Bordura

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Bordatura è un termine utilizzato in araldica per indicare una lista aderente ai lembi interni dello scudo, del quale segue le sinuosità. Larga, in teoria, di circa un modulo (1/7 della larghezza dello scudo).

La maggior parte degli araldisti usa il termine bordura per indicare la pezza onorevole costituita da una striscia che circonda lo scudo e ampia un sesto della sua larghezza. Nella blasonatura viene citata come ultimo elemento. Spesso è caricata di figure.

Attributi araldici[modifica | modifica wikitesto]

  • accantonata quando presenta i quattro angoli di smalti diversi
  • bisantata quando è sparsa di bisanti
  • composta quando è costituita da una sola fila di riquadri di smalti alternati
  • cuneata quando la linea di partizione presenta lunghi denti
  • dentata quando la linea di partizione presenta denti di lunghezza minore
  • merlata quando la linea di partizione presenta dei merli
  • scaccata quando è ripiena di quadretti di smalti alternati su più file
  • scanalata quando la linea di partizione presenta semicerchi contigui
  • triangolata quando è ripiena di triangoli di smalti alternati

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • "Vocabolario araldico ufficiale", a cura di Antonio Manno – edito a Roma nel 1907.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

araldica Portale Araldica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di araldica