Gli amori di Carmen (film 1927)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gli amori di Carmen
Titolo originale The Loves of Carmen
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 1927
Durata 90'
Colore B/N colorato
Audio muto
Genere drammatico, sentimentale
Regia Raoul Walsh
Soggetto dal romanzo di Prosper Mérimée
Sceneggiatura Gertrude Orr

Didascalie: H.H. Caldwell, Katherine Hilliker

Casa di produzione Fox Film Corporation
Fotografia Lucien N. Andriot, Marta Giovanni
Montaggio H.H. Caldwell, Katherine Hilliker
Musiche Enrique Delfino 'Delfy'
Scenografia Don B. Greenwood (trovarobe)
Interpreti e personaggi

Gli amori di Carmen (The Loves of Carmen) è un film del 1927, diretto da Raoul Walsh. Una delle numerosissime versioni cinematografiche dedicate alla gitana di Merimée, qui interpretata da Dolores Del Rio, mentre Don Alvarado e Victor McLaglen sono, rispettivamente, don José e il torero Escamillo.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Carmen, bella sigaraia che seduce tutti gli uomini che incontra, porta alla rovina il soldato José. Innamorato di lei, José ne combina di tutti i colori per seguirla sulle montagne, diventando contrabbandiere per amore. Quando la bella lo pianta per conquistare il torero Escamillo, José perde ogni controllo: all'ennesimo rifiuto di Carmen che non vuole tornare sui suoi passi, la pugnala, mentre nell'arena il torero viene acclamato dalla folla.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Prodotto dalla Fox Film Corporation, il film riunisce Walsh, Del Rio e McLaglen dopo il successo di Gloria del 1926.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Uscito nelle sale USA il 4 settembre 1927, il film fu distribuito dalla Fox Film Corporation.

Date di uscita[modifica | modifica wikitesto]

IMDb

  • USA 4 settembre 1927
  • Germania 1928
  • Finlandia 21 gennaio 1929

Alias

  • The Loves of Carmen USA (titolo originale)
  • Die Liebe vom Zigeuner stammt Austria / Germania
  • Der Teufel im Weibe Austria
  • Gli amori di Carmen Italia
  • I kourtizana tis Sevillis Grecia
  • Los amores de Carmen Spagna

La critica[modifica | modifica wikitesto]

Herbert Cruikshank, He Envies His Actors, in Motion Picture Classic, gennaio 1929:
"Gli perdoniamo questa sua Carmen se non altro perché, nella trasposizione in termini cinematografici della vecchia storia, ha dimostrato un'indipendenza di spirito, una volontà di percorrere nuove strade, una noncuranza del passato che, nell'industria della celluloide, sono elementi tanto necessari quanto rari".

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Jerry Vermilye, The Films of the Twenties, Citadel Press, 1985 - ISBN 0-8065-0960-0 pagg. 182-184
  • Paolo Bachmann, Raoul Walsh, Quaderni del Movie Club di Torino, 1977

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema