Legge di Metcalfe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Definita da Robert Metcalfe, l'ideatore delle reti Ethernet, la Legge di Metcalfe afferma che "L'utilità e il valore di una rete sono pari ad n^2 - n dove n è il numero degli utenti", trasformata in simboli:

N(N−1), oppure N²−N.

Tale legge spiega molti degli effetti delle tecnologie della comunicazioni e delle reti come Internet e il World Wide Web.

Per mostrare la legge ad esempio usiamo una rete di macchine fax:

  • Una macchina fax presa singolarmente è inutile dato che non la si può usare per comunicare; il suo valore è uguale a 1-1 = 0.
  • Con 3 macchine fax il valore della rete diventa 9-3 = 6
  • Con 5 macchine collegate il valore della rete diventa 25-5 = 20.
  • Con 12 macchine collegate il valore della rete diventa 144-12 = 132.
  • Con 1000 macchine collegate il valore diventa 1000000-1000 = 999000

Futuro della legge di Metcalfe[modifica | modifica wikitesto]

Oggi si sta rivalutando la legge di Metcalfe. In un articolo pubblicato nel marzo 2005, due ricercatori dell'università del Minnesota, Andrew Odlyzko e Benjamin Tilly, sostengono che la legge di Metcalfe è eccessivamente ottimista. Secondo i ricercatori il difetto principale della legge di Metcalfe è che essa considera tutti i componenti di una rete di uguale importanza, quando in effetti non lo sono. Prendiamo, per esempio, un computer generico connesso alla rete ed una macchina server che fornisce milioni di utenti. In questo caso è ovvio che il valore del server sarà molto più alto di quello del generico computer. I ricercatori propongono una nuova legge che regola la crescita del valore di una rete in modo logaritmico, che tiene conto di questo fattore importante. Il valore della rete e la sua crescita avviene dunque in modo meno spettacolare.


Telematica Portale Telematica: accedi alle voci di Wikipedia che parlano di reti, telecomunicazioni e protocolli di rete