Harley-Davidson Shovelhead

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Harley-Davidson Electra Glide motorizzata Shovelhead

Lo‭ ‬Shovelhead‭ ‬è un classico motore bicilindrico a V‭ stretta ‬di‭ ‬45°‭, con distribuzione ad aste e bilancieri, due valvole in testa per cilindro, un albero nel basamento, trasmissione primaria e finale a catena, raffreddamento ad aria. È ovviamente alimentato da un carburatore. Venne prodotto dalla Harley-Davidson tra il‭ ‬1966 ‬ed il‭ 1984 ed è il successore del propulsore Panhead. ‬Il nome deriva dalla forma dei coperchi delle valvole, che ricorda quella di un badile (in inglese: 'shovel').

Il contesto[modifica | modifica sorgente]

particolare del propulsore Shovelhead

Lo Shovel inizialmente venne prodotto nella cilindrata di‭ ‬1.200‭ cm³ (come il predecessore Panhead), utilizzandone tra l'altro il basamento: non a caso tali propulsori vengono denominati 'Pan-Shovel' o anche 'early Shovel'. A partire dal‭ ‬1978 la cilindrata‭ ‬venne aumentata a‭ ‬1.338‭ cm³ e venne realizzato un nuovo basamento‬; tale cubatura poi mantenuta anche sul successivo propulsore Evolution sino alla fine della produzione nel 1984.‭ Il cambio utilizzato all'epoca era il classico 4 marce, dapprima con avviamento a pedale e soltanto dalla fine degli anni '70 con avviamento elettrico.

Lo Shovel veniva montato su tutte le grandi moto da turismo prodotte dalla casa: peraltro fu oggetto di critiche da parte della stampa specializzata a causa del sistema di lubrificazione (in particolare i frequenti trafilaggi d'olio) e ‬dell'affidabilità in genere. La gamma Harley-Davidson Sportster montava invece il classico motore Ironhead nelle cilindrate di 883 e 1000 cc.

Gli anni in cui fu prodotto lo Shovel furono probabilmente i più difficili nella storia della casa americana, sull'orlo del fallimento specialmente nel corso degli ultimi anni settanta e dei primi anni ottanta: tale crisi si acuì in seguito all'acquisizione da parte della società metallurgica AMF; in tale periodo infatti gli standard qualitativi erano inferiori, a fronte di un tentativo di riduzione dei costi e di aumento della produzione.

Nel‭ ‬1984,‭ dopo ben 18 anni di produzione, lo Shovel fu infine sostituito dal più moderno ed affidabile propulsore Evolution, che peraltro inizialmente mantenne il vecchio basamento (come da tradizione Harley).

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • A. Saladini, P. Szymezak, Uno stile di vita - Harley-Davidson, Edizioni White Star, 1997
  • A. Saladini, Harley-Davidson - Evoluzione di un mito, Edizioni White Star, 1999
  • P. Henshaw, I. Kerr, The Encyclopedia of the Harley-Davidson, Chartwell Books, 2006

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]