Fluido freni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il fluido dei freni o liquido freni, erroneamente definito olio freni è l'elemento fondamentale per i sistemi frenanti idraulici, che permette l'azionamento dell'organo frenante.

Funzionamento e caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Il liquido dei freni deve essere in grado di trasmettere la pressione della leva alle pastiglie, tramite l'ausilio della pompa freno e del serbatoio stesso che lo contiene e che permette che ci sia sempre fluido a disposizione con la progressiva usura dei freni (il che richiama più fluido), senza che tale fluido si comprima, vada in ebollizione, corroda l'impianto frenante o porti la formazione di ruggine nell'impianto.

Siglatura e caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

La siglatura dei liquidi freno internazionalmente adottata, con l'eccezione del LHM, è quella del Department of Transportation (DOT) statunitense, ed è direttamente proporzionale alle loro specifiche, in particolare il punto di ebollizione, dovendo rispettare la normativa FMVSS 116[1] (Federal Motor Vehicle Safety Standard), ma determina anche i vari tipi di liquidi, che possono avere caratteristiche chimiche diverse tra loro.

I vari fluidi hanno come caratteristiche:

Temperatura
d'ebollizione [°C]
Igroscopia Viscosità a -40/+100 °C Base chimica Note
Pre-DOT olio di ricino e alcoli (di solito butanolo, di colore rosso porpora, o etanolo, di colore giallo) Non compatibile con fluidi di base diversa
DOT 2 190
DOT 3 205-230 lieve 1450 / 2 glicolica Danneggia la vernice
non compatibile con le guarnizioni in gomma naturale
Non compatibile con fluidi di base diversa
DOT 4 250-268 bassa 1480 / 2,3
DOT 5 230-266 nulla 885 / 5,7 a 50 °C siliconica leggermente comprimibile
Non compatibile con fluidi di base diversa
DOT 5.1 260-275 media 800 / 1,8 glicolica Danneggia la vernice
non compatibile con le guarnizioni in gomma naturale
Non compatibile con fluidi di base diversa
DOT 6 >260 nessuno siliconica leggermente comprimibile
Non compatibile con fluidi di base diversa
DOT 6.1 300-315 elevata glicolica Danneggia la vernice
non compatibile con le guarnizioni in gomma naturale
Non compatibile con fluidi di base diversa
LHM 235 nulla 17,8 a 40 °C / 6,3 minerale Acronimo di Liquide Hydraulique Minéral, specifico per alcune vetture Citroën sulle quali viene utilizzato anche per le sospensioni idropneumatiche
Non compatibile con fluidi di base diversa

Manutenzione[modifica | modifica sorgente]

revisione del liquido

Come manutenzione gli impianti idraulici richiedono:

  • Spurgo del liquido, è una tecnica che serve per eliminare l'aria presente nel liquido, eventualità che avviene durante la sostituzione del liquido e necessario per far fluire il liquido alla pinza freno, tecnica che si effettua svitando la vite di spurgo e azionando il comando del freno.
    Bisogna inizialmente rimuovere il cappuccio di gomma dalla valvola pinza freno, aprire il tappo della vaschetta fluido e connettere un tubo trasparente sulla valvola pinza freno e portarlo dentro il serbatoio freno, azionare 2-3 volte il comando del freno e farlo rimanere azionato, svitare la valvola della pinza freno, facendo fuoriuscire il fluido nel tubo trasparente, richiudere la valvola e rilasciare la leva, se sono visibili delle bolle d'aria attraverso il tubo, bisogna ripetere le operazione precedenti fino a quando non si ha una fuoriuscita del fluido continua.
    Mentre con l'adozione di nuove viti di spurgo con valvola di ritegno, è sufficiente svitare leggermente tale valvola e azionare più volte il comando del freno senza dover chiudere o aprire continuamente la vite di spurgo.
  • Livello liquido nel range, il liquido freni, con un impianto frenante nuovo dovrebbe avere un livello liquidi sul limite massimo, mentre in caso d'impianto usurato (pastiglie e disco completamente consumati) il liquido deve stare sul limite minimo, questo avviene perché con il normale consumo i pistoncini fuoriescono sempre di più dalla pinza, facendo accumulare il liquido nella pinza e svuotando il serbatoio.
  • Rinnovo liquido/Sostituzione del liquido, tecnica necessaria qualora il liquido assorbe troppa umidità e rischia di corrodere l'impianto frenante.
    Il rinnovo del liquido va effettuato o smontando ogni componente dell'impianto frenante e ripulirlo dal vecchio olio e poi ricaricare l'impianto.
    Oppure portare il livello del liquido nel serbatoio al minimo tramite lo spurgo riempire con il nuovo liquido, continuare lo spurgo fino a che non fuoriesca solo il nuovo liquido (preferibilmente mantenendo i pistoncini della pinza rientrati, per favorire il ricambio), riempire il serbatoio fino all'apice, sigillare il serbatoi con l'apposito tappo e se provvisto anche della membrana, premere il comando del freno in modo da portare le pastiglie a contatto, se il liquido supera il livello massimo, si dovrà far fuoriuscire parte del liquido tramite il tappo dello spurgo.
    Un'altra tecnica consiste nel svuotare il circuito tramite depressione, o applicando un depressore per circuiti idraulici o tramite una siringa, infatti applicando tale sistema alla vite di spurgo (aperta) è possibile asportare il fluido freni e velocizzarne il riempimento.

Applicazioni[modifica | modifica sorgente]

Questo tipo di fluido viene utilizzato principalmente su impianti frenanti, ma viene ampiamente utilizzato anche per le frizioni a comando idraulico. Nel solo caso del liquido LHM anche per le sospensioni idropneumatiche Citroën e per evitare miscelazioni incompatibili con questo fluido minerale, su tali autoveicoli il tappo e/o la vaschetta del fluido sono colorati di verde, così come talvolta anche la pompa dei freni e altri elementi delle sospensioni.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Department of Transportation: Standard No.116 - Motor vehicle brake fluids.
trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti