Corpi bandistici militari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

I corpi bandistici militari sono bande musicali, i cui esecutori sono musicisti di professione, tutti diplomati in conservatori o istituti musicali pareggiati appartenenti ad un corpo militare. Gli organici vanno da un minimo di 80 ad un massimo di 100 elementi. Tutti i complessi sono formati da soli strumenti a fiato e a percussione (eccezion fatta per la banda musicale della Polizia di Stato che, per esempio, vanta un orchestrale addetto alla chitarra).

Le esibizioni, avvengono in:

Tutte le bande, che sono da considerarsi orchestre a fiati, si esibiscono in Italia e all'estero, con largo successo e incidendo CD e video.

Storia delle bande militari[modifica | modifica sorgente]

I sonatori erano già impiegati negli eserciti antichi, specialmente nell'Esercito Romano. Ma c'erano anche corporazioni non militari. Queste corporazioni, con vari nomi e figure, ricompaiono nelle corti feudali e nei comuni medievali. Come in Italia, anche in Francia, Regno Unito, Germania si hanno bande che ricevono ordinamenti. Queste bande di pifferi, flauti, pive, trombe, tamburi, viole, costituiscono il germe delle organizzazioni moderne. L'Esercito Francese, le truppe svizzere, ecc. hanno già nel XVI secolo loro reparti di strumentisti rigidamente organizzati. Decisivo slancio si ebbe in Francia e in Germania che servì di base al progressivo sviluppo bandistico in Europa. Ulteriore impulso ebbe dalla Rivoluzione francese, che impiegava spesso la banda nelle feste civiche. Grandioso fu nel XIX secolo lo sviluppo sei complessi bandistici in Francia, Belgio, Germania e Russia, favorito dalle invenzioni di A. Sax. In Italia, dopo un periodo di stasi si formarono numerose bande comunali; tra queste fu notevole quella di Roma, fondata nel 1871. Quest'ultima assunse nel 1885 la direzione di A. Vessella. Questi diede con la banda comunale romana il primo esempio italiano di formazione regolare d'un complesso bandistico moderno. Le bande militari italiane furono riorganizzate nel 1901. Dal 1981, anno in cui iniziò la smilitarizzazione di talune forze di polizia; si decretò che la Polizia di Stato, il Corpo di polizia penitenziaria ed il Corpo forestale dello Stato, sebbene inquadrati come corpi di polizia civile, ottennero che i loro complessi bandistici venissero inquadrati nella cerchia delle bande militari italiane. Giova precisare che anche i corpi forestali delle Regioni autonome a Statuto speciale vantano le loro formazioni bandistiche d'ordinanza. È, ad esempio, il caso della banda musicale del Corpo forestale della Regione Siciliana.

Principali bande militari italiane[modifica | modifica sorgente]

Altre bande militari[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]