Istituto Banco di Napoli - Fondazione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'Istituto Banco di Napoli-fondazione è una fondazione bancaria nata con una propria autonomia a seguito della trasformazione del Banco di Napoli (istituto di diritto pubblico operante nel settore del credito nel Mezzogiorno d'Italia in società per azioni), sulla base della Legge Amato del 1990. In base a tale legge, la proprietà della banca passò alla fondazione.

La fondazione ha sede in Napoli in un palazzo storico (Palazzo Ricca) dove nel XVII secolo operava il Banco dei poveri.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nata nel 1990, l'istituzione ha natura giuridica di fondazione e opera a favore del territorio meridionale con finanziamenti e iniziative nel campo della cultura, della ricerca e della sanità.

L'ente ha ereditato l'Archivio storico del Banco di Napoli, fondato a Napoli nel 1539; tale archivio costituisce una fonte preziosa di informazioni storiche che vanno dal 1450 ad oggi. La fondazione dispone anche di una fornita biblioteca di carattere economico che ha ricevuto in donazione nel 2002 dal Banco di Napoli. Tale biblioteca è stata gestita fino al 2002 dall'Ufficio Studi del Banco di Napoli.

Nel 2013, dopo il trasloco della sede del Allied Joint Force Command Naples da bagnoli a Lago patria, l'ente è rientrato in possesso dell'immobile che ospitava l'installazione militare. Per festeggiare l'evento sono stati organizzati una serie di piccoli eventi, tra cui un concerto del cantante Edoardo Bennato.[1]

Attività[modifica | modifica wikitesto]

La fondazione è entrata a far parte insieme a tutte le altre fondazioni italiane di origine bancaria della Fondazione per il Sud, il cui scopo è contribuire al miglioramento della rete di infrastrutture sociali del territorio meridionale.

Ai fini di valorizzare il capitale umano del Mezzogiorno la fondazione promuove ogni anno il Premio Marrama per individuare tramite l'esame di lavori originali nuovi talenti nel campo dell'economia e della tecnologia. I lavori, premiati in una cerimonia pubblica che vede la partecipazione di istituzioni locali e nazionali, vengono pubblicati sulla rivista Rassegna economica.

Elenco Presidenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Luigi Coccioli
  • Ferdinando Ventriglia
  • Gustavo Minervini
  • Roberto Marrama
  • Adriano Giannola
  • Daniele Marrama

Elenco Direttori Generali[modifica | modifica wikitesto]

  • Ferdinando Ventriglia
  • Franco Serpieri
  • Aldo Pace

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Napoli, riapre ex base Nato di Bagnoli con concerto di Edoardo Bennato da adnkronos.com, 25 novembre 2013

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]