Ernst Wiechert

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ernst Wiechert in una emissione filatelica commemorativa a 110 anni dalla sua nascita, nel 1997

Ernst Wiechert (Forsthaus Kleinort, 18 maggio 1887Uerikon, 24 agosto 1950) è stato uno scrittore tedesco.

Nei suoi primi scritti, Weichert già rivela una forte coscienza religiosa associata ad una natura introversa. Nei romanzi Der Wald, Il bosco e Der Totenwolf, Il lupo dei morti rivelò un attaccamento alla natura nella sua purezza e un acuto lirismo nello svolgersi della trama, componenti fondamentali della sua arte narrativa, come risulta palese anche in Die Flöte des Pan - Il flauto di Pan.

Negli anni '30 del secolo scorso fu internato a Buchenwald, da dove uscì vivo ma minato e fortemente provato nel corpo e nell'animo e rimase sotto sorveglianza stretta fino alla fine della guerra. Dal 1948 si trasferì in Svizzera dove raccontò questa parte della sua vita in Der Totenwald - La selva dei morti e Missa sine nomine, raccontando della sua volontà di ritirarsi dal mondo.

Opere[modifica | modifica sorgente]

  • Die Flucht, romanzo, (pseudonimo: Ernst Barany Bjell), 1916
  • Der Wald - Il bosco, romanzo, 1922
  • Der Totenwolf - Il lupo dei morti, romanzo, 1924
  • Die blauen Schwingen, romanzo, 1925
  • Der Knecht Gottes Andreas Nyland, romanzo, 1926
  • Der silberne Wagen, racconti, 1928, su "Die Geschichte eines Knaben", tradotto in Steno,
  • Die kleine Passion. Geschichte eines Kindes, 1929
  • Die Flöte des Pan - Il flauto di Pan, 7 racconti con "Der Hauptmann von Kapernaum", 1930 (premio letterario)
  • Jedermann, romanzo, 1931 (premio letterario)
  • Die Magd des Jürgen Doskocil, 1932 (premio letterario), tradotto in braille,
  • Das Spiel vom deutschen Bettelmann, dramma radiofonico, 1933
  • Die Majorin - La signora, romanzo, 1934
  • Der Todeskandidat, racconti, 1934, tradotto in braille,
  • Der tote Marschall, dramma radiofonico 1934
  • Ein deutsches Weihnachtsspiel, dramma radiofonico 1934,
  • Der verlorene Sohn, dramma, 1935
  • Die goldene Stadt, dramma, 1935
  • Hirtennovelle - Novella pastorale, racconto, 1935
  • Wälder und Menschen - Boschi e uomini, ricordi della gioventù, 1936
  • Das heilige Jahr, raccolta di novelle, 1936, su "Regina Amstetten", filmato del 1954,
  • Eine Mauer um uns baue, dramma, 1937
  • Von den treuen Begleitern, interpretazione poetica, 1938
  • Atli, der Bestmann, racconti, 1938
  • Das einfache Leben - La vita semplice, romanzo, 1939,
  • Die Jeromin-Kinder, romanzo, 1945/7, tradotto in braille,
  • Die Totenmesse, racconto, 1945/7
  • Der brennende Dornbusch, racconto, 1945
  • Demetrius, racconto, 1945
  • Rede an die deutsche Jugend 1945, trattazione dell'11 novembre 1945
  • Der Totenwald - La selva dei morti, biografia del lager di Buchenwald, scritto nel 1939, pubblicato nel 1946,
  • Märchen 1946/7, tradotto in braille
  • Der weiße Büffel oder Von der großen Gerechtigkeit, scritto nel 1937, pubblicato nel 1946
  • Der armen Kinder Weihnachten, dramma, 1946
  • Okay oder die Unsterblichen, dramma, 1946
  • Die Gebärde, racconti, 1947
  • Der Richter, racconto, 1948
  • Jahre und Zeiten, commemorazione, 1949,
  • Die Mutter, racconto, 1948
  • Missa sine Nomine, romanzo, 1950, tradotto in Blindenschrift,
  • Der Exote, romanzo, 1951, tradotto in Blindenschrift,
  • Die letzten Lieder, poesie, 1951
  • Es geht ein Pflüger übers Land, racconti selezionati da Lilje Wiechert, 1951

Discorsi e memorandum[modifica | modifica sorgente]

  • Weihnachtsansprache an die deutsche Jugend - senza data né luogo,
  • Rede an die junge Mannschaft - senza data né luogo,
  • Abschiedsrede an die Abiturienten - discorso tenuto il 16 marzo 1929 a Königsberg
  • Der Dichter und die Jugend - discorso per l'Università di Monaco 1933,
  • Der Dichter und die Zeit, discorso per l'Università di Monaco, 1935
  • Rede an die deutsche Jugend, discorso tenuto l'11 novembre 1945 nel teatro di Monaco
  • Über Kunst und Künstler - discorso non pronunciato, Hamburg 1946,
  • Gedenken der Toten - discorso tenuto il 17 maggio 1947
  • An die Schweizer Freunde - lezione del 4 giugno 1947
  • Das zerstörte Menschengesicht - discorso tenuto il 22 settembre 1947

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 61553823 LCCN: n50016229