Gegenschein

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
immagine fotografica del fenomeno della luce zodiacale

In astronomia, il Gegenschein (parola tedesca traducibile come "bagliore opposto" o "bagliore riflesso") è una debole luminosità visibile nel cielo nella direzione esattamente opposta al Sole, causata dalla riflessione della luce solare da parte delle particelle di polvere presenti nei piani orbitali del sistema solare. Il Gegenschein è una parte di una luminosità più estesa, chiamata luce zodiacale.

Il suo aspetto è di una regione ovale debolmente luminosa, larga alcuni gradi e lunga 10-15°, orientata lungo il piano dell'eclittica. È così debole che non può essere vista se nel cielo è presente la Luna, oppure se si trova sovrapposto alla Via Lattea.

La luce zodiacale (dal greco ζῴδιον, zódion, "segno dello zodiaco") è un fenomeno luminoso permanente ed estremamente debole nel cielo, che fa parte dei fenomeni astronomici. Dato che tale fenomeno luminoso è delimitato ai dintorni dell'eclittica, può essere sempre osservato entro la regione zodiacale ed per questo che viene denominato "luce zodiacale".

La luce zodiacale abbraccia praticamente l'intera volta celeste; l'osservazione visiva, tuttavia, è possibile solo in condizioni favorevoli prima dell'aurora o dopo il crepuscolo ed è comunque visibile solamente una piccola parte del fenomeno.

L'osservazione[modifica | modifica sorgente]

Luce zodiacale nel cielo notturno, rappresentazione di Étienne Léopold Trouvelot

Poco dopo il crepuscolo astronomico, in pianura o in riva al mare, nelle notti assolutamente serene, si può riconoscere una sottile striscia di luce a ovest sopra l'orizzonte. Questo fenomeno luminoso è largo qualche palmo e visibile per circa due ore.

Nelle regioni equatoriali la luce zodiacale è osservabile tutto l'anno, purché ci si trovi abbastanza lontani da fonti di luce artificiali (vedi inquinamento luminoso). Il fenomeno è visibile in ampiezza moderata specialmente in primavera dopo il tramonto e in autunno prima del sorgere del Sole.

La debolezza del fenomeno lo rese ufficialmente sconosciuto fino al 1854, quando ne fu registrata la prima osservazione dall'astronomo danese Theodor Brorsen che pubblicò in quell'anno la prima ricerca organica sul Gegenschein con alcune intuizioni esatte.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]