Atilio Cremaschi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Atilio Cremaschi
Atilio cremaschi.jpg
Nome Atilio Cremaschi Oyarzún
Nazionalità Cile Cile
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 1962
Carriera
Squadre di club1
1941-1953 Union Espanola Unión Española  ? (?)
1953-1958 Colo-Colo Colo-Colo 108 (39)
1959-1960 Rangers de Talca Rangers de Talca  ? (?)
Nazionale
1945-1954 Cile Cile 32 (11)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Atilio Cremaschi Oyarzún, meglio noto come Atilio Cremaschi (Punta Arenas, 8 marzo 1923Santiago del Cile, 3 settembre 2007), è stato un calciatore cileno, di origine italiane,[1] di ruolo attaccante.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Abile goleador, in campo era leader e combattente. Coniugava un coraggio da guerriero ad una notevole velocità e talento.[2]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Cominciò la sua carriera nelle file dell'Unión Española, con la quale vinse due campionati.

Nel 1953 passò al Colo-Colo, in cui giocò per sei stagioni e realizzò 49 gol in 108 partite ufficiali. Conquistò altri due campionati e una Copa Chile.[2]

Terminò la carriera nel Rangers de Talca.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Con la Nazionale cilena partecipò ai Mondiali del 1950 e fu autore di una doppietta nella partita Cile-Stati Uniti (5-2).[3]

Fece anche parte delle selezioni cilene ai campeonati sudamericani de selecciones nel 1946, 1949 e 1953 realizzando in totale 6 reti.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Unión Española: 1943, 1951
Colo-Colo: 1953, 1956
Colo-Colo: 1958

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Jorge Garrappa Albani, L'emigrazione italiana in Cile, seconda puntata, Lombardi nel mondo, 11 aprile 2009. URL consultato il 20 novembre 2010.
  2. ^ a b (ES) Atilio Cremaschi, Colo Colo - Sito Oficial del Eterno Campeón. URL consultato il 20 novembre 2010.
  3. ^ USA 1950: Scacco alla Regina, Storie di Calcio. URL consultato il 20 novembre 2010.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (ES) Edgardo Marín; Julio Salviat, De David a "Chamaco". Medio siglo de goles, Santiago, Gabriela Mistral, 1975, p. 220.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]