Lettera a una nazione cristiana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« Se pensi che il cristianesimo sia l’espressione d’amore e compassione più diretta e pura del mondo,
non sai molto sulle altre religioni che esistono sulla Terra. »
(Sam Harris, Lettera a una nazione cristiana)
Lettera a una nazione cristiana
Titolo originale Letter to a Christian Nation
Autore Sam Harris
1ª ed. originale 2008
Genere saggio
Sottogenere pamphlet, religione
Lingua originale inglese

Lettera a una nazione cristiana[1] è un saggio scritto da Sam Harris come risposta alle critiche in sèguito alla pubblicazione nel 2004 de La fine della fede.[2]

Contenuti[modifica | modifica wikitesto]

L'intento del libro è quello di dimostrare a quali assurdità deve soggiacere un fedele cristiano negli Stati Uniti d'America se vuole davvero credere alla fede che professa. Ricorrendo alla logica, Harris mette in risalto il fatto che ogni religione si dichiara l'unica vera e ispirata dall'unico vero dio, relegando tutte le altre al ruolo di superstizioni.

Contesta la moralità dettata dalla Bibbia, secondo la quale si dovrebbero uccidere i figli che reagiscono agli ammonimenti parentali, nonché lapidare gli eretici, gli adulteri, gli omosessuali e coloro i quali lavorano nel giorno del Signore. È vero – sostiene Harris – che Gesù ha addolcito questo messaggio aggiungendovi una carica d'amore; tuttavia molti secoli prima di lui vari maestri (come Zoroastro, Buddha, Confucio, Epitteto...) avevano già predicato nello stesso senso; afferma dunque che:

« In vari passi del Vangelo Gesù dice che l'amore può trasformare la vita dell'uomo. Per prendere a cuore questo insegnamento non è però necessario credere che lui sia nato da una vergine e che ritornerà sulla Terra da supereroe »

Il libro pone altresì l'accento sul fatto che la fede religiosa non sarebbe in grado di reggere ad un confronto con la ragione, in quanto tutte le fedi sono intrise di mistero; se esse vengono esposte alla luce della ragione rischiano di dissolversi.

« PENSACI: ogni Mussulmano ha le stesse ragioni per essere Mussulmano che tu hai per essere Cristiano. Eppure tu non trovi i loro motivi convincenti. Il Corano dichiara ripetutatemente che il libro è il mondo perfetto del creatore dell'universo. Ed i Mussulmani ci credono tanto quanto tu credi ai motivi della Bibbia stessa.

Ci sono libri ed una letteratura estesa che descrive la vita di Maometto e ciò dal punto di vista del Islam prova che Maometto è il più recente e veritiero profeta di Dio. Maometto assicura i suoi seguaci che Gesù non era divino ( Corano 5:71 -75; 19:30-38) ed ognuno che crede diversamente passerà l'eternità all'inferno. I mussulmani sono certi di quanto ha detto Maometto su questa verita' come su tutte le altre e le ritengono infallibili. Sono argomenti su cui non si può dubitare perché si tratta della parola di Dio.

Come è che tu non passi notti insonni e prendere seriamente in considerazione di convertirti all islam?

Puoi davvero provare che Allah non sia il vero ed solo Dio? Hai prove che l'arcangelo Gabriele non sia asceso a Maometto nella sua grotta? Certo che no, non hai nessuna prova che tutto ciò non sia accaduto. Ma non hai bisogno di provare nulla per pensare che le credenze dei Mussulmani siano assurde.

Sono loro e sta a loro provare che le loro credenze religiose su Dio e su Maometto siano valide. Non lo hanno fatto. Non possono farlo. Le affermazioni che i Mussulmani fanno su quale sia la realtà di Dio o il vero Dio non possono essere confermate. E questo è perfettamente evidente a te e a chi non si è convertito alla religione Islamica.

La verità è che tu sai esattamente cosa si prova ad essere un ateo per tutto ciò che riguarda le credenze Mussulmane.

Non è ovvio che i Mussulmani potrebbero ingannarsi? Non è ovvio che chi crede nel Corano come mondo perfetto del creatore dell'universo non abbia letto bene e riflettuto correttamente su quel libro? Non è ovvio che la dottrina Islamica rappresenti invece una barriera quasi perfetta a chi onestamente cerchi la verità e si chieda quale possa essere il vero Dio?

La tua opinione e la tua veduta sull'Islam sono precisamente uguali a quelle in cui un devoto Mussulmano vede la Cristianità. Ed è anche il modo in cui io vedo tutte le religioni. »

Sam Harris, Lettera a una nazione cristiana

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Letter To A Christian Nation: Quotes
  2. ^ The end of faith

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]