverla soccorrere e a salvarla dalle grinfie della storica nemesi. Nella serie principale (escludendo quindi gli spin-off sportivi) veste sempre con un lungo abito rosa che le nasconde i piedi e un paio di lunghi guanti bianchi. In testa porta una corona dorata.

Non sempre vittima da salvare, in alcuni episodi è anche possibile comandarla, come nella versione USA di "Super Mario Bros 2" per NES (dove ha l'abilità di fluttuare per aria) o in "Super Mario 3D World" per Nintendo WIIU.

I suoi servitori sono i fedeli funghi antropomorfi Toad. Su Nintendo DS diventa protagonista principale grazie al videogioco "Super Princess Peach".

Toad[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Toad (Mario) .
Toad

I Toad sono una specie di funghi antropomorfi che vive nel Regno dei Funghi e principalmente svolgono il ruolo di servitori della Principessa Peach, vivendo a corte con lei. Il Toad più celebre, apparso per la prima volta in "Super Mario Bros" del 1985 per NES, indossa un gilet bluastro e un paio di scarpe marroni, presentando in testa una cappella bianca a pallini rossi.

Questo è lo stesso tipo di Toad che il giocatore può comandare nella versione USA di "Super Mario Bros 2" per NES (dove ha l'abilità di muoversi veloce ma non è dotato di una grande potenza di salto) e in altri titoli multiplayer della serie Super Mario, sia principali che spin-off.

Toad ha anche un corrispettivo femminile, conosciuto con il nome di Toadette, che, a differenza del Toad maschio, presenta due treccine rosa ai lati della testa, che fuoriescono da sotto la cappella, e altre lievi differenze.

Bowser[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Bowser.
Bowser

Bowser è l'antagonista per eccellenza di Mario nei giochi principali della serie. Grande, grosso, e perennemente animato da intenzioni malvagie, si presenta come un incrocio tra un drago e una tartaruga antropomorfa, e ha il potere di lanciare palle di fuoco o sputare fiamme dalla bocca.

Ha la schiena ricoperta da un grosso e spesso guscio munito di grandi aculei appuntiti, ed è completamente nudo portando solo, come accessorio ornamentale, una coppia di bracciali neri ricoperti da spine, uno per polso.

Nei giochi della serie Mario, rapisce spesso la principessa, a volte facendosi aiutare dai proprio figli. Detiene la sua prima apparizione in "Super Mario Bros" per NES nel 1985.

Yoshi[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Yoshi.
Yoshi

Gli Yoshi sono dei dinosauri di vari colori che popolano l'Isola degli Yoshi.

Lo Yoshi più celebre è quello di colore verde, il quale appare per la prima volta in "Super Mario World" per Super Nintendo nel 1990, come cavalcatura e aiutante di Mario.

In "Super Mario World 2: Yoshi's Island" per SNES del 1995, appare per la prima volta la popolazione multicolore degli Yoshi, e il giocatore può comandarli direttamente, essendo loro i protagonisti principali della vicenda.

Questi sauri possono ingoiare ciò che vogliono servendosi della propria lingua lunga e appiccicosa, e poi produrre uova da lanciare contro i nemici.

Principessa Daisy[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Principessa Daisy.
Daisy

La Principessa Daisy è la principessa regnante della terra di Sarasland e sicuramente si dimostra la migliore amica di Peach. Ella presenta gli stessi aspetti fisici della principessa Toadstool portando anche lei una corona d'oro, ma rispetto a Peach ha dei capelli marroni ed indossa un abito giallo ed arancione.

Appare la prima volta in Super Mario Land nel 1989, in cui fa per l'unica volta la parte della fanciulla in pericolo: infatti fu rapita dall'alieno Tatanga, boss finale del gioco, e Mario dovette così percorrere per salvarla quattro mondi ispirati a diversi luoghi geografici: l'Egitto, l'Oceania, l'Isola di Pasqua e l'Asia.

Daisy farà ritorno nei giochi sportivi della serie, come le serie Mario Kart, Mario Golf, Mario Tennis e molte altre.

Principessa Rosalinda[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Rosalinda (Mario).
Rosalinda

Rosalinda è la principessa magica regnante e madre degli Sfavillotti, stelle antropomorfe situate nello spazio.Ha una corona d'oro, dei capelli biondi e degli occhi blu, stesso colore dei suoi vestiti.

Appare per la prima volta in Super Mario Galaxy in cui offre aiuto a Mario nella lotta contro Bowser che rapì Peach e tentò la conquista dell'universo, stessa cosa che farà anche in Super Mario Galaxy 2.

Dal 2008, con Mario Kart Wii, Rosalinda diviene un personaggio giocabile nei videogiochi sportivi di Mario, ma bisognerà attendere fino al 2013 per vederla in azione in un gioco a piattaforme, cosa che avviene con Super Mario 3D World.

Wario[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Wario.
Wario

Wario risulta la patetica, grassa e malvagia controparte di Mario. Indossa un cappello giallo riportante la lettera W del suo nome, una salopette viola, guanti bianchi con sopra la sua iniziale, una maglia gialla e delle scarpe a punta verdi.

Debutta nel 1992 come antagonista principale di Super Mario Land 2: 6 Golden Coins in cui, mentre Mario si trovava occupato a salvare Daisy dall'alieno Tatanga in Super Mario Land, ruba tutte le sue ricchezze e si impossessa del suo castello convincendo gli abitanti di Mario Land tramite un incantesimo che Mario era un nemico, mentre egli risultava il loro padrone. Grazie a 6 monete d'oro rubate dagli alleati di Wario (e che permettono l'entrata del castello finale) Mario riuscì a sconfiggere il rivale che piangendo scappò via.

Dopo la sua prima apparizione, Wario ritornò antagonista nel videogioco giapponese Mario & Wario,in Wario's Woods e in Wario Blast: Featuring Bomberman! per poi divenire dal 1993 protagonista della serie Wario Land e nel 2003 della serie Wario Ware. Pochi anni dopo, Wario ritornerà in alcuni giochi di Mario accompagnato a partire da Mario Tennis del 2000 da Waluigi, suo fratello nonché controparte cattiva di Luigi.

Waluigi[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Waluigi.
Waluigi

Waluigi è la controparte crudele di Luigi e il fratello di Wario. Indossa un cappello viola avente la L del suo nome capovolta, una maglia anch'essa viola, una salopette blu scuro e delle scarpe arancioni. Appare per la prima volta nel 2000 in Mario Tennis per Nintendo 64 in cui affianca Wario, come farà in seguito in altri giochi sportivi della serie, mentre interpreta per l'unica volta i panni di antagonista in Dancing Stage: Mario Mix.

Nemici e Boss della serie[modifica | modifica wikitesto]

Un Goomba

La serie Super Mario ha visto, fin dagli esordi, vari nemici e boss ricorrenti, come i funghi Goomba, le tartarughe Koopa, i Bowserotti (ovvero i figli di Bowser) o i fantasmi Boo.

Per maggiori informazioni visitare le seguenti pagine:

Mondo della serie Mario: Il Regno dei Funghi[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Regno dei Funghi.

La serie di videogiochi Mario è ambientata in una terra immaginaria conosciuta con il nome di Regno dei Funghi (Mushroom Kingdom in lingua inglese). Apparve per la prima volta nel 1985, come sfondo per le vicende del gioco Super Mario Bros. del Nintendo Entertainment System.

Morfologia e aspetti vari[modifica | modifica wikitesto]

Il regno è caratterizzato da vari deserti e foreste, alternate a montagne ricoperte da nevi perenni e varie città o villaggi; il tutto appare molto vario e ha un aspetto visionario, mischiando elementi di pura fantasia (come funghi giganteschi) ad elementi esistenti anche nel mondo reale.

Su tutto il regno governa sovrana la Principessa Toadstool Peach, la quale è perennemente in lotta con il malvagio Bowser e il suo esercito di Koopa Troopa, che minacciano costantemente il mondo. Gli abitanti principali del Regno dei Funghi sono una razza antropomorfa conosciuta con il nome di Toad.

Il Regno dei Funghi è molto probabilmente il punto di accesso per i mondi alternativi nei quali si ambientano alcuni titoli della serie Mario, come l'Isola Yoshi o Sarasaland. Inoltre il regno confina con Fagiolandia, terra apparsa nel titolo "Mario & Luigi Superstar Saga".

La capitale del Regno dei Funghi è conosciuta con il nome di Toad Town, grande metropoli ove risiede il Castello della Principessa Peach. I principali mezzi di trasporto pubblici del regno, sono dei tubi verdi (oppure anche di altri colori, come rossi o gialli) chiamati Warp Pipes, i quali collegano fra loro varie aree del mondo. Un altro mezzo di trasporto sono i go-kart, apparsi nella serie spin-off Mario Kart.

Le mete turistiche più visitate del regno sono il Castello di Peach, la città-capitale di Toad Town, l'isola Delfina abitata dai Palmensi che appare in "Super Mario Sunshine", il castello del malvagio Bowser e l'Isola degli Yoshi.

Il Regno dei Funghi ha una propria moneta, conosciuta con il nome di Coin (moneta, appunto), e sono delle comuni monete rotonde e dorate, che si possono trovare sparse per tutto il regno. Non tutte le monete però sono dorate: alcune, infatti, sono di colore blu o rosso e valgono di più rispetto alle normali dorate.

Oltre ai Toad, la popolazione del Regno dei Funghi comprende anche diverse creature come:

  • Goomba (o Little Goomba), funghi dotati di piedi e volto, dalla cappella marrone scuro e il corpo marrone chiaro, con espressione perennemente ostile.
  • Koopa Troopa, ovvero il grosso delle truppe di Bowser, delle tartarughe antropomorfe che possono avere il guscio di differente colore, le ali, o la possibilità di disporre di varie armi offensive come boomerang o sfere di ghiaccio.
  • Yoshi, dinosauri amichevoli che abitano l'isola degli Yoshi e che il giocatore può utilizzare come cavalcatura, sfruttandone le abilità per superare gli ostacoli.
  • Boo, dei fantasmi molto timidi che vivono in tetre magioni infestate ed attaccano il giocatore solo se questi volta loro le spalle.
  • Specie marine, come i Pesci Smack, grossi pesci rossi o blu con grosse labbra rosa, o i Calamako, calamari di colore bianco dotati di occhi.

Le avventure di Mario non sempre si svolgono nel Regno dei Funghi, ma anche in luoghi alternativi, comunque accessibili sempre dal mondo principale:

  • Sarasaland: è una terra apparsa per la prima volta in Super Mario Land per il Nintendo Game Boy nel 1989. Su questa terra regna la Principessa Daisy e la sua nemesi principale è l'alieno Tatanga, il quale cerca di conquistare Sarasaland. Questo misterioso luogo, ha molti elementi in comune con il mondo reale e con certi realmente esistenti, ad esempio sono presenti livelli simili all'antico Egitto con tanto di piramidi, oppure altri livelli simili all'Isola di Pasqua. Anche i nemici che popolano questo luogo sono più realistici. Troviamo infatti alcuni cattivi molto simili a ninja.
  • Dinosaur Land: la terra dove si trova l'Isola di Yoshi che appare per la prima volta in Super Mario World per SNES nel 1990. La abitano creature molto simili a dinosauri, come ad esempio gli Yoshi.
  • Isola Delfina: l'Isola Delfina è un'isola dalla forma di un delfino (da qui il nome) abitata da creature antropomorfe come i Palmensi. Mario, Peach e Mastro Toad ci si recano per trascorrere le vacanze in Super Mario Sunshine.
  • Fagiolandia: terra confinante con il Regno dei Funghi, appare per la prima volta nel primo episodio della serie di giochi di ruolo "Mario & Luigi", ambientato in questa terra.
  • Isola Cucinotta: appare in Super Mario Land 3 per Game Boy, primo gioco della serie che vede Wario come protagonista principale.

Oggetti principali[modifica | modifica wikitesto]

La serie di Mario ha numerosi oggetti da raccogliere, sparsi per il mondo di gioco, che è possibile trovare nascosti nei blocchi (meglio conosciuto come Cubo Oggetto: un cubo che, se colpito dal basso, fa apparire un oggetto o dona una moneta) o dentro ai muri, oppure in fondo ai tubi. Questi oggetti possono essere dei Power-Up che potenziano il personaggio controllato dal giocatore, oppure anche dei malus, come il famigerato fungo morte apparso per la prima volta in "Super Mario Bros 2" versione JAP per Famicom del 1986.

Super Fungo[modifica | modifica wikitesto]

Un Super Fungo

Uno degli oggetti principali e più celebri della serie, il Super Fungo è un fungo con due occhi neri che, se raccolto, trasforma il giocatore in una sua versione Super, aumentandone le dimensioni. Questo è uno degli oggetti più facili da trovare, e solitamente è situato dentro a blocchi ben visibili, per facilitare il giocatore. Grazie al fungo, il giocatore avrà la possibilità di essere colpito una volta dal nemico senza morire.

Fiore di Fuoco[modifica | modifica wikitesto]

Un Fiore di Fuoco

Il Fiore di Fuoco è un fiore con due occhi neri, che può essere di colore rosso (il più comune), bianco o giallo. Raccogliendolo il giocatore avrà la possibilità di trasformarsi in una versione potenziata di se stesso, in grado di sparare palle di fuoco dalle mani.

Stella[modifica | modifica wikitesto]

Una Stella

Conosciuta anche con il nome di Super Stella o Starman, raccogliendola il giocatore diventerà temporaneamente invincibile e assumerà una colorazione brillante. Questo particolare e raro oggetto, si presenta come una semplice stella con due occhi neri, ed è particolarmente difficile da trovare e, una volta trovata, è molto sfuggevole. In "Super Mario 64", le stelle sono il principale obiettivo del giocatore, ed i livelli possono essere completati solo riuscendo a raccoglierla. Stessa cosa vale per "Super Mario Galaxy", dove le stelle appaiono più grandi e prendono il nome di Megastelle.

Megafungo e Minifungo[modifica | modifica wikitesto]

Queste due varianti del Super Fungo, sono apparse per la prima volta in New Super Mario Bros. per il Nintendo DS. Con il Megafungo il giocatore diventerà gigantesco ed abbatterà ogni ostacolo si presenti sul suo cammino, mentre con il Minifungo diventerà minuscolo e avrà accesso a luoghi nascosti prima inesplorabili e potrà saltare molto più in alto.

Fungo 1-Up[modifica | modifica wikitesto]

Oggetto storico della serie, è un fungo uguale per dimensioni al Super Fungo, con la cappella verde, i pallini bianchi e gli occhi che, se raccolto, dona al giocatore una vita in più. Raro da trovare, è uno degli oggetti più famosi del gioco, al quale è stata dedicata anche una linea di t-shirt di successo.

Super Foglia[modifica | modifica wikitesto]

La Super Foglia, apparsa per la prima volta nel terzo episodio della serie "Super Mario Bros", trasforma il giocatore in un procione dandogli la capacità di volare previo riempimento di un'apposita barra e di colpire i nemici utilizzando la coda che il potenziamento in questione fa apparire al personaggio giocante.

Abiti[modifica | modifica wikitesto]

In "Super Mario Bros 3" apparvero per la prima volta alcuni abiti speciali che trasformavano il giocatore:

  • Abito Martello: permette al personaggio il lancio di martelli.
  • Abito Rana: trasforma il giocatore in una rana permettendogli il perfetto controllo in ambienti marini.
  • Abito Tanooki: trasforma il giocatore in un procione, permettendogli di godere degli effetti della Super Foglia e di trasformarsi per pochi secondi in una statua invulnerabile al tocco nemico.

Cappelli[modifica | modifica wikitesto]

In Super Mario 64 vennero introdotti tre tipi di cappelli che davano al giocatore la possibilità di ottenere vari poteri.

  • Cappello Alato: concedeva a Mario la possibilità di volare.
  • Cappello Metallico: rendeva il corpo di Mario fatto di metallo e gli permetteva di resistere maggiormente ai colpi nemici e di camminare sul fondale marino.
  • Cappello Invisibile: rendeva Mario immateriale e gli dava la capacità di attraversare oggetti solidi come i muri.

Moneta[modifica | modifica wikitesto]

La valuta del Regno dei Funghi, la Moneta (o Coin) è un oggetto rotondo di colore solitamente dorato (del tutto simile a una comune moneta del mondo reale) che il giocatore può trovare ovunque nel mondo di gioco: difatti è l'oggetto più comune in assoluto. Esistono tre tipi di moneta:

  • Gialla: situate dappertutto, nei giochi di Mario in due dimensioni servono ad incrementare il punteggio, mentre in alcuni titoli della saga in tridimensionali (come Super Mario 64) servono a ripristinare parte della salute. Nei giochi di ruolo di Mario servono ad effettuare acquisti.
  • Rossa: valgono solitamente 2 monete gialle, e spesso ne appaiono 8 di seguito in funzione di bonus.
  • Blu: le monete più rare del Regno dei Funghi, valgono 5 monete gialle. Difficili da trovare, sono nascoste o appaiono casualmente durante una bonus stage.

Oggetti che trasformano il giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Ci sono molti oggetti che permettono al giocatore di trasformarsi, alcuni apparsi negli episodi più recenti come i due Galaxy per Wii, o i titoli che compongono la serie "New Super Mario Bros". Per maggiori informazioni consultare la pagina: Trasformazioni di Mario.

Fungo velenoso[modifica | modifica wikitesto]

Conosciuto anche come Fungo Morte, per via dei suoi effetti dannosi sul giocatore, è un malus che, se toccato, porta alla morte istantanea del personaggio giocante. Apparve per la prima volta nella versione originale giapponese di "Super Mario Bros 2", conosciuta in Italia con il nome di "Super Mario Bros: The Lost Levels". Si presenta come un fungo viola, delle stesse dimensioni del Super Fungo.

Warp Pipe[modifica | modifica wikitesto]

I Warp Pipe non sono in realtà oggetti da raccogliere, bensì dei tubi che solitamente fuoriescono dal terreno, dal soffitto, o dalle profondità marine, e sono utilizzati dagli abitanti del Regno dei Funghi come mezzo di trasporto rapido per viaggiare tra le varie zone che compongono il mondo. Il giocatore può utilizzarli per accedere a nuove aree del livello o teletrasportarsi rapidamente verso fasi più avanzate del gioco. Possono essere di quattro colori: verdi, blu, rossi e gialli. I più comuni sono i verdi.

Voci[modifica | modifica wikitesto]

I primi giochi della serie usciti per Nintendo Entertainment Sistem e Super Nintendo non furono doppiati, fino al 1995;da quell'anno i personaggi assunsero delle loro voci. I giochi della serie sono tutti doppiati in inglese.

Mario, Luigi, Wario, Waluigi , Wart, Mastro Toad, Baby Mario, Baby Luigi ed altri personaggi: Charles Martinet

Principessa Peach: Samantha Kelly

Toad: Toshiko Yoturo

Yoshi:Kazumi Totaka

Bowser:Akiko Wada

Harvey Atkin

Isaac Marshall

Scott Burns (dal 2002 al 2007)

Eric Newsome

Kenny James (dal 2007)

Donkey Kong:Takashi Nagasako

Re Boo , Goomba , Koopa Troppa ed altri nemici: Nancy McConnor

Rosalinda: Mercedes Rose

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Recensioni
Gioco GameRankings
Super Mario Bros. 92.63%[26]
Super Mario Bros. 2 82.17%[27]
Super Mario Bros. 3 92.25%[28]
Super Mario Land 77.94%[29]
Super Mario World 94.44%[30]
Super Mario Land 2: 6 Golden Coins 79.56%[31]
Wario Land: Super Mario Land 3 83.11%[32]
Super Mario World 2: Yoshi's Island 96.00%[33]
Super Mario 64 96.41%[34]
Super Mario Sunshine 91.50%[35]
New Super Mario Bros. 89.07%[36]
Super Mario Galaxy 97.64%[11]
New Super Mario Bros. Wii 88.18%[37]
Super Mario Galaxy 2 97.35%[13]
Super Mario 3D Land 90.09%[38]
New Super Mario Bros. 2 78.40%[39]
New Super Mario Bros. U 84.48%[40]
Super Mario 3D World 93.37%[41]

La serie di Super Mario è una delle più popolari e durature serie di videogame della storia. Infatti fra i circa 250 videogiochi di Mario, solo 3 hanno ricevuto un punteggio minore del 60% da GameRankings. IGN ha definito la serie il miglior franchise videoludico di tutti i tempi[42]. L'originale Super Mario Bros., primo episodio della serie, è al primo posto nella lista dei 200 più grandi videogame della storia stilata da Electronic Gaming Monthly[43] e al primo posto nella lista dei 100 migliori videogiochi di IGN[44]. Il primo Super Mario Bros è considerato il gioco che popolarizzò il genere dei platform a scrorrimento e provvedette a definire il genere gettando le basi dello stesso. Super Mario Bros ha venduto 40.24 milioni di copie in tutto il mondo, diventando il Mario più venduto di sempre, e il secondo videogioco più venduto della storia, dietro a Wii Sports[45].

Super Mario Bros. 3 è spesso citato come uno dei giochi più belli per Nintendo Entertainment System; la rivista Nintendo Power lo inserì alla sesta posizione nella lista dei 200 più grandi videogiochi Nintendo della storia. Il gioco si posizionò quattordicesimo nella lista dell'Electronic Gaming Monthly. Super Mario World è posizionato al numero 8 nella lista dei 200 migliori videogiochi di Nintendo Power.

Super Mario 64 fu il primo episodio in tre dimensioni della serie di Mario, e stabilì un nuovo archetipo per il genere, come fece all'epoca il primo Super Mario Bros per i platform in due dimensioni. Il gioco è acclamato da molti critici come uno dei più grandi videogiochi della storia e il Guinness World Records riportò che a fine 2007 furono vendute in totale 11.8 milioni di copie di questo gioco[46].

Super Mario Sunshine ricevette ottime recensioni da parte dei critici[47], e Super Mario Galaxy e il suo seguito Super Mario Galaxy 2 sono stati acclamati universalmente dalla critica, ottenendo una media di 97.64% su GameRankings[11] e una media di 97 su Metacritic[12] il primo, ed una di 97.35% e 97 il secondo[13][14]. Super Mario 3D Land e Super Mario 3D World furono altri successi di critica, con una media di 90 il primo[48] e 93 il secondo[49]

Pubblico[modifica | modifica wikitesto]

Units sold
Game Original platform Total sales
(millions)
Launch year
Super Mario Bros. NES 40.23[50] 1985
Super Mario Bros. 2 NES 10[51] 1988
Super Mario Bros. 3 NES 18[51] 1990
Super Mario Land GB 14[51] 1989
Super Mario World SNES 20[52] 1991
Super Mario Land 2: 6 Golden Coins GB 2.7[53] 1992
Super Mario All-Stars SNES 2.12[54] 1993
Wario Land: Super Mario Land 3 GB 5.2[senza fonte] 1994
Super Mario World 2: Yoshi's Island SNES 4[55] 1995
Super Mario 64 N64 11[51] 1996
Super Mario Bros. DX GBC 3[54][56] 1999
Super Mario Advance GBA 3.74[54][56] 2001
Super Mario Advance 2 GBA 4.08[54][56] 2001
Super Mario Sunshine GC 5.5[57] 2002
Super Mario Advance 3 GBA 2.11[56][58] 2002
Super Mario Advance 4 GBA 3.6[56][58] 2003
Famicom Mini: Super Mario Bros. GBA 1.37[54] 2004
Famicom Mini: Super Mario Bros. 2 GBA 0.37[58] 2004
Super Mario 64 DS DS 9.65[59] 2004
New Super Mario Bros. DS 28.74[60] 2006
Super Mario Galaxy Wii 10.4[60] 2007
New Super Mario Bros. Wii Wii 25.47[60][61] 2009
Super Mario Galaxy 2 Wii 6.36[59][62] 2010
Super Mario All-Stars 25th Anniversary Edition Wii 2.24[59] 2010
Super Mario 3D Land 3DS 8.29[63] 2011
New Super Mario Bros. U Wii U 2.15[64] 2012
Total sales of all games (millions) 262[65]

I giochi della serie Mario hanno avuto considerevoli vendite in tutto il mondo. La serie, ad oggi, è considerata la più venduta della storia dei videogiochi, con oltre 262 milioni di vendite.

Il primo titolo della serie ufficiale Super Mario Bros. è l'episodio che ha venduto di più, nonché il secondo gioco più venduto della storia, dietro a Wii Sports, con 40.23 milioni di copie vendute. Nella lista dei giochi per Nintendo Entertainment System più venduti della storia, figurano anche Super Mario Bros. 3 e Super Mario Bros. 2, rispettivamente con 18 milioni e 10 milioni di copie vendute.

Super Mario World con i suoi 20 milioni di copie vendute, divenne il gioco di maggior successo per il Super Nintendo Entertainment System, risultando il settimo videogioco più venduto della storia. Super Mario 64 divenne il gioco più venduto per Nintendo 64 con i suoi 11 milioni di copie e Super Mario Sunshine il secondo gioco più venduto su console Nintendo Gamecube con 5.5 milioni di copie, dietro a Super Smash Bros. Melee. Super Mario Galaxy vendette 8.02 milioni di copie e fu il sesto videogioco più venduto per Wii.

Anche gli episodi portatili ebbero considerevoli vendite: Super Mario Land vendette 14 milioni di copie diventando il quarto videogioco più venduto per Game Boy, Super Mario Land 2: 6 Golden Coins ne vendette 2.7 milioni, e 5.2 milioni il suo seguito, Wario Land: Super Mario Land 3. New Super Mario Bros. per Nintendo DS vendette 28.74 milioni di copie, diventando il più venduto per quella console. Super Mario 64 DS ne vendette 7.5, diventando l'ottavo gioco di maggior successo per DS.


Impatto[modifica | modifica wikitesto]

Il personaggio di Mario appare in 200 videogiochi di differente genere. La serie principale di Mario ha venduto più di 262 milioni di unità, mentre la serie spin-off "Mario Kart" ha venduto 78 milioni di unità. La serie "Mario Party" ha venduto oltre 32 milioni di copie. Anche gli arcade della serie Mario sono stati un successo di vendite: il cabinato di Donkey Kong ha venduto più di 125.000 unità e sei milioni di unità in formato cartuccia. Mario Bros ha venduto oltre 1.72 milioni di unità.

Mario e la sua serie di videogiochi sono apparsi in 7 Record mondiali nel Guiness dei Primati. Alcuni di questi record sono: "Serie di videogiochi più venduta della storia", "Primo videogioco da cui è stato tratto un film", "Personaggio dei videogiochi più prolifico".

In altri media[modifica | modifica wikitesto]

Il franchise Mario include molti fumetti, manga e serie TV basate sui giochi che compongono la serie. Molti di questi furono rilasciati nei tardi anni 80 e primi anni 90. Mario, Luigi e Peach apparvero inoltre come guest star giocabili in due giochi di sport della serie NBA di EA Games.

Dalla serie Mario furono tratti due film: l'anime Super Mario Bros.: Peach-Hime Kyushutsu Dai Sakusen del 1986 e il film in live action Super Mario Bros. del 1993. Quest'ultimo è da considerarsi un flop sia di critica che di pubblico, anche se fu comunque importante per il fatto di essere stato il primo film della storia basato su un videogioco.

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Mario nel cartone animato The Super Mario Bros. Super Show!

Il Saturday Supercade fu una serie televisiva d'animazione prodotta dalla Ruby-Spears Productions e in onda il sabato mattina. Fu trasmessa per due stagioni dalla CBS, a partire dal 1983. In molti episodi apparivano vari personaggi di videogiochi dell'epoca, come Donkey Kong, Mario o Pauline (dal videogioco "Donkey Kong" del 1981).

Il The Super Mario Bros. Super Show! fu la prima serie TV animata americana basata sul personaggio di Mario e sui giochi che lo vedevano protagonista su NES e SNES. Andò in onda per la prima volta il 4 Settembre 1989. Lo show era prodotto dalla DIC Entertainment e venne distribuito dalla Viacom Enterprises.

King Koopa's Kool Kartoons fu un live action televisivo californiano per bambini, che andò in onda per una stagione dal 1989 al 1990. Lo show vedeva protagonista Bowser, il re dei Koopa, principale antagonista di Mario. Ogni messa in onda durava 30 minuti.

The Adventures of Super Mario Bros. 3, trasmessa in Italia col titolo Le avventure di Super Mario, fu la seconda serie TV basata sui giochi di Mario per NES e SNES. Fu trasmessa dalla NBC dall'8 Settembre al primo Dicembre 1990. Basata su Super Mario Bros. 3, il cartone vedeva Mario, Luigi, Peach e Toad lottare contro Bowser e i suoi Bowserotti.

Super Mario Challenge fu uno show per bambini che andò in onda dal 1990 al 1991 alle 4:30 del pomeriggio di ogni weekend. Il presentatore, John Lenahan, vestiva i panni di Mario.

Nel 1991 fu tratta un'omonima serie animata dal videogioco per SNES Super Mario World del 1990. La serie terminò nel 1992, e venne trasmessa dalla NBC. Raccontava le avventure di Mario, Luigi, Peach e Toad nella terra dei dinosauri, Dinosaur Land, comprendendo anche la new entry Yoshi.

Anime[modifica | modifica wikitesto]

Super Mario Bros. - Peach-hime kyushutsu dai sakusen! (Supa Mario Burazazu.: Pichi-Hime Kyushutsu Dai Sakusen!), ovvero "Super Mario Bros.: La grande missione per salvare la principessa Peach, fu un anime della durata di un'ora, rilasciato solo in Giappone il 20 Luglio del 1986, e rappresenta la prima trasposizione animata della serie di Mario. Fu diretto da Masami Hata e prodotto da Masakatsu Suzuki e Tsunemasa Hatano, e seguiva le avventure di Mario e Luigi nel Regno dei Funghi, in missione per salvare la principessa Peach dalle grinfie del terribile re dei Koopa, Bowser. Dal film fu tratto un manga.

