Foxtrot (danza)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il foxtrot è una danza di origine americana, letteralmente significa "trotto della volpe" (fox = volpe; trot = trotto).

Misura in quattro tempi cioè ha quattro battiti per ogni battuta musicale (4/4). Trae le sue origini dal ragtime, comincia a diffondersi all'inizio del XIX secolo negli Stati Uniti e giunge in Inghilterra nel 1915.

I passi del fox trot furono registrati dal maestro di ballo F. L. Clendenen, pubblicati nel libro Dance Mad uscito nel 1914, con la didascalia: "The Fox Trot, as danced by Mr. Fox" (Il Fox Trot, come lo balla Mr. Fox), riferendosi al ballerino Harry Fox[1].

Sul finire della Prima guerra mondiale viene codificato in due varianti tutt'oggi in uso nella categoria ballo da sala: lo slow foxtrot e il quickstep.

  • slow foxtrot è la versione lenta del foxtrot, viene suonato attorno alle 28-30 battute al minuto.
  • quickstep è una danza veloce, suonata attorno alle 46-48 (e oggi fino a 50-51) battute al minuto.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • In Italia, durante il regime fascista la volontà di italianizzare il maggior numero possibile di termini esteri portò a rinominare questo stile con la denominazione Ballo volpino.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Street Swing