Codice di abbigliamento

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il codice di abbigliamento, a cui si fa spesso riferimento con l'equivalente termine inglese dress code[1] è un insieme di regole scritte, o il più delle volte tacite, relative all'abbigliamento.

Tutte le società umane hanno da sempre adottato un codice di abbigliamento, che serve a dare un'indicazione del rango sociale, della classe a cui un individuo appartiene, la sua professione (per esempio i camici bianchi per i medici, o la divisa per i militari), la religione (l'hijab per le donne musulmane, la tonaca per i preti cattolici, ecc.), il suo stato civile (per esempio la fede nuziale nelle società occidentali) o il suo orientamento sessuale. In alcuni casi possono anche indicare la nazionalità delle persone, o la loro affiliazione politica.

Per estensione con il termine dress code si intende anche la specifica indicazione di un preciso abbigliamento in determinate situazioni. Per esempio, in alcune occasioni, come cerimonie, matrimoni o eventi di particolare importanza, il dress code è specificatamente indicato nell'invito.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dress code. Sincretismi cultura comunicazione nella moda contemporanea di Ornella K. Pistilli
  2. ^ Il Dress Code Internazionale
moda Portale Moda: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di moda