Successivamente, una serie di tre OAV dal titolo Super Mario Amada fu rilasciata nel 1989, ed ogni episodio si basava su una fiaba. Nella serie Mario aveva sempre il ruolo di eroe, Bowser quello del cattivo e Peach quello della damigella in pericolo da sottrarre alle grinfie del tiranno di turno.

Film[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Super Mario Bros. (film).

Dal franchise, nel 1993, fu tratto un film dal titolo "Super Mario Bros." che vedeva l'attore Bob Hoskins nei panni di Mario e John Leguizamo nei panni del fratello Luigi. Il film era una produzione Canadese e Americana e si presentava come una commedia per famiglie, con elementi avventurosi e poco fedele al videogioco e al suo spirito. Difatti, più che attingere dal mondo del Regno dei Funghi, il film pescava elementi dalla tradizione cyberpunk mischiandoli ai personaggi della serie Mario, stravolgendone però i connotati. Bowser, infatti, era presenta in forma umana ed era interpretato dall'attore Dennis Hopper.

Il film fu un flop al botteghino e la critica lo stroncò. Oggi viene ricordato per essere stato il primo film della storia ad ispirarsi a un videogame, e iniziatore quindi di un sottogenere cinematografico. Per questo motivo, nonostante la qualità, è considerato un film di culto.

Nel 2012 Bowser e il Super Fungo appaiono come cameo nel film della Disney Ralph Spaccatutto.

Fumetti e Manga[modifica | modifica wikitesto]

"Super Mario-kun" è una serie di manga basata sul franchise Mario, scritta da Yukio Sawada e pubblicata da Shogakukan. Essa contiene molti personaggi e scenari pescati dai giochi di Mario, come "Super Mario World" o "Paper Mario". La serie si compone di quarantuno volumi ed è la serie manga più lunga mai creata sui personaggi di Mario. Un'altra serie di manga importante è quella di Hiroshi Takase, pubblicata dalla PikkaPika Comics.

La Valiant Comics, dal 1990 al 1991, pubblicò una serie di volumi a fumetti basati sui personaggi Nintendo e sulle loro avventure, dal titolo "Nintendo Comics System". Sempre la Valiant rilasciò inoltre alcuni fumetti basati esclusivamente sulla serie Mario.

La Archway books pubblicò, dal 1991 al 1992, una serie di dodici volumi intitolata "Nintendo Adventure Book". Dieci di questi volumi raccontavano le avventure di Mario.

Una serie di fumetti disegnata in stile manga dal titolo "Super Mario Adventures" fu rilasciata in America nel magazine Nintendo Power nel 1992, ed era basata su "Super Mario World". Finita questa serie, Nintendo Power pubblicò una graphic novel basata sul secondo episodio di Super Mario Land per Game Boy, e vedeva Mario confrontarsi con Wario.

Merchandise[modifica | modifica wikitesto]

A Mario, ai personaggi della serie, e ai vari oggetti sono state dedicate nel tempo capi di vestiario, come t-shirt, oppure riviste, prodotti alimentari (come confezioni di Patatine, Latte, Yogurt, cereali, ecc...), orologi, caramelle, borse, zaini, bottiglie di shampoo, e varie serie di giocattoli o pupazzi.

Ai temi che compongono la colonna sonora della serie, sono invece stati dedicati vari concerti dal vivo, dove i brani in questione vengono eseguiti da intere orchestre.

Serie principale[modifica | modifica wikitesto]

La serie principale dei videogiochi di Mario contiene nel titolo la dicitura Super Mario, e si compone di videogiochi di genere platform, i quali possono essere a due o a tre dimensioni. Dal 1985, anno in cui uscì il capostipite della serie, al 1995 i giochi che compongono la serie erano solo in due dimensioni, mentre nel 1996 uscì il primo episodio in tre dimensioni, Super Mario 64. La saga tornò alle due dimensioni quando, nel 2006, uscì su Nintendo DS il primo episodio della serie di New Super Mario Bros. Da allora gli episodi tridimensionali e quelli bidimensionali si sono alternati.

Titolo Pubblicazione Sviluppo Sistema
Super Mario Bros. 1985 Nintendo EAD Famicom/NES
Super Mario Bros.: The Lost Levels 1986 Nintendo EAD Famicom Disk System
Super Mario Bros. 2 1988 Nintendo EAD NES
Super Mario Bros. 3 1988 Nintendo EAD Famicom/NES
Super Mario World 1990 Nintendo EAD Super Famicom/Super NES
Super Mario 64 1996 Nintendo EAD Nintendo 64
Super Mario Sunshine 2002 Nintendo EAD Nintendo GameCube
New Super Mario Bros. 2006 Nintendo EAD Nintendo DS
Super Mario Galaxy 2007 Nintendo EAD Wii
New Super Mario Bros. Wii 2009 Nintendo EAD Wii
Super Mario Galaxy 2 2010 Nintendo EAD Wii
Super Mario 3D Land 2011 Nintendo EAD Nintendo 3DS
New Super Mario Bros. 2 2012 Nintendo EAD Nintendo 3DS
New Super Mario Bros. U 2012 Nintendo EAD Wii U
Super Mario 3D World 2013 Nintendo EAD Wii U

Serie secondarie[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Lista dei videogiochi con Mario.

Il franchise di Mario comprende molte serie secondarie di videogame. Negli anni sono infatti uscite varie serie spin-off che hanno ottenuto grande successo, come quella di Mario Kart, lo spin-off più celebre e di successo del franchise.

Videogiochi Arcade[modifica | modifica wikitesto]

Il franchise cominciò ufficialmente con tre giochi arcade pubblicati come cabinati da sala giochi che uscirono alcuni anni prima rispetto al capostipite della serie ufficiale.

Titolo Pubblicazione Sviluppo Sistema
Donkey Kong 1981 Nintendo Famicom/NES/Arcade
Donkey Kong Jr. 1982 Nintendo Famicom/NES/Arcade
Mario Bros. 1983 Nintendo Famicom/NES/Arcade

Super Mario Land[modifica | modifica wikitesto]

La serie Land comprende alcuni titoli portatili di Mario e nasce per Nintendo Game Boy nel 1989.

Titolo Pubblicazione Sviluppo Sistema
Super Mario Land 1989 Nintendo Game Boy
Super Mario Land 2: 6 Golden Coins 1992 Nintendo Game Boy
Wario Land: Super Mario Land 3 1994 Nintendo Game Boy

Videogiochi di ruolo[modifica | modifica wikitesto]

Negli anni, dal franchise di Mario, è nata una vera e propria serie spin-off di giochi di ruolo, come quella di Paper Mario o Mario & Luigi.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Super Mario RPG.
Titolo Pubblicazione Sviluppo Sistema
Super Mario RPG: Legend of the Seven Stars 1996 Square/Nintendo Super Famicom/Super NES

Paper Mario[modifica | modifica wikitesto]

Titolo Pubblicazione Sviluppo Sistema
Paper Mario 2000/2001 Intelligent Systems Nintendo 64
Paper Mario: Il portale millenario 2004 Intelligent Systems Nintendo GameCube
Super Paper Mario 2007 Intelligent Systems Wii
Paper Mario Sticker Star 2012 Intelligent Systems Nintendo 3DS

Mario & Luigi[modifica | modifica wikitesto]

Titolo Pubblicazione Sviluppo Sistema
Mario & Luigi: Superstar Saga 2003 AlphaDream Game Boy Advance
Mario & Luigi: Fratelli nel tempo 2005 AlphaDream Nintendo DS
Mario & Luigi: Viaggio al centro di Bowser 2009 AlphaDream Nintendo DS
Mario & Luigi: Dream Team Bros 2013 Nintendo Nintendo 3DS

Mario Party[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Mario Party (serie).

La serie spin-off di Mario Party è una delle più celebri e di maggior successo derivate dal franchise Mario e si compone di una serie di titoli di genere Party Game dalle meccaniche simili ad un gioco dell'oca virtuale e pieni di mini giochi da affrontare in solitaria o in compagnia.

Titolo Pubblicazione Sviluppo Sistema
Mario Party 1998 Hudson Soft Nintendo 64
Mario Party 2 1999 Hudson Soft Nintendo 64
Mario Party 3 2000 Hudson Soft Nintendo 64
Mario Party 4 2002 Hudson Soft Nintendo GameCube
Mario Party 5 2003 Hudson Soft Nintendo GameCube
Mario Party-e 2003 Nintendo EAD e-Reader
Mario Party 6 2004 Hudson Soft Nintendo GameCube
Mario Party Advance 2005 Hudson Soft Game Boy Advance
Mario Party 7 2005 Hudson Soft Nintendo GameCube
Mario Party 8 2007 Hudson Soft Wii
Mario Party DS 2007 Hudson Soft Nintendo DS
Mario Party 9 2012 Nd Cube Wii
Mario Party: Island Tour 2013 Nd Cube Nintendo 3DS
Mario Party 10 2015 Nd Cube Wii U

Videogiochi sportivi[modifica | modifica wikitesto]

Mario, il Regno dei Funghi e i suoi personaggi, sono apparsi in molti titoli sportivi nel corso degli anni, e molte serie spin-off a sfondo sportivo sono nate da allora.

Mario Kart[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Mario Kart.

Mario Kart è la serie spin-off più celebre tra tutte quelle che compongono la lista di videogiochi basati su Mario. Si presenta come un titolo di corse arcade, dove una serie di piloti si sfidano a gare di go-kart

Titolo Pubblicazione Sviluppo Sistema
Super Mario Kart 1992 Nintendo EAD Super Famicom/Super NES
Mario Kart 64 1996 Nintendo EAD Nintendo 64
Mario Kart Super Circuit 2001 Intelligent Systems Game Boy Advance
Mario Kart: Double Dash!! 2003 Nintendo EAD Nintendo GameCube
Mario Kart Arcade GP 2005 Namco Bandai Arcade
Mario Kart DS 2005 Nintendo EAD Nintendo DS
Mario Kart Arcade GP 2 2007 Namco Bandai Arcade
Mario Kart Wii 2008 Nintendo EAD Wii
Mario Kart 7 2011 Nintendo EAD Nintendo 3DS
Mario Kart Arcade GP DX 2013 Namco Bandai Arcade
Mario Kart 8 2014 Nintendo EAD Nintendo Wii U

Mario Golf[modifica | modifica wikitesto]

Serie spin-off basata sullo sport del Golf che comprende molti titoli usciti sia su console portatili che casalinghe; alcuni titoli mischiano meccaniche da gioco di ruolo a meccaniche da titolo sportivo. È una delle serie spin-off più antiche del mondo di Mario, la quale nasce nel 1984.

Titolo Pubblicazione Sviluppo Sistema
Golf 1984 Nintendo Famicom/NES
NES Open Tournament Golf 1991 Nintendo RD1 Famicom/NES
Mario Golf 1999 Camelot Nintendo 64
Mario Golf 1999 Camelot Game Boy Color
Mario Golf: Toadstool Tour 2003 Camelot GameCube
Mario Golf: Advance Tour 2004 Camelot Game Boy Advance
Mario Golf: World Tour 2014 Nintendo Nintendo 3DS

Mario Tennis[modifica | modifica wikitesto]

Serie spin-off basata sullo sport del Tennis che comprende molti titoli usciti sia su console portatili che casalinghe; alcuni titoli mischiano meccaniche da gioco di ruolo a meccaniche da titolo sportivo.

Titolo Pubblicazione Sviluppo Sistema
Mario's Tennis 1995 Nintendo Virtual Boy
Mario Tennis 2000 Camelot Nintendo 64/Game Boy Color
Mario Power Tennis 2004 Camelot Nintendo GameCube
Mario Tennis: Power Tour 2005 Camelot Game Boy Advance
New Play Control! Mario Power Tennis 2009 Camelot Wii
Mario Tennis Open 2012 Camelot Nintendo 3DS

Mario Strikers[modifica | modifica wikitesto]

Questa serie spin-off nasce su Nintendo Gamecube e si basa sullo sport del calcio.

Titolo Pubblicazione Sviluppo Sistema
Mario Smash Football 2005 Next Level Games Nintendo GameCube
Mario Strikers Charged Football 2007 Next Level Games Wii

Mario Baseball[modifica | modifica wikitesto]

Serie sportiva che vede i personaggi del franchise Mario sfidarsi a Baseball.

Titolo Pubblicazione Sviluppo Sistema
Mario Superstar Baseball 2005 Namco Nintendo GameCube
Mario Super Sluggers 2008 Namco Wii

Mario Basketball[modifica | modifica wikitesto]

Mario si vede giocare con altri personaggi a basket.

Titolo Pubblicazione Sviluppo Sistema
Mario Slam Basketball 2006 Nintendo, Square Enix Nintendo DS

Mario & Sonic ai Giochi Olimpici e altri sport[modifica | modifica wikitesto]

Mario e i suoi personaggi sono apparsi in titoli sportivi di varia natura, alcuni in coppia con protagonisti di altri franchise, come quello di Sonic.

Titolo Pubblicazione Sviluppo System
Mario Excite Bike 1995 Nintendo Satellaview
Mario & Sonic ai Giochi Olimpici 2007 Sega/Nintendo Wii/Nintendo DS
Mario & Sonic ai Giochi Olimpici Invernali 2009 Sega/Nintendo Wii/Nintendo DS
Mario Sports Mix 2010 Square-Enix/Nintendo Wii
Mario & Sonic ai Giochi Olimpici di Londra 2012 2011 Sega/Nintendo Wii/Nintendo 3DS
Mario & Sonic ai Giochi Olimpici Invernali di Sochi 2014 2013 Sega/NIntendo Wii U

Videogiochi rompicapo[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso degli anni sono stati prodotti vari videogiochi di genere rompicapo basati su Mario.

Dr. Mario[modifica | modifica wikitesto]

Forse la serie rompicapo più celebre, che vede Mario vestire i panni di dottore mentre cerca di bloccare il propagarsi di varie infezioni virali.

Titolo Pubblicazione Sviluppo Sistema
Dr. Mario 1990 Nintendo RD1 Famicom/NES/Game Boy
Tetris & Dr. Mario 1994 Nintendo Super Famicom/SNES
Dr. Mario BS Version 1995 Nintendo Satellaview
Undake30 Same Game 1995 Nintendo Super Famicom/SNES
Dr. Mario 64 2001 Newcom Nintendo 64
Dr. Mario Online Rx 2008 Nintendo Wii/WiiWare
Dr. Mario Express 2009 Nintendo DSi/DSiWare

Mario vs. Donkey Kong[modifica | modifica wikitesto]

In questa serie spin-off, Mario torna ad affrontare il primo storico nemico, lo scimmione Donkey Kong, in quella che può definirsi la serie erede dei primi arcade di Mario.

Titolo Pubblicazione Sviluppo Sistema
Donkey Kong 1994 Nintendo Game Boy
Mario vs. Donkey Kong 2004 NST Game Boy Advance
Mario vs. Donkey Kong 2: La Marcia dei Minimario 2006 NST Nintendo DS
Mario vs. Donkey Kong: Minimario alla riscossa 2009 NTS Nintendo DS
Mario vs. Donkey Kong: Parapiglia a Minilandia 2010 NTS Nintendo DS
Mario and Donkey Kong: Minis on the Move 2013 NTS Nintendo 3DS
Mario vs. Donkey Kong U 2015 NTS Wii U

Mario's Picross[modifica | modifica wikitesto]

Serie nata su console portatile nel 1995 e comprende tre titoli.

Titolo Pubblicazione Sviluppo Sistema
Mario's Picross 1995 Jupiter Game Boy
Mario's Picross 2 1995 Jupiter Game Boy
Mario's Super Picross 1995 Jupiter Super Famicom

Spin-off[modifica | modifica wikitesto]

Giochi nel quale Mario è un personaggio secondario, nemico o addirittura assente.

Titolo Ruolo di Mario Pubblicazione Sviluppo Sistema
Donkey Kong Jr. Antagonista 1982 Nintendo Famicom/NES/Arcade
Wario's Woods Non presente 1994 Nintendo NES/Super Famicom/Super NES
Super Mario World 2: Yoshi's Island Neonato 1995 Nintendo Super Famicom/Super NES
Luigi's Mansion Prigioniero 2001 Nintendo EAD Nintendo GameCube
Super Princess Peach Prigioniero 2005 TOSE Nintendo DS
Yoshi's Island DS Neonato 2006 ARTOON Nintendo DS
Luigi's Mansion 2 Prigioniero 2013 Next Level Games Nintendo 3DS
New Super Luigi U Presente (come guida) 2013 Nintendo EAD Nintendo Wii U
Dr. Luigi Non presente 2013 Nintendo EAD Wii U
Captain Toad: Treasure Tracker Personaggio secondario, ma non giocabile 2014- 2015 Nintendo EAD Wii U

Remake[modifica | modifica wikitesto]

Remake dei giochi originali.

Titolo Pubblicazione Sviluppo Sistema
Kaettekita Mario Bros. 1989 Nintendo EAD Famicom Disk System
Mario Bros. Classic 1993 Nintendo EAD NES
Super Mario All-Stars 1993 Nintendo EAD Super Famicom/Super NES
Super Mario Bros. Deluxe 1999 Nintendo EAD Game Boy Color
Super Mario Advance 2001 Nintendo EAD Game Boy Advance
Super Mario Advance 2: Super Mario World 2002 Nintendo EAD Game Boy Advance
Super Mario Advance 3: Yoshi's Island 2002 Nintendo EAD Game Boy Advance
Super Mario Advance 4: Super Mario Bros. 3 2003 Nintendo EAD Game Boy Advance
Super Mario 64 DS 2004 Nintendo EAD Nintendo DS
Super Mario All-Stars Edizione per il 25º Anniversario 2010 Nintendo EAD Nintendo Wii

Educativi[modifica | modifica wikitesto]

Negli anni, Mario e i personaggi del Regno dei Funghi sono stati protagonisti di alcuni giochi a sfondo educativo.

Titolo Pubblicazione Sviluppo Sistema
Super Mario Bros. & Friends: When I Grow Up 1991 Software Toolworks PC
Mario Is Missing! 1993 Software Toolworks NES
Mario's Time Machine 1994 Software Toolworks NES
Mario's Early Years: Fun with Numbers 1994 Software Toolworks Super NES
Mario's Early Years: Fun with Letters 1994 Software Toolworks Super NES
Mario's Early Years: Preschool Fun 1994 Software Toolworks Super NES
Mario Teaches Typing 1991, 1995 Interplay DOS - 1991, Windows/Macintosh - 1995
Mario Teaches Typing 2 1997 Brainstorm Windows
Mario's FUNdamentals 1997 Brainstorm PC

Altri[modifica | modifica wikitesto]

I personaggi della serie Mario, sono apparsi in titoli di varia natura, come ad esempio videogiochi musicali o titoli non prodotti direttamente da Nintendo, come l'episodio di Mario pubblicato da Hudson Soft per la console NEC PC-8801.

Titolo Pubblicazione Sviluppo Sistema
Super Mario Bros. Special 1986 Hudson Soft NEC PC-8801
Alleyway 1989 Nintendo R&D1 Game Boy
Mario Paint 1992 Nintendo EAD Super Famicom/Super NES
Mario Clash 1995 Nintendo EAD Virtual Boy
Mario no Photopi 1998 Nintendo Nintendo 64
Mario Artist 1999 Nintendo EAD Nintendo 64 64DD
Mario Pinball Land 2004 Fuse Game Boy Advance
Dance Dance Revolution Mario Mix 2005 Konami Nintendo GameCube
Itadaki Street DS 2007 Armor Project, Square Enix Nintendo DS
Mario Maker 2015 Nintendo EAD Wii U

Crossover[modifica | modifica wikitesto]

Nei videogiochi di Mario appaiono anche altri personaggi non appartenenti alla serie.A partire dal 2008 infatti l'idraulico si ritrova in Mario e Sonic ai giochi olimpici a gareggiare alle olimpiadi con Sonic, porcospino creato dalla SEGA e suo ex rivale, mentre dal 2006 in Mario Slam Basketball incontra gli eroi della Square Enix partendo da quelli di Final Fantasy con i quali apparirà anche in Mario Sports Mix per poi passare a quelli di Dragon Quest nel 2007 con Itadaki Street DS uscito solo in Giappone e nel 2011 con La via della fortuna.Mario ha anche incontrato la famosa mascotte della Namco, Pac-man nei capitoli arcade della serie Mario Kart,mentre si avventura con i suoi amici in Super Mario Bros. 2 contro Wart, la rana antagonista di Doki Doki Panic.È possibile a volte che ci sia un cameo di alcuni personaggi della Nintendo, per esempio in Super Mario 3D World per ottenere una stella Mario e i suoi amici dovranno completare una figura ad 8 bit ritraente Link da The Legend of Zelda.

Serie TV e Film[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito l'elenco delle serie TV e dei Film che vedono apparire Mario e l'immaginario a lui legato.

Serie televisive[modifica | modifica wikitesto]

Film[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b The Top 25 Videogame Franchises – PS3 Feature at IGN
  2. ^ "The Greatest 200 Videogames of Their Time". Electronic Gaming Monthly. Retrieved August 9, 2007.
  3. ^ Henry Lowood della Stanford University, nel marzo 2007
  4. ^ "NP Top 200". Nintendo Power 200. February 2006. pp. 58–66.
  5. ^ "IGN's Top 100 Games". IGN. 2003. Retrieved February 2, 2008.
  6. ^ "IGN's Top 100 Games". IGN. 2005. Retrieved February 11, 2006.
  7. ^ "IGN's Top 100 Games of All Time". IGN. 2007. Retrieved February 2, 2008.
  8. ^ "Top 100 Games of All Time". Game Informer. August 2001. p. 36.
  9. ^ "The 100 Greatest Computer Games of All Time". Yahoo! Games. Archived from the original on February 9, 2009. Retrieved February 2, 2008.
  10. ^ "Fall 2005: 10-Year Anniversary Contest — The 10 Best Games Ever". GameFAQs. Retrieved January 26, 2007.
  11. ^ a b c "Super Mario Galaxy Reviews". GameRankings. Retrieved March 24, 2011.
  12. ^ a b "Super Mario Galaxy Reviews". Metacritic. Retrieved March 24, 2011.
  13. ^ a b c "Super Mario Galaxy 2 Reviews". GameRankings. Retrieved March 24, 2011.
  14. ^ a b "Super Mario Galaxy 2 Reviews". Metacritic. Retrieved March 24, 2011.
  15. ^ (EN) Console Portraits: A 40-Year Pictorial History of Gaming, Wired, 15 maggio 2007. URL consultato il 4 giugno 2012.
  16. ^ (EN) Is There a Bad Mario Game?, IGN, 13 febbraio 2009. URL consultato il 4 giugno 2012.
  17. ^ (EN) Walk of Game: Mario and Sonic get stars, CNET Australia, 10 marzo 2005. URL consultato il 4 giugno 2012.
  18. ^ (EN) And Japan's Favorite Video Game Characters Are...?, Kotaku, 12 agosto 2008. URL consultato il 4 giugno 2012.
  19. ^ Nintendo's Shining Star: The History of Mario
  20. ^ Nintendo DS Lite Suggested Retail Price Drops to $99.99 and Mario Games Go Red | Business Wire
  21. ^ ##12 million in North America as of November 15, 2005: "Mario Kart DS launches with Wi-Fi gaming service" (Press release). Nintendo. 2005-11-15. Retrieved 2009-03-21.
      1. "Japan Platinum Game Chart". The Magic Box. Retrieved 15 March 2012. ##Super Mario Kart: 3.82 million
      2. Mario Kart 64: 2.24 million
      1. Mario Kart: Double Dash!! sales in Japan as of January 2, 2005: 802,217 ("2004 Top 100 Best Selling Japanese Console Games". The Magic Box. Jan 2, 2005. Retrieved 15 March 2012.)
      2. "Financial Results Briefing for the Nine-Month Period Ended December 2011" (PDF). Nintendo. 2012-01-27. p. 6. Retrieved 2012-02-08.: ##Mario Kart DS: 22.3 million
      3. Mario Kart 7: 4.54 million
      4. Mario Kart Wii: 31.91 million
  22. ^ "Mario Party 9 for Wii Lets You Party Like You've Never Partied Before". Nintendo. 2012-03-12. Retrieved 15 March 2012.
  23. ^ a b IGN Presents The History of Super Mario Bros.. URL consultato il 17 dicembre 2008.
  24. ^ Nintendo Power n. 61, Giugno 1994
  25. ^ Mackie, Joe, Super Mario Sunshine (JPN) Review, GamingWorld X. URL consultato il 22 novembre 2007.
  26. ^ "Super Mario Bros. Deluxe Reviews". GameRankings. Retrieved March 24, 2011.
  27. ^ "Super Mario Advance Reviews". GameRankings. Retrieved March 24, 2011.
  28. ^ "Super Mario Advance 4: Super Mario Bros. 3 Reviews". GameRankings. Retrieved March 24, 2011.
  29. ^ "Super Mario Land Reviews". GameRankings. Retrieved March 24, 2011.
  30. ^ "Super Mario World Reviews". GameRankings. Retrieved March 24, 2011.
  31. ^ "Super Mario Land 2: 6 Golden Coins Reviews". GameRankings. Retrieved March 24, 2011.
  32. ^ "Wario Land: Super Mario Land 3 Reviews". GameRankings. Retrieved March 24, 2011.
  33. ^ "Super Mario World 2: Yoshi's Island Reviews". GameRankings. Retrieved March 24, 2011.
  34. ^ "Super Mario 64 Reviews". GameRankings. Retrieved March 24, 2011.
  35. ^ "Super Mario Sunshine Reviews". GameRankings. Retrieved March 24, 2011.
  36. ^ "New Super Mario Bros. Reviews". GameRankings. Retrieved March 24, 2011.
  37. ^ "New Super Mario Bros. Wii Reviews". GameRankings. Retrieved March 24, 2011.
  38. ^ "Super Mario 3D Land Reviews". GameRankings. Retrieved March 24, 2011.
  39. ^ "New Super Mario Bros. 2 Reviews". GameRankings. Retrieved March 24, 2011.
  40. ^ "New Super Mario Bros. U Reviews". GameRankings. Retrieved March 24, 2011.
  41. ^ "Super Mario 3D World Reviews". GameRankings. Retrieved December 10, 2013.
  42. ^ lista dei migliori franchise di videogame sul sito di IGN
  43. ^ Lista dei 200 migliori videogiochi della storia di Electronic Gaming Monthly del 9 August 2007.
  44. ^ IGN lista dei 100 migliori videogiochi della storia
  45. ^ "Super Mario Sales Data: Historical Unit Numbers for Mario Bros on NES, SNES, N64..". GameCubicle.com. Retrieved October 10, 2007.
  46. ^ Super Mario 64, vendite su Guinness World Records
  47. ^ Guzman, Hector (August 26, 2002). "Super Mario Sunshine review". GameSpy. Retrieved May 3, 2006.
  48. ^ "Super Mario 3D Land Reviews". Metacritic. Retrieved March 24, 2011.
  49. ^ "Super Mario 3D World Reviews". Metacritic. Retrieved December 10, 2013.
  50. ^ Best-Selling Video Games, [[Guinness World Records]]. URL consultato il 31 gennaio 2008 (archiviato dall'url originale il 17 marzo 2006).
  51. ^ a b c d All Time Top 20 Best Selling Games, 21 maggio 2003. URL consultato il 1º dicembre 2006 (archiviato dall'url originale il 21 febbraio 2006).
  52. ^ 1990 in The Nintendo Years, [[Next Generation Magazine, 25 giugno 2007, p. 2. URL consultato il 27 giugno 2007.
  53. ^ Japan Platinum Game Chart, The Magic Box. URL consultato il 22 maggio 2008.
  54. ^ a b c d e Nintendojofr, Nintendojo, 26 settembre 2006. URL consultato il 9 ottobre 2008 (archiviato dall'url originale il 30 luglio 2008).
  55. ^ The Nintendo Years – Edge Online, Edge: The Global Game Industry Network. URL consultato il 24 dicembre 2008.
  56. ^ a b c d e US Platinum Videogame Chart (Games sold over Million Copies since 1995), The Magic Box, 27 dicembre 2007. URL consultato il 16 marzo 2012.
  57. ^ Daniel Boutros, Super Mario Sunshine in A Detailed Cross-Examination of Yesterday and Today's Best-Selling Platform Games, Gamasutra, 4 agosto 2006, p. 8. URL consultato l'8 dicembre 2006.
  58. ^ a b c Japan sales of 2D Mario platformers (based on Famitsu data), Garaph, 20 febbraio 2012. URL consultato il 16 marzo 2012.
  59. ^ a b c Financial Results Briefing for the Fiscal Year Ended March 2011: Supplementary Information (PDF), Nintendo, 26 aprile 2011, p. 5. URL consultato il 15 marzo 2012.
  60. ^ a b c Financial Results Briefing for the Nine-Month Period Ended December 2011 (PDF), Nintendo, 27 gennaio 2012, p. 6. URL consultato l'8 febbraio 2012.
  61. ^ Financial Results Briefing for Fiscal Year Ended December 2010 (PDF), Nintendo, 28 gennaio 2011, p. 10. URL consultato il 7 febbraio 2011.
  62. ^ Financial Results Briefing for the Fiscal Year Ended March 2009: Supplementary Information in Financial Results Briefing for the 69th Fiscal Term Ended March 2009, Nintendo, 8 maggio 2009, p. 6. URL consultato l'8 maggio 2009.
  63. ^ IR Information : Sales Data - Top Selling Software Sales Units - Nintendo 3DS Software
  64. ^ IR Information : Sales Data - Top Selling Software Sales Units - Wii U Software
  65. ^ Nintendo DS Lite Suggested Retail Price Drops to $99.99 and Mario Games Go Red, Business Wire, 31 maggio 2011. URL consultato il 31 maggio 2011.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]