Conga (strumento musicale)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Conga
Conga's 01.jpg
In primo piano una coppia di congas.
Informazioni generali
Classificazione 211.221.1
Membranofoni a percussione
Utilizzo
Musica dei Caraibi
Suonatore di conga - polaroid di Augusto De Luca

La conga è uno strumento musicale della famiglia dei membranofoni usato nella musica afro-cubana.

È un tamburo alto e stretto con la testa singola, derivato dal makuta congolese. In origine esso si ricavava da un tronco svuotato con una pelle bovina cucita o legata sopra ed era utilizzato nelle cerimonie religiose.

Attualmente è costruito in fibra di vetro o legno e la pelle, che può essere anche di capra, di cammello, di bue, o sintetica, è messa in tensione con delle viti. Normalmente si utilizzano da due a quattro e si suona con le dita ed i palmi della mano. Assume una denominazione diversa a seconda del diametro, dal più piccolo al più grande sono:

  • ricardo, 22,9 cm
  • nino o requinto, 24,8 cm
  • quinto, 28 cm
  • conga, da 29,2 a 30,5 cm
  • seguidor o tres golpes, 30 cm
  • tumbadora o salidor, 33 cm
  • supertumba, 35,5 cm

La tecnica si basa sui seguenti colpi: manoteo: movimento basculante di palmo e dita; slap: la mano leggermente arcuata colpisce quasi al centro del tamburo creando un colpo secco; aperto: la mano colpisce il bordo con la base delle dita; basso: il palmo colpisce il centro della pelle;

Musicisti famosi[modifica | modifica sorgente]

Colui che suona le congas si chiama conguero. Fra di loro sono degni di nota:

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica