La Jamais Contente

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La Jamais Contente
Jamais contente parade.jpg
Camille Jenatzy e "La Jamais Contente" in parata dopo il record
Tipo record Record di velocità terrestre
Propulsione Motore elettrico
Ultimo record 29 aprile 1899 a Achères
Pilota Belgio Camille Jenatzy
Velocità 105,88 km/h  / 65,79 mph
Record precedente 4 marzo 1899 di Jeantaud Duc Profilée
Record successivo 13 aprile 1902 di Gardner-Serpollet Œuf de Pâques
Dati tecnici
Note ultimo record assoluto ottenuto con motore elettrico

La Cita n° 25, più conosciuta come La Jamais Contente, è un'auto elettrica costruita nel 1899, entrata nella storia per essere stata la prima autovettura a superare la velocità di 100 km/h[1].

Alla fine del XIX secolo la miglior tipologia di trazione per la "voiture automobile" era ancora molto dibattuta tra i sostenitori del motore a scoppio e quelli che ritenevano più adatte la trazione elettrica o a vapore.

Allo scopo di mettere alla prova le varie tecnologie, il giornale "La France Automobile" aveva deciso di indire alcune manifestazioni velocistiche su strada, ove veniva misurata la velocità delle vetture sul chilometro lanciato[2].

Molti i partecipanti, ma due di questi si danno battaglia ad ogni gara, a bordo dei loro veicoli a trazione elettrica: sono il francese Gaston de Chasseloup-Laubat ed il belga Camille Jenatzy.

Jenatzy a bordo de La Jamais Contente, alla sua prima uscita sul rettifilo del parco di Achères il 17 gennaio 1899, raggiunge la velocità di 66,5 km/h, subito battuta dal rivale de Chasseloup-Laubat che, cinque giorni dopo, raggiunge i 70 km/h.

Il 27 gennaio le due velociste si trovano fianco a fianco, ma la sorte non arride a Jenatzy che si deve fermare per noie meccaniche, mentre l'avversario taglia il traguardo alla velocità di 80,5 km/h.

Ma La Jamais Contente denuncia una serie di problemi che obbligano Jenatzy a sostanziali modifiche, tanto impegnative da non poter essere presente alla già programmata manifestazione del 20 marzo, dove de Chasseloup-Laubat raggiunge la strabiliante velocità di 93,750 km/h.

È il 1º maggio 1899[3] (o il 29 aprile in dipendenza delle fonti[4]) quando Jenatzy scende in campo per dimostrare la preponderanza tecnica della sua vettura a forma di siluro. Dopo il lancio di 500 metri, La Jamais Contente percorre il chilometro alla velocità media di 105,88 km/h, fermando il cronometro sui 34 secondi netti. Per ottenere questo risultato i due motori, uno per ciascuna ruota posteriore, vengono survoltati il tempo necessario a stabilire il primato e la potenza regolata dalla combinazione in serie o in parallelo dei motori e delle batterie.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) Immagini e dati della Jamais Contente
  2. ^ (FR) Storia dei record di velocità
  3. ^ (EN) EV1 Club
  4. ^ (EN) Road and truck

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili