52nd Street

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
52nd Street

Artista Billy Joel
Tipo album Studio
Pubblicazione 1978
Durata 40 min: 26 s
Dischi 1
Tracce 9
Genere Pop[1]
Rock[1]
Etichetta Columbia
Certificazioni
Dischi d'oro 2
Dischi di platino 11
Billy Joel - cronologia
Album precedente
(1977)
Album successivo
(1980)

52nd Street è un album di Billy Joel del 1978.

È stato il primo disco di Billy Joel a raggiungere la testa della Billboard Album Chart per otto settimane risultando il più venduto dell'anno e vincitore di due Grammy.
In altri paesi raggiunge la prima posizione in Canada ed Australia per cinque settimane ed in Nuova Zelanda per due settimane, la seconda posizione in Francia, la quarta in Austria, la quinta in Norvegia, la nona in Giappone e la decima nel Regno Unito.

Nel 1982 è diventato il primo album commerciale a venire stampato su Compact disc, da Sony Music.[2]
Tre canzoni dell'album hanno raggiunto le prime trenta posizioni nella classifica americana, My Life al terzo posto, Big Shot al quattordicesimo e Honesty al ventiquattresimo.[3]

L'album ha ottenuto un buon riscontro anche dalla critica vincendo il Grammy Award all'album dell'anno ed il Grammy Award for Best Male Pop Vocal Performance nel 1980.[4]
Nel 2003 la rivista Rolling Stone lo inserisce al 352 posto nella classifica dei migliori 500 album della storia.[5]

Tracce[modifica | modifica sorgente]

  1. "Big Shot" – 4:03
  2. "Honesty" – 3:53
  3. "My Life" – 4:44
  4. "Zanzibar", con Freddie Hubbard e Mike Mainieri – 5:13
  5. "Stiletto" – 4:42
  6. "Rosalinda's Eyes" con Mike Mainieri – 4:41
  7. "Half a Mile Away" con Dave Grusin – 4:08
  8. "Until the Night" – 6:35
  9. "52nd Street" – 2:27

Con Steve Khan.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) 52nd Street in Allmusic, All Media Network.
  2. ^ Greg Milner, Perfecting Sound Forever: An Aural History of Recorded Music, Faber & Faber, 2009.
  3. ^ 52nd Street Billboard Singles Billboard.com
  4. ^ Past Winners Search Grammy.com
  5. ^ 500 greatest albums of all time Rollingstone.com
musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica