Elmo attico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Elmo attico da cerimonia proveniente dall'Italia meridionale, 300 a.C. circa

L'elmo attico era un tipo di elmo che ebbe origine nell'antica Grecia e che fu ampiamente usato in Italia e nel mondo ellenistico fino all'Impero romano avanzato.[1] Simile all'elmo calcidico, se ne differenziava per l'assenza di paranaso.


Sebbene in Grecia non fosse diffuso come gli elmi corinzio e frigio, l'elmo attico divenne molto popolare in Italia, dove sono stati ritrovati la maggior parte degli esempi.

Elmo attico Theilenhofen (II - III secolo d.C.).

Dal punto di vista artistico sopravvisse ampiamente ai propri contemporanei, essendo raffigurato per dare un aspetto arcaico a generali, imperatori e membri della Guardia pretoriana per tutta l'epoca ellenistica e imperiale. Per tale motivo è divenuto parte della figura dell'ufficiale romano nella cultura popolare,[2] a partire dal Rinascimento e fino alle prime produzioni di Hollywood, sebbene fosse raramente usato in realtà.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ «Termini come "illirico" e "attico" sono usati in archeologia per comodità, allo scopo di indicare un particolare tipo di elmo e non danno indicazioni sulla sua origine» (Peter Connolly, Greece & Rome at War, ISBN 185367303X, p. 60).
  2. ^ Si veda, ad esempio, l'uso in parate moderne come in questa immagine.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]