At Mount Zoomer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
At Mount Zoomer
Artista Wolf Parade
Tipo album Studio
Pubblicazione 17 giugno 2008
Durata 46 min : 42 s
Dischi 1
Tracce 9
Genere Rock progressivo
Rock
Indie rock
Rock progressivo
Etichetta Sub Pop Records
Produttore Arlen Thompson, Arcade Fire
Registrazione Petite Église: Farnham
MIXart Studios: Montreal
Mount Zoomer: Montreal
Wolf Parade - cronologia
Album precedente
Album successivo

At Mount Zoomer è il secondo album di inediti del gruppo canadese indie rock Wolf Parade.

L'album è stato pubblicato dall'etichetta Sub Pop Records il 17 giugno 2008, mentre il primo singolo, Call It a Ritual, era stato pubblicato il 14 aprile dello stesso anno.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

L'album contiene nove tracce, ed è stato registrato, mixato e prodotto dallo stesso batterista dei Wolf Parade, Arlen Thompson. L'album è stato registrato in parte nella piccola Petite Église, la chiesa-studio di proprietà degli Arcade Fire(dove hanno dato vita all'album Neon Bible, e che hanno contribuito alla realizzazione di quest'album), e in parte nei MIXart Studios di Montreal. Il nome dell'album deriva proprio dal nome dello studio di mixaggio di Arlen Thompson, Mount Zoomer.

At Mount Zoomer esce a tre anni di distanza dal disco d'esordio Apologies to the Queen Mary, da cui tuttavia si distacca decisamente per le nuove sonorità e il nuovo stile, acquisiti dai membri della band durante i loro split con altri gruppi nei tre anni di intervallo tra i due dischi. Anche in "At Mount Zoomer", come in "Apologies to the Queen Mary", i testi e le voci sono equamente divisi tra Dan Boeckner e Spencer Krug, e nell'ultima traccia del cd, la lunghissima Kissing the Beehive, i due duettano insieme.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

  • Spencer Krug: voce, chitarra, tastiere
  • Dan Boeckner: voce, chitarra,
  • Arlen Thompson: batteria
  • Hadji Bakara: tastiere, suoni
  • Dante DeCaro: chitarra, basso, percussioni

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. "Soldier's Grin" (Boeckner) - 4:37
  2. "Call It a Ritual" (Krug) - 2:45
  3. "Language City" (Boeckner) - 5:02
  4. "Bang Your Drum" (Krug) - 3:10
  5. "California Dreamer" (Krug) - 6:00
  6. "The Grey Estates" (Boeckner) - 3:26
  7. "Fine Young Cannibals" (Boeckner) - 6:31
  8. "An Animal in Your Care" (Krug) - 4:19
  9. "Kissing the Beehive" (Boeckner/Krug) - 10:52

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • In origine l'album doveva chiamarsi Kissing the Beehive, tuttavia così facendo avrebbero violato i diritti d'autore dello scrittore Jonathan Carroll, che aveva intitolato allo stesso modo un suo scritto del 1997.
  • Anche se il primo singolo è datato aprile 2008, alcune canzoni come Language City e Fine Young Cannibals, furono eseguite live dalla band verso la fine del 2007.
  • La copertina è disegnata da Matt Moroz(che ha realizzato anche dei videoclip per i Wolf Parade) e Liz Huey e rappresenta proprio un duello tra i due artworker.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

http://www.subpop.com/releases/wolf_parade/full_lengths/at_mount_zoomer(EN)

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock