Estadio Azul

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Azul
Cruzazulst.png
Informazioni
Stato Messico Messico
Ubicazione Città del Messico
Inizio lavori
Inaugurazione 1947
Costo  
Mat. del terreno Erba
Proprietario OCESA
Progetto Pedro Ramirez Vasquez e Rafael Mijares
Uso e beneficiari
Calcio Cruz Azul
Capienza
Posti a sedere 36.000
 

Lo Stadio Azul è uno stadio di calcio di Città del Messico, che ha una capacità di 35.161 spettatori, e dal 1996 è la "casa" del Cruz Azul, squadra di Primera División messicana. Precedentemente era sede anche dei club: America (1947-1955), Necaxa (1950-1955) e Atlante (1947-1955, 1983-1989, 1991-1996 e 2001-2002).


Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fu inaugurato con il nome di stadio olimpico della città dello sport il 6 febbraio del 1946 con una partita di football americano tra i Pumas e Los Aguiluchos del Heroico Colegio Militar, la partita fu vinta dalla squadra universitaria con un risultato di 16-14.


Originariamente costruito per praticare il football americano, si utilizzo per questo sport fino agli anni '50 solo successivamente si riutilizzò per il football dal 1968 ai primi anni Novanta.

Il 5 gennaio 1947 si giocò la prima partita di calcio tra il Veracruz e il Racing Club (squadra argentina), la vittoria andò ai messicani per 2 a 1; divenne sede dei principali club della capitale fino al 1955. Nel 1983 divenne la casa del Club Atlante e viene rinominato stadio azulgrana fino al 1996, quando la compagnia OCESA compra lo stadio per parte del Cruz Azul; il 10 agosto 1996 lo stadio riceve la sua nuova denominazione di "Stazio Azul".

Infrastrutture[modifica | modifica wikitesto]

All'arrivo del Cruz Azul, si sono fatti numerosi lavori di ristrutturazione per rendere lo stadio più sicuro comodo e adeguato ai bisogni dei tifosi.


Link[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]